Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Starcrossed

By Josephine Angelini

(941)

| Hardcover | 9788809768277

Like Starcrossed ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha Continue

Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un'antica tragedia d'amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l'omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?

235 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Recensione disponibile su Parole di Carta: http://paroledicarta.blogfree.net/?t=4934345

    Is this helpful?

    Corvotempesta said on Jul 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Starcrossed. - Josephine Angelini.

    Esistono libri che colpiscono più di altri, e Starcrossed ne è un esempio perfetto! Una volta che l'avrete iniziato, non riuscirete più a smettere di leggere.

    Libro intrigante che riesce a prenderti fin da subito, scritto molto bene e con grandi col ...(continue)

    Esistono libri che colpiscono più di altri, e Starcrossed ne è un esempio perfetto! Una volta che l'avrete iniziato, non riuscirete più a smettere di leggere.

    Libro intrigante che riesce a prenderti fin da subito, scritto molto bene e con grandi colpi di scena.

    Come finirà la storia fra Helen e Lucas?
    Non resta che leggere il seguito!

    Is this helpful?

    Reader 95 said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Un altro libro attorno il quale si era innalzato un polverone incredibile, ma che mi ha lasciato molto delusa (come si potrebbe facilmente notare dalle stelline ). Non è sicuramente uno dei peggiori libri della mia “carriera” da lettrice, e questa va ...(continue)

