Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Squadra di annientamento

Epopea della sporca dozzina

Di

Editore: Hobby & Work

3.5
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 281 | Formato: Altri

Isbn-10: 8878511854 | Isbn-13: 9788878511859 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Science Fiction & Fantasy

Ti piace Squadra di annientamento?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quarantunesimo millennio. Sono più di quattro secoli che l'imperatore è assiso immobile sul Trono Dorato della Terra. Gli dei hanno voluto che, grazie all'ausilio del suo esercito infinito, egli fosse il signore assoluto, il sovrano di migliaia di mondi. Ormai è un carcame in putrefazione che avvizzisce a causa del potere che gli deriva dall'Oscura Era della tecnologia. Possenti flotte di astronavi da guerra solcano i miasmi infestati dai demoni del Warp, l'unica via che permette di collegare le stelle tra loro. Eserciti immensi guerreggiano in nome suo su un numero imprecisato di mondi. I più potenti tra loro sono gli Adeptus Astartes, Space Marine potenziati geneticamente...
Ordina per
  • 2

    I primi 2 libri della saga mi sono piaciuti molto, questo fa veramente pena. Scritto male e in velocità, un finale messo li di fretta con una redenzione del protagonista che si poteva benissimo risparmiare,stravogendo in malo modo il suo carattere.La serie poteva benissimo finire in mille modi di ...continua

    I primi 2 libri della saga mi sono piaciuti molto, questo fa veramente pena. Scritto male e in velocità, un finale messo li di fretta con una redenzione del protagonista che si poteva benissimo risparmiare,stravogendo in malo modo il suo carattere.La serie poteva benissimo finire in mille modi diversi, lo scrittore a scelto il finale peggiore. Crevo che Gav Thorpe fosse uno dei migliori scrittore della BlackLibrary ma mi sbagliavo.

    ha scritto il