Starcrossed

Di

Editore: Giunti (Y)

3.8
(976)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 464 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese

Isbn-10: 8809768272 | Isbn-13: 9788809768277 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: M. Rossari

Disponibile anche come: eBook , Altri , Paperback

Genere: Rosa , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Starcrossed?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un'antica tragedia d'amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l'omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Poteva essere decisamente un libro migliore.

    Allora..l'idea di base era buona, prendere i miti greci e adattarli ai nostri giorni con i discendenti delle divinità greche.
    Però la scrittura non va proprio, troppo semplice e infantile alcune frasi ...continua

    Allora..l'idea di base era buona, prendere i miti greci e adattarli ai nostri giorni con i discendenti delle divinità greche.
    Però la scrittura non va proprio, troppo semplice e infantile alcune frasi sono proprio ridicole e per non parlare della protagonista,Helen, una bimba piagnucolona.. avevo degli istinti omicidi nei suoi confronti; tu sei una discendente, mezzo mondo ti vuole morta e ti rifiuti d'imparare a combattere? Ma dai su, ''non voglio usare i miei poteri potrei ferire qualcuno'' grazie, genio del male, loro ti vogliono morta.
    Eppoi, sebbene l'idea di partenza fosse originale, nella storia ci sono troppi elementi ripresi da altri libri(Twilight,Harry Potter,Shadowhunters..)
    Devo dire, però, che alla fine il libro sembra riprendersi un po' nello stile..leggerò i seguiti per vedere come procede la storia e se ci sono miglioramenti.

    ha scritto il 

  • 4

    Quando ho iniziato a leggerlo mi era sembrato un libro veramente fantastico. interessante riprendere i vecchi miti greci, anche se lo stile e la scrittura sono adatti solo ad un pubblico giovane. Piac ...continua

    Quando ho iniziato a leggerlo mi era sembrato un libro veramente fantastico. interessante riprendere i vecchi miti greci, anche se lo stile e la scrittura sono adatti solo ad un pubblico giovane. Piacevole passatempo in generale!

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Lo spunto poteva essere buono e la trama avvincente, ma la narrazione è a tratti, soprattutto all'inizio, molto "infantile", una scrittura estremamente semplice che spiega ogni gesto e ogni pensiero, ...continua

    Lo spunto poteva essere buono e la trama avvincente, ma la narrazione è a tratti, soprattutto all'inizio, molto "infantile", una scrittura estremamente semplice che spiega ogni gesto e ogni pensiero, come se il lettore non potesse intuire o comprendere cosa sta accadendo. Inoltre fino a circa il 25% del romanzo Helen si rende conto dei suoi superpoteri ma non ha idea della loro origine e il concetto è ripetuto fino all'eccesso.
    A un certo punto il romanzo diventa una collezione di "cose già" viste e che hanno fatto successo: i Discendenti sono divisi in 4 case, guarda un po', proprio 4! Chi non ha pensato alle 4 case di Harry Potter? La protagonista vive sola col padre e una famiglia di superdotati la deve proteggere da un nemico che la vuole uccidere... come nella saga di Twilight. E come nella saga di Twilight questi superdotati sono bellissimi (e guarda caso sono 3 maschi e 2 femmine...), hanno una bellissima casa isolata e un parco auto di tutto rispetto. A un certo punto Helen scopre che il ragazzo di cui è innamorata è suo cugino e quindi tra loro non può esserci nulla, come in Shadowhunters e come in quella saga è il genitore cattivo a fare la rivelazione, anche se in questo caso è la madre e non il padre...
    Peccato... non so se leggerò il seguito.

    ha scritto il 

  • 4

    Bello

    Premetto che ho già letto tutta la trilogia.
    Allora, sinceramente a me come storia mi è piaciuta...c'è un po' di tutto, amore, avventura, azione, mitologia, ecc... Inoltre i libri si leggono molto ben ...continua

    Premetto che ho già letto tutta la trilogia.
    Allora, sinceramente a me come storia mi è piaciuta...c'è un po' di tutto, amore, avventura, azione, mitologia, ecc... Inoltre i libri si leggono molto bene, la lettura è fluida e scorrevole, personalmente li ho letti tutti d'un fiato! Sono libri leggeri, non troppo impegnativi, e li consiglio vivamente. :)

    ha scritto il 

  • 2

    Un buon libro

    Ma si daì, la storia in sé è banalotta ma almeno è leggibile. Scorrevole e simpatica è la solita piacevole storia d'amore tra teenagers superdotati. Niente di più e niente di meno.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro ben scritto e bello. Non sono assolutamente d'accordo con chi dice che é una copia di twilight; non é assolutamente vero. In Starcrossed c'é una storia d'amore, ma c'é dentro mitologia, pericoli ...continua

    Libro ben scritto e bello. Non sono assolutamente d'accordo con chi dice che é una copia di twilight; non é assolutamente vero. In Starcrossed c'é una storia d'amore, ma c'é dentro mitologia, pericoli, morti e magia. In Twilight solo una storia d'amore. Ci sono colpi di scena e ho amato i personaggi alla follia, soprattutto Hector. Do 4 stelle invece di 5 perché secondo me la guerra tra le Casate che fa risorgere Atlantide era un tema un po' costretto, e non molto approfondito.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Oh, accidenti, no...
    Non posso dargli una stella, perché non si merita lo stesso voto de "La Profezia di Celestino" (almeno Josephine ci prova) ma... questo libro è insoddisfacente sotto molti, troppi ...continua

