Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Spykiller

Di

Editore: Longanesi (La Gaja Scienza)

3.7
(20)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 426 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8830430811 | Isbn-13: 9788830430815 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: M. Lasvet

Disponibile anche come: Altri

Ti piace Spykiller?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Will Cochrane è un agente dell’MI6 che nessuno all’interno del servizio conosce, tranne il suo referente. Will è semplicemente l’agente segreto più letale del mondo. È un uomo tormentato: orfano di entrambi i genitori, ha visto morire la madre davanti ai suoi occhi quando era poco più che adolescente. Non è soltanto una macchina da guerra: è addestrato a valutare e sfruttare le persone. E deve dare la caccia a un pericolosissimo terrorista iraniano, in un gioco mortale nel quale la fiducia è un bene raro e prezioso, il tradimento è a buon mercato e il prezzo da pagare per chi sbaglia è la vita.
Ordina per
  • 4

    Bello

    Il libro ha un ritmo incalzante e la trama è avvincente, i colpi di scena non mancano, i personaggi sono descritti molto bene e si viene calati completamente nella testa del protagonista. Questo thriller potrebbe tranquillamente essere tradotto in un film... un buon romanzo per gli appassionati d ...continua

    Il libro ha un ritmo incalzante e la trama è avvincente, i colpi di scena non mancano, i personaggi sono descritti molto bene e si viene calati completamente nella testa del protagonista. Questo thriller potrebbe tranquillamente essere tradotto in un film... un buon romanzo per gli appassionati del genere.

    ha scritto il 

  • 2

    L'autore del libro ha un passato nei Servizi segreti inglesi e speravo che ciò fosse una garanzia di originalità, mi auguravo si discostasse almeno un po' dai soliti clichés sulle spie, dei quali tutti hanno ormai largamente abusato. Ed invece anche questo libro fa largo se non addirittura esclu ...continua

    L'autore del libro ha un passato nei Servizi segreti inglesi e speravo che ciò fosse una garanzia di originalità, mi auguravo si discostasse almeno un po' dai soliti clichés sulle spie, dei quali tutti hanno ormai largamente abusato. Ed invece anche questo libro fa largo se non addirittura esclusivo uso dei soliti stereotipi sulle spie, risultando decisamente banale, uguale a tutti gli altri.
    Il protagonista è l'agente più letale dei servizi britannici, l'unico che ha superato un tremendo programma di addestramento che l'ha reso l'agente perfetto: praticamente una specie di Highlander delle spie. Naturalmente è velocissimo con la pistola, ma letale anche a mani nude. In una pagina è quasi morto per ferite e ustioni e in quella dopo corre e si batte come nulla fosse, incurante di pallottole, ferite, ustioni e pezzi di vetro conficcati nel corpo. Una macchina per uccidere, alimentata dall'odio e dal desiderio di vendetta, che però in cuor suo vorrebbe smetterla con quella vita per viverne una normale. Uccide sì, ma in fondo è un buono. Ah dimenticavo, naturalmente i servizi segreti britannici e la Cia, che qui lavorano insieme, sono decisamente meglio degli altri servizi occidentali e basta un solo uomo a sconfiggere un piano di un attentato di grandi proporzioni all'occidente. E' ovvio a questo punto che anche la trama sia banale, già letta. E' possibile prevedere lo svolgimento ed il ruolo dei vari personaggi non appena questi compaiono sulla scena. Detto ciò, è un libro consigliabile solo a coloro che amano inseguimenti e combattimenti e che non sono stanchi di leggere sempre le stesse cose. Deludente!!

    ha scritto il