Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Stark

Di

Editore: Einaudi

3.7
(473)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 180 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Francese

Isbn-10: 8806193678 | Isbn-13: 9788806193676 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Cristiana Mennella ; Contributi: James Ellroy , Jennifer Steele

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Stark?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Stark è una canaglia: dipende dalle droghe, vive nel crimine e non conosce pentimenti né voglia di affrancarsi. E il prototipo di tutti gli eroi di Bunker. Adora i vestiti di lusso, le automobili veloci, le prostitute d'alto bordo. Colleziona cadaveri mentre sgomita per farsi strada in una schiera di malviventi, sfrontato come solo chi si illude di vincere sa essere. Mentre lo spettro della camera a gas del carcere di San Quintino gli sta sempre alle costole.
Ordina per
  • 4

    .."brindiamo al modo in cui viviamo.
    Magari finirà presto, ma che importa?

    Inutile che fai l'avvocato dei poveri.
    Così è la vita: marcia e senza cuore. Cane mangia cane.

    Chi se ne fotte. Andiamo all'inferno insieme."

    Il primo libro di "Eddie Mr. Blue Bunker" anche ...continua

    .."brindiamo al modo in cui viviamo.
    Magari finirà presto, ma che importa?

    Inutile che fai l'avvocato dei poveri.
    Così è la vita: marcia e senza cuore. Cane mangia cane.

    Chi se ne fotte. Andiamo all'inferno insieme."

    Il primo libro di "Eddie Mr. Blue Bunker" anche se è uscito postumo.
    Stima.

    ha scritto il 

  • 4

    Right Now

    In questa edizione il romanzo di Bunker è preceduto da un breve scritto di altro autore e seguito da un ricordo di Jennifer Steele. Nel primo, James Ellroy fa un inutile piccolo coccodrillo con aspirazioni ironiche; nel secondo la compagna di vita del Nostro ci fa un ritratto generoso delle qual ...continua

    In questa edizione il romanzo di Bunker è preceduto da un breve scritto di altro autore e seguito da un ricordo di Jennifer Steele. Nel primo, James Ellroy fa un inutile piccolo coccodrillo con aspirazioni ironiche; nel secondo la compagna di vita del Nostro ci fa un ritratto generoso delle qualità del defunto scrittore con punte agiografiche a mio parere banali. Per fortuna, nel mezzo c'è la storia di Stark. Edward Bunker infatti non ha bisogno di “trucchi da quattro soldi”: racconta la vicenda del protagonista nel suo stile asciutto, duro, penetrante, diretto. Stark è un guappo dalla faccia tosta, la parlantina sempre pronta all'uso, scaltro, amorale, tossico, truffatore, reietto e perduto, ma spinto dalla ricerca della violenta felicità data dalla ricchezza di quello che si potrebbe inquadrare sia come il sogno americano – se siete in vena di interpretazioni meta-letterarie ricorrenti – , sia come semplice istinto di sopravvivenza e sopraffazione cannibalesca – se preferite inquadrarlo in un ottica più prettamente sociale – . Penso che il vecchio E.B. se ne fregherebbe altamente di entrambe. Lui ha la sua storia da raccontare e lo fa benissimo, in culo alla gloria, l'agiografia e a Stark stesso.
    Da leggere.
    Right Now.

    ha scritto il 

  • 4

    inizio hard

    prima prova narrativa per bunker, che attinse a piene mani dal suo background strasciammanato: un truffatore tossico e i suoi raggiri, i suoi inghippi per guadagnare il + possibile. Ritmo serrato, dialoghi spesso efficaci, personaggi abbastanza ben disegnati

    ha scritto il 

  • 4

    Spesso Stark si chiede cosa avrebbe fatto al posto suo Humphrey Bogart. Il suo idolo però impersonava ruoli di un eroe caratterialmente leale e generoso che contrasta decisamente con l' avidità e l' egoismo del protagonista. Ma forse, un po' alla volta si scopre che Stark non e' poi così malvagio ...continua

    Spesso Stark si chiede cosa avrebbe fatto al posto suo Humphrey Bogart. Il suo idolo però impersonava ruoli di un eroe caratterialmente leale e generoso che contrasta decisamente con l' avidità e l' egoismo del protagonista. Ma forse, un po' alla volta si scopre che Stark non e' poi così malvagio ed un briciolo di cuore ce l' ha pure lui...

    ha scritto il 

  • 5

    Stark

    L'amore per Edward Bunker è scoppiato d'improvviso come quelle voglie incolmabili e insopportabili. Cercavo da tempo uno scrittore così particolare, crudo, vero, asciutto e intenso. Eddie Bunker è questo e molto altro. Noir? Thriller? Hard boiled? Sì, ma non solo. Per me rientra in quella cerchia ...continua

