Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Stagioni diverse

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.3
(3038)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 592 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Chi semplificata , Francese , Spagnolo , Olandese , Tedesco , Portoghese , Polacco , Ceco , Russo

Isbn-10: 8820006650 | Isbn-13: 9788820006655 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Maria Barbara Piccioli , Paola Formenti , Bruno Amato

Disponibile anche come: Paperback , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Stagioni diverse?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Una raccolta di novelle che attraversano la ciclicità delle stagioni, con un tocco poetico e suggestivo,

    in cui vediamo muoversi i numerosi personaggi, tratteggiati con attenzione. Non vi sono esseri sovrannaturali ad animare le storie, ma individui in carne e ossa, che spaventano e lasciano emergere un'intera gamma di emozioni, e, fra queste, alcune sono davvero crudeli.


    Leggi la recensione ...continua

    in cui vediamo muoversi i numerosi personaggi, tratteggiati con attenzione. Non vi sono esseri sovrannaturali ad animare le storie, ma individui in carne e ossa, che spaventano e lasciano emergere un'intera gamma di emozioni, e, fra queste, alcune sono davvero crudeli.

    Leggi la recensione completa qui: http://francescast84.blogspot.it/2014/10/stagioni-diverse-di-stephen-king.html

    Veronica

    ha scritto il 

  • 3

    Abbandonato momentaneamente

    al mmt ho solo messo a riposo...letto le prime due (su quattro), mi è stato prestato un libro al quale tenevo da tempo, per cui ho sospeso, mi riserbo la valutazione finale al termine delle altre due storie

    ha scritto il 

  • 5

    il corpo

    Un bel King, che mi ha coinvolta ed emozionata, trasportandomi indietro nel tempo e facendomi vivere - seppure solo con l'immaginazione - un'avventura adolescenziale memorabile, di quelle che forse ciascuno di noi ha sognato/sogna di vivere almeno una volta nella propria esistenza, con le person ...continua

    Un bel King, che mi ha coinvolta ed emozionata, trasportandomi indietro nel tempo e facendomi vivere - seppure solo con l'immaginazione - un'avventura adolescenziale memorabile, di quelle che forse ciascuno di noi ha sognato/sogna di vivere almeno una volta nella propria esistenza, con le persone giuste, anche se poi la vita stessa ci allontanerà da esse..., ma che in quel preciso momento sono le sole che vorresti avere accanto per sentirti vivo.

    http://chicchidipensieri.blogspot.it/2014/09/recensione-il-corpo-di-stephen-king.html

    ha scritto il 

  • 4

    il buon vecchio Stephen

    I libri di King hanno accompagnato la mia adolescenza, e leggendo questa raccolta di brani sono tornata indietro nel tempo e ho ritrovato il vecchio King. Per intenderci quello di It, Carrie, Pet sematary e Dolores Claiborne ,solo per citarne alcuni.
    Di "stagioni diverse" ho amato soprattutto " ...continua

    I libri di King hanno accompagnato la mia adolescenza, e leggendo questa raccolta di brani sono tornata indietro nel tempo e ho ritrovato il vecchio King. Per intenderci quello di It, Carrie, Pet sematary e Dolores Claiborne ,solo per citarne alcuni. Di "stagioni diverse" ho amato soprattutto "stand by me" Ricordo di un'estate , bellissimo !!!Anche se devo dire che in questo caso il film ( con l'indimenticabile River Phoenix) ha superato di gran lunga il libro.

    ha scritto il 

  • 0

    Le ali della libertà

    In realtà ho letto solo La redenzione di Shawshank, che era l'unica cosa che mi interessava. Penso che non leggerò il resto, anche perché non ce l'ho in cartaceo e la lettura al computer stanca. Meglio il bellissimo film che ne è stato cavato, anche a detta di King, giacché gli sceneggiato ...continua

    In realtà ho letto solo La redenzione di Shawshank, che era l'unica cosa che mi interessava. Penso che non leggerò il resto, anche perché non ce l'ho in cartaceo e la lettura al computer stanca. Meglio il bellissimo film che ne è stato cavato, anche a detta di King, giacché gli sceneggiatori hanno rielaborato la trama conferendole più coerenza, agilità e godibilità. Non escludo che l'aver visto prima il film m'abbia tolto il piacere della scoperta, con quel che segue. Mi astengo dal dare un voto all'intera raccolta proprio per la parzialità della mia conoscenza, ma al racconto letto assegno tre stelle e mezza.

    ha scritto il 

  • 2

    In genere non mi piacciono le raccolti di racconti e ho provato con Stagioni Diverse, essendo un gran fan di King. Dei quattro racconti, ho letto solamente i primi due mentre il terzo (Il Corpo) ho letto solamente le prime cento pagine. Inoltre il poco tempo libero e la mancanza di voglia di legg ...continua

    In genere non mi piacciono le raccolti di racconti e ho provato con Stagioni Diverse, essendo un gran fan di King. Dei quattro racconti, ho letto solamente i primi due mentre il terzo (Il Corpo) ho letto solamente le prime cento pagine. Inoltre il poco tempo libero e la mancanza di voglia di leggere hanno influito nella lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    Un grande King alle prese con altri generi letterari

