Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sputnik, mi amor

By

Publisher: TusQuets

3.9
(4882)

Language:Español | Number of Pages: 244 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , Chi traditional , Japanese , Italian , French , Russian , Portuguese , German , Catalan , Finnish , Dutch , Latvian , Polish , Slovenian , Swedish

Isbn-10: 8483835169 | Isbn-13: 9788483835166 | Publish date:  | Edition 7

Translator: Lourdes Porta , Junichi Matsuura

Also available as: Paperback , Softcover and Stapled , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Do you like Sputnik, mi amor ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Del mismo modo en que, en el viaje del satélite ruso Sputnik, la perra Laika giraba alrededor de la Tierra y dirigía su atónita mirada hacia el espacio infinito, en Tokio tres personajes se buscan desesperadamente intentando romper el eterno viaje circular de la soledad. El narrador, un joven profesor de primaria, está enamorado de Sumire; pero ella, quien se considera la última rebelde, tiene una única obsesión: ser novelista. Sumire conocerá a Myû, una mujer casada de mediana edad tan hermosa como enigmática, y juntas emprenderán un viaje por Europa tras el que nada volverá a ser igual.
Sorting by
  • 3

    bello è bello. il suo modo di scrivere è senza compromessi, quindi o lo si ama o lo si detesta.
    Quello che invece mi ha lasciato l'amaro in bocca è che dopo una grande partenza e un bello sviluppo, si ...continue

    bello è bello. il suo modo di scrivere è senza compromessi, quindi o lo si ama o lo si detesta.
    Quello che invece mi ha lasciato l'amaro in bocca è che dopo una grande partenza e un bello sviluppo, sia andato a concludere in questo modo criptico e poco incisivo. Peccato, perchè le potenzialità erano infinite.

    said on 

  • 4

    Cos'altro c'è da aggiungere di ciò che è stato detto in 661 recensioni ? Poesia, leggerezza, surreale, intimità... tante sono le cose scritte che in tutte e 661 c'è da "cliccare" una preferenza. Rende ...continue

    Cos'altro c'è da aggiungere di ciò che è stato detto in 661 recensioni ? Poesia, leggerezza, surreale, intimità... tante sono le cose scritte che in tutte e 661 c'è da "cliccare" una preferenza. Rendendo onore a tutte le 661 recensioni faccio un omaggio anche all'autore. Per sempre con noi

    said on 

  • 3

    Trovo di nuovo un Murakami lontano.
    Tanto lo adoro quando riesco ad entrare nei meccanismi e nei personaggi dei suoi libri, altrettanto mi indispettisce quando questo non accade. È sempre lui, leggero ...continue

    Trovo di nuovo un Murakami lontano.
    Tanto lo adoro quando riesco ad entrare nei meccanismi e nei personaggi dei suoi libri, altrettanto mi indispettisce quando questo non accade. È sempre lui, leggero, sensibile e allo stesso tempo distaccato...ma anche questa volta ho trovato per tutto il libro un concatenarsi di sensazioni che mi hanno tenuto distante da una comprensione ed un coinvolgimento più profondi. Pace, sotto un altro libro suo :)

    said on 

  • 4

    Un Murakami come non mi capitava di leggere da un pò... in piccolo tutta la verità e la profondità di romanzi più articolati, come "Kafka sulla spiaggia", "L'uccello che girava le viti del mondo" o "1 ...continue

    Un Murakami come non mi capitava di leggere da un pò... in piccolo tutta la verità e la profondità di romanzi più articolati, come "Kafka sulla spiaggia", "L'uccello che girava le viti del mondo" o "1Q84". I tre personaggi che formano un triangolo in cui nessuno trova completezza, ma che non possono fare a meno uno dell'altro, sono emblematici della solutidine intrinseca di tutti gli uomini. Quello che non troviamo in questo mondo si completa in un mondo parallelo, in cui i personaggi si perdono (o si ritrovano, a seconda dei punti di vista). Come sempre, Murakami diventa specchio per tutti quelli che sondano le profondità della vita umana e, per questo, diventano dei diversi e degli emarginati della società massificatrice.

    said on 

  • 5

    Poesia pura, ma anche lettura avvincente. Ritratto perfetto della protagonista, e dei sentimenti del maestro. rapporto amicizia/amore trattato serenamente e in maniera finalmente adulta. Se poi ci si ...continue

    Poesia pura, ma anche lettura avvincente. Ritratto perfetto della protagonista, e dei sentimenti del maestro. rapporto amicizia/amore trattato serenamente e in maniera finalmente adulta. Se poi ci si rivede in myu o nel maestro, impossibile non staccarsene. Attenzione: si può anche piangere

    said on 

  • 3

    Questo è il primo libro che leggo di Murakami, la prima parte mi è piaciuta molto, ha un ritmo che ti spinge a leggere il capitolo successivo e credo che sia dovuto al personaggio di Sumire. La second ...continue

    Questo è il primo libro che leggo di Murakami, la prima parte mi è piaciuta molto, ha un ritmo che ti spinge a leggere il capitolo successivo e credo che sia dovuto al personaggio di Sumire. La seconda parte mi è piaciuta meno, l'ho letta con più fatica, quasi fosse stata rallentata nel racconto. Tutto sommato è un bel libro, che lascia molte incognite in sospeso.

    said on 

  • 4

    La prima parte è straordinaria - la cosa più bella scritta da Murakami. Affascina e cattura.
    Poi purtroppo non regge davvero il ritmo, ma resta un gran bel racconto.

    said on 

  • 3

    La cosa più importante che era rimasta non era la presenza, ma l'assenza

    Così continuiamo a vivere la nostra vita, pensai. Segnati da perdite profonde e definitive, derubati delle cose per noi più preziose, trasformati in persone diverse che di sè conservano solo lo strato ...continue

    Così continuiamo a vivere la nostra vita, pensai. Segnati da perdite profonde e definitive, derubati delle cose per noi più preziose, trasformati in persone diverse che di sè conservano solo lo strato esterno della pelle; tuttavia, silenziosamente, continuiamo a vivere. Allungando le mani, riusciamo a prenderci la quantità di tempo che ci è assegnata, e poi la guardiamo mentre indietreggia alle nostre spalle.

    said on 

Sorting by