    Un altro libro attorno il quale si era innalzato un polverone incredibile, ma che mi ha lasciato molto delusa (come si potrebbe facilmente notare dalle stelline ). Non è sicuramente uno dei peggiori libri della mia “carriera” da lettrice, e questa valutazione penso sia dovuta anche ad una questione personale.
    Ho cominciato a leggere questo libro perché, una volta aver letto la trama, ha immediatamente catturato la mia attenzione. L’ho visto come una specie di escamotage per rendere quasi simpatico il poema dell’Iliade.
    Cominciamo, comunque, a parlare del romanzo. I personaggi sono una macedonia di cliché e personalità insopportabili, a partire dalla stessa protagonista. Helen è la solita strafiga che non sa di esserlo, alta, bionda, occhi azzurri, tra l’altro campionessa di atletica senza allenarsi in modo particolarmente eccessivo (una dote che capiremo in seguito a cosa è dovuta). Oltre questa caratteristica, Helen non ha nessun talento particolare: è una sfigata e non ha una vita sociale molto piena, di conseguenza rimane spesso a casa. A fare cosa?, vi chiederete. Vi rispondo subito: a fare nulla, dato che non legge, non dipinge, non suona e non ha nessuna particolare aspirazione. La sua migliore amica giapponese, Claire, è una gnocca anche lei, ma fortunatamente ne è a conoscenza, parla sempre di ragazzi e va benissimo a scuola. Diciamo che è la tipica accoppiata tra la ragazza più spigliata e anche superficiale sotto alcuni punti di vista, e quella più chiusa e sfigata. Inoltre, grazie al lessico molto affine dell’autrice, Claire viene descritta come una “nanerottola”. Ora cara Josephine, non stai scrivendo un libro per bambini! Ci sono tremila modi differenti per esprimere il concetto di bassezza e, guarda caso, vai ad utilizzare proprio quello più patetico. Lo stesso stile l’ho trovato un po’ ridicolo e troppo di basso livello, per quanto questo libro sia uno young adult. Helen, invece, viene chiamata “mostriciattolo” dalla più popolare della scuola. Sempre per ritornare al discorso del libro per bambini, trovo un po’ irreale il fatto che qualcuno venga chiamato in questo modo in terzo superiore.
    Comunque, nell’isola dove vive la protagonista (molto piccola), si trasferisce la famiglia Delos, subito sulla bocca di tutti grazie ai loro geni miracolosi e al fatto di essere i nuovi in una zona dove le novità sono molto rare. Lucas è il protagonista maschile, anche lui un clichè: superfigo, bellissimo, MA fortunatamente è un gentiluomo e non un bastardo.
    Helen, non appena lo vede, tenta di ucciderlo e lo attacca, ma Lucas si difende bene e la mette KO. Tra l’altro la ragazza si sente male e viene portata in infermeria. Non ho detto che Helen non ha la madre, che l’ha abbandonata lasciandola sola con Jerry, un personaggio che mi era anche simpatico, finché non si è schierato dalla parte della figlia nonostante abbia cercato di ammazzare un ragazzo che nemmeno conosceva. La stai educando benissimo, Jerry, continua così!
    Il rapporto fra i due continua in questo modo, si attaccano, cercano di stare lontani, ma comunque le voci girano nell’isola. Tanto che ci ritroviamo con un’abominevole figura di migliore amica (che ho trovato in altri Young Adult). Claire, al posto di schierarsi con Helen, dubita di lei e inventa le più assurde ipotesi secondo il quale lei picchia Lucas.
    Senza soffermarci troppo su eventi inutili, raccontiamo uno dei più importanti. Helen si ritrova su un picco in una zona isolata dell’isola (perché dovete sapere che su quest’isola la gente vola, si scanna, si picchia, usa poteri sovrannaturali e gli abitanti, dei grandi imbecilli, non se ne accorgono) e cade. Lucas la salva prendendola volando e cadono formando un cratere grande quanto quello lasciato dal meteorite caduto in Arizona. Helen ha tutte le ossa rotte e, invece di sentire un dolore lancinante, si sofferma su particolari idioti e ridicoli, dando vita a riflessioni assurde e fuori luogo, perché un altro difetto di questo libro è proprio la psicologia della protagonista. Non tanto il suo modo di pensare, che comprende idiozie varie del tipo “no, non mi interessa dei Delos perché devo distinguermi e fare l’asociale” all’inizio del romanzo quando arrivano sull’isola. Il racconto, poi, è narrato anche in terza persona, eppure tutto gira attorno alla protagonista e non vi è narrata nessuna scena (a parte qualcuna necessaria) in cui lei non sia presente. Anche la psicologia degli altri personaggi non è affatto approfondita, l’autrice si sofferma esclusivamente su di lei.
