Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Special Providence

By

Publisher: Picador USA

3.5
(4)

Language:English | Number of Pages: 352 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) German , Dutch , Spanish , French

Isbn-10: 0312420404 | Isbn-13: 9780312420406 | Publish date:  | Edition Reprint

Also available as: eBook , Others

Category: Fiction & Literature

Do you like Special Providence ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Robert Prentice is eighteen.His mother Alice Prentice is fifty-three.Both are damaged souls: Robert, by war; Alice, by thwarted dreams of prosperity.In two deeply humanizing portraits, the great American writer Richard Yates crafts a novel of post-war America, at once at odds with its own sense of identity and mercilessly prohibitive to its like-minded citizens.AUTHORBIO: Richard Yates is the author of the novels Revolutionary Road, A Special Providence, Disturbing the Peace, The Easter Parade, A Good School, Young Hearts Crying, and Cold Spring Harbor and the story collections Eleven Kinds of Lonelines, Liar in Love and The Collected Stories of Richard Yates. He died in 1992.
Sorting by
  • 0

    Decisamente inferiore a Revolutionary road, anche se quando azzecca la pagina è unico

    Inferiore perché manca completamente la struttura del romanzo e direi non è molto chiaro quale vuole essere l'obbiettivo.
    Diviso di due tronconi, molto diversi e di risultato differente. Una parte in cui racconta la storia di madre e figlio, l'altra l'esperienza di guerra del ragazzo. Le due par ...continue

    Inferiore perché manca completamente la struttura del romanzo e direi non è molto chiaro quale vuole essere l'obbiettivo. Diviso di due tronconi, molto diversi e di risultato differente. Una parte in cui racconta la storia di madre e figlio, l'altra l'esperienza di guerra del ragazzo. Le due parti si intersecano e così facendo alla fine disturbano un po' la lettura, togliendo fiato proprio nei momenti clou. Il troncone dedicato alla vita della madre è spettacolare. Veramente da grandissimo scrittore. La psicologia di lei, ma anche il momento storico e il quadro sociologico, ne vengono fuori in modo da togliere il fiato. Ci sono delle pagine che dovrebbero fare parte di qualsiasi manuale di scrittura che si rispetto. Yates ha un modo di rendere continua la narrazione, a base di “but” e “and” che trasforma i periodi in un fluire inarrestabile. Forse in questa prima parte avrei osato di più, e quando in Texas madre e figlio lasciano la sorella di lei senza avere un dollaro in tasca e un posto dove andare, si rifugiano un costosissimo albergo, là avrei evitato di far correre in aiuto il marito separato di lei. Avrei lasciato la protagonista a dover uscire con le sue mani dal guaio nel quale si era cacciata. A parte questo, resta il fatto che la narrazione di questo troncone si blocca così, senza dare una soluzione ai fatti. Però di ti prende e ti cattura benissimo. L'esperienza di guerra, invece, è un troncone a parte. Non lega con il resto, non ti cattura perché non c'è nessuna suspence, ma nello stesso tempo bisogna ammettere che è il più straordinario racconto di guerra che mi sia mai capitato di leggere. Credo che alla fine la guerra sia proprio così per moltissimi soldati. O almeno lo sia stata la II Guerra Mondiale. Se i due tronconi fossero stati due romanzi autonomi, forse parlerei di due capolavori, invece così uno dei due penalizza l'altro. Ed è un peccato per tutti.

    said on 

  • 3

    Three novels in one. The normal story of a single mother and his young soldier child in the Second World War. The two characters are pure Yates, but the story, especially in the war bits, does not go on so well as in American-province, revolutionary-roadish Yates style.


    Though, the descrip ...continue

    Three novels in one. The normal story of a single mother and his young soldier child in the Second World War. The two characters are pure Yates, but the story, especially in the war bits, does not go on so well as in American-province, revolutionary-roadish Yates style.

    Though, the description of Alice's adventures across the USA trying to find a house and some money to carry on, frustrated by her unexpressed artistic talent, makes me think to the other epic Yates women of Easter Parade and Revolutionary Road.

    The rare successes are left in the epilogue, and Alice is always alone, with the only company of the ever-present bottle of Scotch.

    said on