Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Stagioni diverse

Di

Editore: Sperling & Kupfer

4.3
(3053)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 593 | Formato: Tascabile economico | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Chi semplificata , Francese , Spagnolo , Olandese , Tedesco , Portoghese , Polacco , Ceco , Russo

Isbn-10: 8860613582 | Isbn-13: 9788860613585 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: Bruno Amato , Paola Formenti , Maria Barbara Piccioli

Disponibile anche come: Paperback , Copertina rigida , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Stagioni diverse?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un quartetto di racconti in bilico tra l'orrore e l'avventura, l'incubo e la fantasia. Il riscatto di un uomo condannato ingiustamente per omicidio. Il morboso rapporto tra un adolescente e un ex nazista. Quattro ragazzini alla ricerca del cadavere di un coetaneo. Una donna che partorisce in circostanze surreali. Quattro storie da brivido, agghiaccianti e paradossali, che hanno per protagonisti mostri moderni.
Ordina per
  • 4

    Ho adorato "L'eterna primavera della speranza - Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank" perché innamorato da sempre della trasposizione cinematografica (Le ali della Libertà); ho gradito "L'estate della corruzione - Un ragazzo sveglio" anche se il finale poteva esser tirato via meglio; mi è p ...continua

    Ho adorato "L'eterna primavera della speranza - Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank" perché innamorato da sempre della trasposizione cinematografica (Le ali della Libertà); ho gradito "L'estate della corruzione - Un ragazzo sveglio" anche se il finale poteva esser tirato via meglio; mi è piaciuto molto "L'autunno dell'innocenza - Il corpo" (Stand by me); ma quello che veramente ho trovato bello è stato "Una storia d'inverno - Il metodo di respirazione".

    ha scritto il 

  • 4

    " Non ho mai più avuto amici come quelli che avevo a 12 anni. Gesù, chi li ha?"

    "Le cose più importanti sono le più difficili da dire. Sono quelle di cui ci si vergogna, poiché le parole le immiseriscono – le parole rimpiccioliscono cose che finché erano nella vostra testa sembravano sconfinate, e le riducono a non più che a grandezza naturale quando vengono portate fuori. M ...continua

    "Le cose più importanti sono le più difficili da dire. Sono quelle di cui ci si vergogna, poiché le parole le immiseriscono – le parole rimpiccioliscono cose che finché erano nella vostra testa sembravano sconfinate, e le riducono a non più che a grandezza naturale quando vengono portate fuori. Ma è più che questo, vero? Le cose più importanti giacciono troppo vicine al punto dov'è sepolto il vostro cuore segreto, come segnali lasciati per ritrovare un tesoro che i vostri nemici sarebbero felicissimi di portare via. E potreste fare rivelazioni che vi costano per poi scoprire che la gente vi guarda strano, senza capire affatto quello che avete detto, senza capire perché vi sembrava tanto importante da piangere quasi mentre lo dicevate. Questa è la cosa peggiore, secondo me. Quando il segreto rimane chiuso dentro non per mancanza di uno che lo racconti ma per mancanza di un orecchio che sappia ascoltare." da "Il corpo" S.King

    ha scritto il 

  • 4

    Bellissimo libro. I racconti tutti belli (in particolare Il Corpo e Un Ragazzo Sveglio). Il corpo è stato in assoluto il mio preferito. Il rapporto dei quattro ragazzi è commovente nella sua semplicità . Stephen King è un bravissimo scrittore anche se a volte un po' complicato.

    ha scritto il 

  • 5

    Dopo la parziale delusione di Mr. Mercedes torno al King che apprezzo di più. 4 storie, una per ogni stagione. Personalmente le due che ho preferito sono "Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank" e "Il corpo". La prima è il racconto del riscatto di una vita, la seconda tratta del passaggio di ...continua

    Dopo la parziale delusione di Mr. Mercedes torno al King che apprezzo di più. 4 storie, una per ogni stagione. Personalmente le due che ho preferito sono "Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank" e "Il corpo". La prima è il racconto del riscatto di una vita, la seconda tratta del passaggio di 4 ragazzini all'età adulta (e come in IT King dà il meglio di sè in questo genere di storie, riuscendo a far venire nostalgia per i propri anni trascorsi spensieratamente). Menzione speciale la merita "Il metodo di respirazione" una storia terribile, ma allo stesso tempo toccante. Anello debole della catena, a mio parere, "Un ragazzo sveglio", inquietante, con un protagonista folle e capace di tutto. Nel complesso, comunque, voto pieno.

    ha scritto il 

  • 3

    Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank

    Ho letto solo il primo racconto "Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank". Non mi sono fermato al primo racconto perché non mi è piaciuto, è un libro scritto benissimo, anche troppo, è stato il mio primo approccio con King.
    Ho deciso di leggerlo perché prima di guardare un film preferisc ...continua

    Ho letto solo il primo racconto "Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank". Non mi sono fermato al primo racconto perché non mi è piaciuto, è un libro scritto benissimo, anche troppo, è stato il mio primo approccio con King.
    Ho deciso di leggerlo perché prima di guardare un film preferisco sempre leggere il libro, e devo dire che questo libro mi è piaciuto.
    Però ho anche scoperto che probabilmente King non fa per me: è il tipo di scrittore che scrive anche troppo bene, riesce a ricamare intorno ad un dettaglio insignificante pagine e pagine scritte benissimo che scorrono lisce come l'olio. Probabilmente questo è proprio ciò che fa di lui lo scrittore famoso che è.