    L'amore per Edward Bunker è scoppiato d'improvviso come quelle voglie incolmabili e insopportabili. Cercavo da tempo uno scrittore così particolare, crudo, vero, asciutto e intenso. Eddie Bunker è questo e molto altro. Noir? Thriller? Hard boiled? Sì, ma non solo. Per me rientra in quella cerchia di autori che pur perseguendo un genere, ne da vita ad uno nuovo. Semplificando lo si colloca nel crime e noir, il che è assolutamente vero, ma Bunker è unico e perfetto. Le sue narrazioni sono avvincenti, violente e cariche di una tensione che ti pervade l'animo. Non è pura narrazione, ma egli opera sempre un lavoro di riflessione e di esame della realtà che ne fa un filosofo esistenziale a tutti gli effetti. Una vita particolare la sua, passata tra galere e rapine, fino a scoprire di essere uno scrittore. E lo fa con eleganza e naturalezza senza cercare la gloria. E lo senti che non scrive per compiacere qualcuno o per arrivare a qualcosa, ma lo fa per se stesso, quasi come se volesse redimersi da una vita che ha scelto e che dalla quale non può però allontanarsi. Perché ritorna come una bestia feroce. Perché se sei nato bestia non puoi morire santo.
    Stark è il suo primo libro scritto, ma pubblicato postumo. E' un testo che contiene in embrione ciò che saranno i suoi capolavori Come una bestia feroce e Cane mangia cane. E' un testo quasi di allenamento alla scrittura, si respirano tutti gli ambienti e le tematiche che poi affronterà successivamente, ma c'è già tutto il Bunker che ameremo dopo.
    Scrive da Dio, scrive con rabbia ed energia, scrive come uno che sa quello che vive, senza fronzoli o sfumature ovattate di una Los Angeles che non gli appartiene.
    Persecutore della verità, quella più visceralmente vera e imprescindibile, quella che ti fa essere ciò che sei anche se vorresti altro per te. "Noi siamo come abbiamo imparato a essere sotto l'influsso di tante cose. Né più né meno. Ricordatelo perché questo ti insegnerà a essere umile anziché un moralista arrogante".
    I suoi sono scritti che parlano di esistenze vane, sprecate, buttate nelle fogne della periferia, fatta di droga, prostituzione, bordelli, pistole, sangue e violenza. Non c'è tempo per i rimpianti o le illusioni. Non c'è tempo per l'amore e l'inganno è il sale per la sopravvivenza. Stark è un malato figlio di puttana (come tanti altri personaggi che animano altri suoi libri) al quale poi ti affezioni perché un po' ti ci ritrovi, a lottare contro l'impossibile, a dannarti per un'esistenza che non doveva andare così. E poi ha classe, eleganza, un ottimo spirito di sopravvivenza e un buon intuito.
    Stark è diverso, è in piccolo ciò che Come una bestia feroce è in grande (per me il migliore in assoluto). Ma è sufficiente per amarlo e divorarlo in un attimo.

    "L'ora era quella della quiete che precede l'alba, il periodo mortale in cui sembra che in città non giri anima viva, in cui i fari di una macchina aumentano il senso di solitudine invece di alleviarlo. Era l'ora in cui a girare sono soprattutto i fuorilegge o i tutori della legge. Era l'ora della notte che Stark preferiva". Stark, Eddie Bunker

    http://lelucidellasera.blogspot.it/2012/09/lamore-per-edward-bunker-e-scoppiato.html

    ha scritto il 

  • 4

    Starlet è un criminale incallito, sempre in bilico su una vita allucinata e senza respiro. Non esiste pentimento, nè redenzione per un truffatore come lui, sempre alle prese con spacciatori, puttane , malavitosi di ogni risma e poliziotti perennemente incazzati...

    ha scritto il 

  • 5

    il primo libro letto di Bunker.L'inizio è stato un pò lento, ma poi prende come una calda dose di ero nelle vene(cit dal libro. Mi è piaciuto un casino,con i personaggi giusti e anche molto sintattico.non si è sprecato in una storia di 400pg, ma è riuscito a trasmettermi tutto in poco meno della ...continua

    il primo libro letto di Bunker.L'inizio è stato un pò lento, ma poi prende come una calda dose di ero nelle vene(cit dal libro. Mi è piaciuto un casino,con i personaggi giusti e anche molto sintattico.non si è sprecato in una storia di 400pg, ma è riuscito a trasmettermi tutto in poco meno della metà.
    Voto 9

    ha scritto il 

  • 4

    10-2012

    Breve storia di Bunker, scritta in carcere, a metà strada tra un Ellroy d'annata e un Bukowski più violento. Narra la vicenda di Stark, tossico di Oceanview nella Los Angeles di fine anni '60, incastrato da polizia, belle donne e spacciatori agli albori dell'età dell'eroina. Riscoperto dopo la mo ...continua

    Breve storia di Bunker, scritta in carcere, a metà strada tra un Ellroy d'annata e un Bukowski più violento. Narra la vicenda di Stark, tossico di Oceanview nella Los Angeles di fine anni '60, incastrato da polizia, belle donne e spacciatori agli albori dell'età dell'eroina. Riscoperto dopo la morte di Bunker nel 2005, Stark merita attenzione e rispetto. Bello.

    ha scritto il 

Ordina per