    La raccolta "Stagioni diverse" ha la particolarità di essere composta da 4 racconti (ognuno fa riferimento ad una stagione dell'anno) che esplorano vari generi letterari oltre a quello dell'horror tipico dell'autore.
    La prima novella è "L'eterna primavera della speranza - Rita Hayworth e la reden ...continua

    La raccolta "Stagioni diverse" ha la particolarità di essere composta da 4 racconti (ognuno fa riferimento ad una stagione dell'anno) che esplorano vari generi letterari oltre a quello dell'horror tipico dell'autore. La prima novella è "L'eterna primavera della speranza - Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank" , una storia molto delicata ed emozionante che verte sul drammatico non poco. Come il famoso romanzo "Il miglio verde" , di cui questo racconto può essere considerato un piccolo antenato , è ambientato in un penitenziario di massima sicurezza. King in questa novella affronta argomenti come la perseveranza davanti alle ingiustizie ,la voglia di libertà e di vita, anche e soprattutto in relazione alle piccole cose. Il protagonista è un chiara metafora della primavera , infatti costui continuerà ad anelare vita e giustizia malgrado la sua situazione d'innocente ma incarcerato per una serie di sfortunati eventi avrebbe abbattuto chiunque. Andy continuerà a rinascere e germogliare durante tutti gli anni di detenzione fino al finale a sorpresa. Un buon racconto quindi nonostante non raggiunga le vette del successivo miglio verde per colpa di qualche passaggio intriso di eccessiva retorica ed una fin troppo marcata somiglianza col romanzo succitato.

    La seconda storia è "L'estate della corruzione - Un ragazzo sveglio", a mio parere il miglior prodotto del volume. L'autore qui ci narra le gesta di un giovane sveglio,brillante e pieno di energie (estate) che intreccerà per eccessiva curiosità una perversa e deviata relazione "d'amicizia" con un ex gerarca nazista. Questo avvenimento scatenerà una serie di eventi disastrosi per la particolare coppia, in una discesa irrefrenabile verso l'inferno. Come detto è la storia che più mi ha colpito , per originalità , mix vincente di generi e sviluppo narrativo. Peccato per un finale fin troppo affrettato e improbabile e per qualche digressione di troppo.

    Il terzo racconto è il famosissimo "L'autunno dell'innocenza - Il corpo". La vicenda tratta dell'avventura di 4 giovani amici che quasi per gioco si troveranno a comprendere il significato di bene e male e la differenza fra vita e morte. L'autore conferma con "Il corpo" per l'ennesima volta la sua maestria nel descrivere l'infanzia e l'adolescenza, tratteggiando i 4 ragazzini in modo tale da renderli dei tuoi amici dopo solo poche pagine. La storia è avvolta da quel velo di malinconia tipico delle storie del RE , una tristezza sfumata e mai banale che rende magiche e quasi "familiari" queste sue storie. La trama di per se non è niente di trascendentale e a far la differenza sono i protagonisti e i significati dietro alle loro peripezie.

    L'ultimo racconto ,"Una storia d'inverno - Il metodo di respirazione", è quello che più tende all'horror e che potenzialmente poteva dare di più. Lo scrittore del Maine qui inserisce troppa carne al fuoco , non approfondisce l'interessantissima e sinistra vicenda del club e si concentra prettamente sulle storie dei "soci" del suddetto circolo. Questo quarto lavoro funziona ma rimane un po di rammarico per le scelte dell'autore improntate sull'argomento più debole della vicenda.

    Dunque una grande raccolta , non perfetta , ma ottima per far ricredere chi pensa che King sappia scrivere solo storie fantastiche e soprannaturali.

    ha scritto il 

  • 4

    La raccolta migliore?

    4 piccoli romanzi, 4 piccoli gioielli!


    Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank: meraviglioso racconto sulla libertà e sul suo valore vissuta attraverso gli insegnamenti di due uomini molto diversi tra loro, due uomini che però dividono per molti anni la stessa prigione. Superbo!< ...continua

    4 piccoli romanzi, 4 piccoli gioielli!

    Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank: meraviglioso racconto sulla libertà e sul suo valore vissuta attraverso gli insegnamenti di due uomini molto diversi tra loro, due uomini che però dividono per molti anni la stessa prigione. Superbo!

    Un ragazzo sveglio: bellissimo racconto, veramente agghiacciante. Un ragazzo entra in contatto con un ex-nazista, con il quale stringe un rapporto di amicizia-perversione inarrestabile.

    Il corpo - Stand by Me: un romanzo/racconto inusuale per King ma molto, molto bello. La storia è quella di 4 adolescenti che partono per un'avventura tra i boschi che cambierà loro la vita per sempre: un'avventura adolescenziale arricchita da bellissime introspezioni dei personaggi (4 amici poco più che ragazzini) che fanno capire il vero valore dello scrittore King. Veramente una perla!

    Metodo di Repirazione: forse il più "debole" dei 4 racconti, ma risulta comunque piacevole. Il racconto di un uomo in un club che verte sui ricordi di una nascita, a cui aveva assistito anni prima, molto particolare! Un racconto un po' alla Poe!

    Caldamente consigliato, soprattutto a tutti quelli che ancora pensano che Stephen King sia 'solo' il Re dell'Horror!

    ps. dai primi 3 racconti sono stati anche sviluppati 3 film veramente bellissimi!

    ha scritto il 

Ordina per