    ha scritto il 

  • 5

    Ottimo e...primo libro di King che leggo!
    L'ho scelto sia perchè i racconti non sono solo del terrore, sia perchè volevo leggere Il Corpo, ovvero il racconto da cui è stato tratto il film Stand By Me; e come King stesso ha riferito, uno dei migliori film tratti dai suoi libri.
    In ogni ...continua

    Ottimo e...primo libro di King che leggo!
    L'ho scelto sia perchè i racconti non sono solo del terrore, sia perchè volevo leggere Il Corpo, ovvero il racconto da cui è stato tratto il film Stand By Me; e come King stesso ha riferito, uno dei migliori film tratti dai suoi libri.
    In ogni caso, una volta aperto e finito, richiuso il tomo, ognuno di questi racconti merita tanto quanto "Il corpo". Uno dei miei preferiti è "Un ragazzo sveglio", no forse è l'ultimo racconto, no forse è ....al diavolo! E' un ottimo libro ed in un modo o nell'altro ogni racconto ha qualche riferimento al precedente, a parte la prima storia, ottima ma con qualche incongruenza, si meirta di essere letto!!

    ha scritto il 

  • 4

    Ogni volta che finisco un libro di Stephen King non riesco a non pensare che sia un genio, il regalo più grande che la vita abbia fatto a noi lettori.
    Qui siamo davanti a quattro novelle ognuna che merita una recensione e un voto.

    - Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank (4/5): ...continua

    Ogni volta che finisco un libro di Stephen King non riesco a non pensare che sia un genio, il regalo più grande che la vita abbia fatto a noi lettori.
    Qui siamo davanti a quattro novelle ognuna che merita una recensione e un voto.

    - Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank (4/5): ammetto di aver iniziato a leggere questa raccolta perché curiosa di vedere l'originale di Stephen King dopo aver visto il film tratto da questo racconto ''Le ali della libertà''. Ho trovato il film leggermente migliore, ma anche il racconto si legge bene e non è stato rovinato dalla visione del film.

    - Un ragazzo sveglio (5/5): Il mio preferito della raccolta. L'ho trovato originale, mi sono piaciuti moltissimo i personaggi e mi ha tenuta incollata alle pagine come da molto non mi accadeva. Si vede tutta la maestria di King in questo racconto. Davvero, davvero da leggere!

    - Il corpo - Stand by me (3/5): Questo è il racconto che mi è piaciuto meno. Noto di essere molto fuori dal coro in questo mio giudizio, quindi può anche darsi che semplicemente non fossi nello stato giusto per leggerlo. Non mancherò di rileggerlo in futuro. Per il momento posso dire che mi sono piaciuti i protagonisti, con i quali si crea subito una sorta di legame, ci si ritrova ad essere uno di loro. Non mi è piaciuto il suo essere molto prolisso, a tratti l'ho trovato noioso e la parte ''bella'' è stata rilegata un po' alla fine e trattata troppo velocemente, secondo me.

    - Il metodo di respirazione (4/5): Racconto che chiude il libro. Ho trovato l'inizio un po' noioso, ma quando il racconto prende il ''via'', entra nella sua fase di azione, diventa a mio parere meraviglioso. A tratti mi ha commosso, a tratti fatto arrabbiare. E mi è piaciuto anche il finale così ''aperto'' che lascia a noi lettori la possibilità di vagare con la fantasia alla ricerca di quello che King non dice.

    Due parole le spendo anche per il capito "Una parola di conclusione": mi è piaciuto molto. Mi ha dato come l'idea di un King che si ferma con noi lettori a un bar e ci racconta un aneddoto della sua vita, come è nata questa raccolta.

    ha scritto il 

  • 5

    "Per un attimo ci guardammo negli occhi e vedemmo qualcosa di quelle cose autentiche che ci facevano amici."

    Quattro racconti che si fanno leggere tutti d'un fiato. Racconti che parlano di amicizia, libertà, ossessione, follia, avventura. E' il mio terzo King e mi ha piacevolmente sorpreso: qui non c'è soprannaturale (tranne forse ne "Il metodo di respirazione") ma c'è qualcosa che spaventa ancora di pi ...continua

    Quattro racconti che si fanno leggere tutti d'un fiato. Racconti che parlano di amicizia, libertà, ossessione, follia, avventura. E' il mio terzo King e mi ha piacevolmente sorpreso: qui non c'è soprannaturale (tranne forse ne "Il metodo di respirazione") ma c'è qualcosa che spaventa ancora di più: l'uomo, il vero mostro di cui bisogna avere paura. Quattro piccoli gioielli che risplendono di luce propria. Il mio preferito: "Un ragazzo sveglio".

    Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank ****1/2
    Un ragazzo sveglio *****
    Il corpo *****
    Il metodo di respirazione ****1/2

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta di novelle che attraversano la ciclicità delle stagioni, con un tocco poetico e suggestivo,

    in cui vediamo muoversi i numerosi personaggi, tratteggiati con attenzione. Non vi sono esseri sovrannaturali ad animare le storie, ma individui in carne e ossa, che spaventano e lasciano emergere un'intera gamma di emozioni, e, fra queste, alcune sono davvero crudeli.


    Leggi la recensione ...continua

    in cui vediamo muoversi i numerosi personaggi, tratteggiati con attenzione. Non vi sono esseri sovrannaturali ad animare le storie, ma individui in carne e ossa, che spaventano e lasciano emergere un'intera gamma di emozioni, e, fra queste, alcune sono davvero crudeli.

    Leggi la recensione completa qui: http://francescast84.blogspot.it/2014/10/stagioni-diverse-di-stephen-king.html

    Veronica

    ha scritto il 

Ordina per