Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sputerò sulle vostre tombe

Di

Editore: Savelli

3.8
(1293)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 122 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Francese , Inglese , Spagnolo , Catalano , Greco

Isbn-10: A000060212 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina morbida e spillati , Altri , Tascabile economico

Genere: Crime , Fiction & Literature

Ti piace Sputerò sulle vostre tombe?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Primer libro que leo de Boris Vian y que no pasa desapercibido. Trata el tema del racismo de manera original y violenta con un protagonista de ideas fijas, raza negra y piel clara.
    Las escenas crudas ...continua

    Primer libro que leo de Boris Vian y que no pasa desapercibido. Trata el tema del racismo de manera original y violenta con un protagonista de ideas fijas, raza negra y piel clara.
    Las escenas crudas y sexuales se exaltan con frecuencia y recrean a un personaje cruel que a su vez ha sido fruto de la crueldad.
    Como anécdota destacar la oposición del propio autor a que el libro apareciera en la gran pantalla adaptado de forma mediocre y su fallecimiento mientras asistía al film al que tanto se opuso.

    "Pero tenían la mala costumbre de explotar a la gente cuyo único delito es tener la piel de diferente color."

    ha scritto il 

  • 3

    Con una narración algo caótica, Escupiré sobre vuestra tumba, es una novela fría, cruel y despiadadamente cínica, diseñada para herir al lector.

    Vian no se preocupa demasiado de la forma o el estilo ...continua

    Con una narración algo caótica, Escupiré sobre vuestra tumba, es una novela fría, cruel y despiadadamente cínica, diseñada para herir al lector.

    Vian no se preocupa demasiado de la forma o el estilo de la novela. No realiza casi descripciones, ni perfila demasiado a ninguno de los personajes, ni siquiera al protagonista. Apenas proporciona información del pasado de Lee, más allá de su ascendencia de color, el "accidente" que sufrió su hermano pequeño y la presencia de Tom, su hermano mayor. Y sin embargo, el lector no necesita saber nada más.

    Respecto a la historia hay que decir, que a parte de ser muy corta, es brutal. Tiene algunas escenas que resultan realmente impactantes, incluso en la época actual. Y sin embargo, a mi no me parece que esté hecha con el afán de denunciar nada. Es decir, el tema principal, el racismo pasa de puntillas siendo eclipsado por el sexo o por la violencia que se destilan a lo largo de toda la novela. Y con todo el final, a pesar de ser impactante, era bastante previsible.

    Para terminar diré, que este libro es una novela negra tan despiadada y cínica como la vida real. Merece la pena leérsela, aunque hay que tener la mente muy abierta y un poco endurecida, ya que puede herir la sensibilidad de ciertos lectores.

    ha scritto il 

  • 0

    La bivalenza di Vian

    Questo Vian non è propriamente Vian. O meglio. C'è il Vian onirico, assurdo, giocoliere della Schiuma dei giorni, e questo Vian americano, violento, che scrive le scene come se sputasse.
    In realtà io ...continua

    Questo Vian non è propriamente Vian. O meglio. C'è il Vian onirico, assurdo, giocoliere della Schiuma dei giorni, e questo Vian americano, violento, che scrive le scene come se sputasse.
    In realtà io cercavo il primo Vian, che è quello che mi affascina. Di questo filone ci sono appunto La schiuma dei giorni, Formiche, Autunno a Pechino, Strappacuore. Ma aldilà di questo, abbiate ben chiara la differenza, prima di scegliere cosa leggere di Vian.
    Sputerò sulle vostre tombe è un hard boiled scritto da Vian per scommessa col suo editore in 15 giorni come mimesi dello stile americano. E' estremamente violento, infarcito di sesso, alcool e orge di 15enni. Muoverà poi le fila il sentimento di vendetta di un negro bianco accecato dall'odio contro i bianchi.

    ha scritto il 

  • 4

    è facile essere audaci in questo paese; basta dire quello che vedrebbe chiunque, se lo volesse.

    « baciare, va bene cinque minuti, ma non oltre. andare a letto con lei e sbatterla da tutte le parti, andava bene. ma baciare soltanto, no. »

    ha scritto il 

  • 3

    Seconda recensione di prova. Se i miei amici e vicini che mi hanno cancellato e poi riaggiunto vedono anche questa in home page, allora la cosa funziona. Ditemelo, per piacere, perché mi sono rotta le ...continua

    Seconda recensione di prova. Se i miei amici e vicini che mi hanno cancellato e poi riaggiunto vedono anche questa in home page, allora la cosa funziona. Ditemelo, per piacere, perché mi sono rotta le scatole di questo anobii!!

    ha scritto il 

  • 2

    Di questo libro mi ha colpito la crudeltà, che mi aspettavo, la violenza, che mi aspettavo, ma pure la povertà di contenuto, che non mi aspettavo. Non credo che meriti più di tre stelline, se non addi ...continua

    Di questo libro mi ha colpito la crudeltà, che mi aspettavo, la violenza, che mi aspettavo, ma pure la povertà di contenuto, che non mi aspettavo. Non credo che meriti più di tre stelline, se non addirittura due e mezzo.
    L'utilizzazione di stratagemmi come la violenza e il sesso, nonostante sia stato scritto più di 50 anni fa, non deve impedire di trattare anche la condizione sociale del protagonista e la sua sete di vendetta. Queste potevano essere meglio descritte e approfondite, evitando di citarle (non descriverle, citarle) solamente nelle ultime cinque facciate.

    ha scritto il 

  • 4

    pieno di vitalità e di urgenza di vita e di morte nello stesso tempo, travolgente, violento e crudele ma senza l'autocompiacimento del genere pulp odierno, anzi doloroso nell'incalzare degli eventi, n ...continua

    pieno di vitalità e di urgenza di vita e di morte nello stesso tempo, travolgente, violento e crudele ma senza l'autocompiacimento del genere pulp odierno, anzi doloroso nell'incalzare degli eventi, nella denuncia affatto retorica della naturalezza del razzismo

    ha scritto il 

  • 4

    Molto, molto bello...a tratti maledettamente "fastidioso", irritante, indisponente...ma, letto anche alla luce del periodo storico in cui fu scritto, davvero di una bellezza dirompente (e di rottura d ...continua

    Molto, molto bello...a tratti maledettamente "fastidioso", irritante, indisponente...ma, letto anche alla luce del periodo storico in cui fu scritto, davvero di una bellezza dirompente (e di rottura degli schemi perbenistici dell'epoca!)

    ha scritto il 

Ordina per