    Da qui, ci viene spiegato l’elemento magico del libro, che non mi è piaciuto affatto. Ho trovato le spiegazioni molto vaghe, confuse, messe lì in ordine sparso senza comprenderne la ragione e ho dunque faticato a seguire il libro. L’autrice, prendendo come pilastro fondamentale l’Iliade o comunque la cultura greca, ha dimostrato di non conoscerla affatto e ha inserito elementi che collidono tra di loro e rendono un’accozzaglia di caratteristiche della mitologia greca, qualcosa di contrastante e confusionario. Giusto per citare qualcosa di semplice, la Casa di Tebe (del quale fanno parte i membri della famiglia Delos). Perché scegliere la città di Tebe, che non ha niente a che fare con l’Iliade? Anche la Casa di Roma, per esempio. Come facevano gli dei fondatori delle case, a sapere di una futura nascita della città di Roma durante la guerra di Troia? Proprio questa guerra viene raccontata in maniera molto imprecisa, viene descritta come devastante e nient’altro. Da cosa è stata causata?
    Inoltre Lucas ed Helen dovrebbero essere la reincarnazione di Elena e Paride. Cosa c’entrano i semidei e i discendenti degli dei? Elena e Paride erano semplicemente due umani innamorati. E poi, se è stata rotta la maledizione delle Furie, perché Helen attaccava solamente Lucas e non altri membri della famiglia Delos?
    In tutto questo, Helen reagisce solamente scrollando le spalle e facendo “ooh”, come se fossero cose che scopri facilmente tutti i giorni.
    Dopo altri avvenimenti, Helen comincia a prendere delle lezioni di lotta e di utilizzo dei poteri dai membri della famiglia Delos, e ci sono delle scene seriamente patetiche. Helen si fa colpire, non attacca, senza nemmeno schivare i colpi, una tattica che sinceramente non ho capito. Genia, almeno schivali, che già suo padre non vede i Delos di buon’occhio, poi vuole anche tornare a casa con i lividi. E qui ci viene anche rivelato che Hector e Lucas, a volte, spiavano Helen mentre dormiva per controllarla (e lei si incazza da morire).
    Per rendere più piccante il racconto, la Angelini ha aggiunto Creos, uno dei membri della famiglia Delos che si trova ancora in Spagna e che sono praticamente il lato cattivo della famiglia. La parte dei Delos sull’isola si sono allontanati dalla famiglia anche a causa della rivalità tra Creos ed Hector, che, a quanto ho capito, avrebbe fatto un torto al ragazzo. E qui la Angelini ci dimostra di sapere TUUUUUUTTO della cultura micenea: si inventa la balla che non si può uccidere un membro della famiglia e quindi, dato che Hector ci è andato vicino, si sono allontanati. Stronzata madornale, perché secondo la cultura greca se ti viene fatto un torto, è tuo diritto e DOVERE vendicarti, indipendentemente dal fatto che sia tuo parente o meno. E anche se esistesse questa specie di regola morale, la vendetta e l’onore sono comunque al primo posto.
    Creos viene introdotto grazie ad Helen, che, mentre corre in palestra, esce e si inoltra nella vegetazione, notando questo tizio inquietante che sembra attirare la luce e far cadere tutto nell’oscurità. A prescindere dall’irrealismo con il quale è narrata la scena, perché se sei ad allenarti sotto gli occhi dell’autrice come fai a sparire nella vegetazione? Tra l’altro, quale vegetazione se sei a scuola? Ovviamente, dato che ad Helen fatto arrabbiare l’eccessivo controllo di Lucas ed Hector, insegue quest’uomo. Davvero coerente la ragazza, solo lei ha diritto ad essere rispettata e ad avere una dignità. In ogni caso finisce al pronto soccorso.
    Diciamo che qui mi sono fermata, potrete benissimo dedurre che non ho continuato, altrimenti sarei uscita da questa lettura come un soldato in guerra. L’autrice ha anche inserito il mistero di Atlantide e stronzate varie, modificando così radicalmente le tradizione greche e facendo uscire una specie di copia orrenda di Percy Jackson. I personaggi, che frequentano il terzo superiore, si muovono e parlano in maniera talmente immatura, che la mia mente, senza farlo a posta, li ha elaborati come ragazzini di quattordici anni. Quando leggevo di Helen e Lucas, erano come due ragazzini di primo superiore che la mia testa li elaborava.

    Is this helpful?

    Konnichiwa Efp said on Jun 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La lettura di questo libro è stata molto piacevole e scorrevole, la trama è appassionante e coinvolgente e i personaggi mi sono sembrati tutti abbastanza descritti e caratterizzati. Non vedo l'ora di leggere il secondo libro!

    Is this helpful?

    felicetu6 said on Jun 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La storia d'amore di Helen e Lucas

    Helen e Lucas hanno scoperto di amarsi fin dal primo momento, ma devono stare anche lontani perché si no ci sarà la guerra degli antichi dei, come è successo ha Elena di Troia e Paride, e volevano scappare ma Daphne la mamma di Helen disse che loro s ...(continue)

    Helen e Lucas hanno scoperto di amarsi fin dal primo momento, ma devono stare anche lontani perché si no ci sarà la guerra degli antichi dei, come è successo ha Elena di Troia e Paride, e volevano scappare ma Daphne la mamma di Helen disse che loro sono cugini perché Helen è figlia di Ajxa(che non è vero) cosa ha in mente per tenerli separati? Lo scoprirò nel secondo volume. Che secondo me Daphne nasconde qualcosa.

    Is this helpful?

    Beautydaily said on May 13, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book