    Oh, accidenti, no...
    Non posso dargli una stella, perché non si merita lo stesso voto de "La Profezia di Celestino" (almeno Josephine ci prova) ma... questo libro è insoddisfacente sotto molti, troppi aspetti.
    Pazienza se c'è troppa love-story, o che la storia sia... strana. Alla fine è fantasy, e anche se segue il solito copione alla Twilight, tutto sommato è per certi versi originale. L'idea di basarlo sui miti greci portati ai giorni nostri è interessante.
    Ma è lo stile, il modo in cui è resto che è decisamente... dilettantistico, mi spiace dirlo.
    Superutilizzo in ogni frase di aggettivi assolutamente inutili, sembra quasi che voglia allungare il libro per non farlo finire dopo cento pagine; dialoghi improbabili, personaggi infantili che dicono cose veramente stupide anche considerando la sospensione dell'incredulità; eventi che accadono così dal nulla, senza una ragione, proprio nel momento in cui all'autore servono per la storia. Nei romanzi, quelli seri, ci sono eventi che accadono all'inizio, e che si dipanano durante la lettura per arrivare al momento giusto ad interagire fra loro. Qui no. Ad esempio, si parla per ore di un personaggio, si descrivono tutte le sue caratteristiche, ma solo a metà libro, proprio quando serve, si scopre che è un "Disvelatore", cioé in grado di capire sempre se la protagonista mente o no. E a proposito, c'è tutta una serie di superpoteri che non c'entrano niente col tema: sono semi-dei greci, ok. Qualcuno prevede il futuro, ha senso, c'era l'Oracolo che era in grado di farlo. Ma perché mai uno - e uno solo di loro, guarda caso - dovrebbe essere in grado di capire se menti o no? E perché due personaggi... ma guarda un po', proprio e solo quei due, e nessun altro, possono fluttuare nell'aria? Comodo... proprio loro....
    Personaggi che oltre che dire cose stupide e spesso infantili, si comportano in maniera del tutto irrealistica anche per un fantasy, come la migliore amica della protagonista che immediatamente accetta senza storie il fatto che lei sia una semidea greca perché "Si, ti ho vista volare quando avevamo 5 anni, ti ho anche spinto giù dalle scale per esserne sicura; sapevo che avevi dei superpoteri ma non ti ho detto niente in tutti questi anni - più di dieci anni - perché speravo che lo facessi tu". MA DAI.
    Alla fine, la storia potrebbe essere anche interessante, l'idea originale, e a fargli guadagnare un voto basso non è la storia d'amore alla romanzetto Harmony: anche Lux, per citarne uno, ha tanto, troppo amore.. ma lì, per la maggior parte del tempo, ha un senso. Qua, quasi mai. Perciò no. Mi dispiace ma ce ne vuole, prima di definirlo un buon libro...

    ha scritto il 

  • 1

    Se io fossi appena più furba e avessi letto la recensione sulla copertina, avrei scaraventato il libro a terra..subito. Infatti Lauren Kate scrive- una saga indimenticabile, meravigliosa.. Mi sono inn ...continua

    Se io fossi appena più furba e avessi letto la recensione sulla copertina, avrei scaraventato il libro a terra..subito. Infatti Lauren Kate scrive- una saga indimenticabile, meravigliosa.. Mi sono innamorata di Lucas, quanto e più di Helen. Dio, non vedo l'ora di leggere il seguito-
    E se queste sono le parole dell'autrice di quella schifezza di Fallen.....

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Devo dire che a impatto il primo capitolo non è riuscito a farmi immergere nel libro e inchiodarmi alle pagine, ma nei capitoli seguenti è come se l'autrice avesse cambiato modo di scrivere. Il libro ...continua

    Devo dire che a impatto il primo capitolo non è riuscito a farmi immergere nel libro e inchiodarmi alle pagine, ma nei capitoli seguenti è come se l'autrice avesse cambiato modo di scrivere. Il libro ha iniziato ad aumentare il ritmo del mistero diventando sempre più incalzante. La trama si è svolta come mai mi sarei aspettato. Dai primi capitoli avrei paragonato questo libro a Twilight perché ci sono molte somiglianze, a partire dal fatto che in città arriva una famiglia di ragazzi affascinanti, ricchi e Helen vive con il padre. Con il proseguire della lettura l'unica differenza, di spicco, è quella che non si parla di vampiri, bensì di dei greci.

    Helen, come tutte le ragazze della sua età, si sente diversa rispetto agli altri, etichettata di essere un mostriciattolo. Ha come amici Clare e Matt. Dovrebbe prendere in considerazione di studiare per essere prima della classe per poter ottenere una borsa di studio per andare all'università, ma non vuole attirare l'attenzione più di tanto su di sé. È molto veloce a correre, al di là delle persone normali e, per questo, deve limitare i suoi poteri finché, un giorno, tenterà di uccidere uno dei ragazzi della nuova famiglia arrivata in città, presa da una furia incontrollata. Da qui il mistero si infittisce. Perché Helen odia quel ragazzo pur vedendolo per la prima volta. E perché si sveglia dagli incubi con i piedi sporchi?

    ha scritto il