Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Stella

By Patrick McGrath

(3)

| Paperback | 9783442722716

Like Stella ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

881 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    a voi la mia recensione da leggere.... collegatevi al sito http://delfurorediaverlibri.blogspot.it/2014/09/follia-guest-post13.html#comment-form_4347629362371456247

    Is this helpful?

    Brici72 said on Sep 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Stella, moglie di uno psichiatra che lavora in un manicomio, si innamora di un di lui paziente, Edgar, uxoricda.
    L'evoluzione è raccontata da un altro psichiatra, Peter, che ha in cura Edgar.
    Le vicende, secondo me, non sono la vera storia in questo ...(continue)

    Stella, moglie di uno psichiatra che lavora in un manicomio, si innamora di un di lui paziente, Edgar, uxoricda.
    L'evoluzione è raccontata da un altro psichiatra, Peter, che ha in cura Edgar.
    Le vicende, secondo me, non sono la vera storia in questo libro, ma un pretesto per raccontare altro. E quell' "altro" verrà rivelato soprattutto nel finale. Anzi, nell'ultima frase, quella che chiude il romanzo: "...e naturalmente ho lui.".
    Mi son chiesta cosa significa, e non ho ancora trovato una risposta. Peter è un medico davvero immune da follia? Sono "veri" i fatti raccontati da lui? Stella ed Edgar non avrebbero potuto stare davvero insieme, se lui li avesse seguiti con una terapia? Che motivo c'era di tenerli separati?
    E dunque... "Naturalmente ho lui" (oltre alla testa di Stella, ai suoi oggetti rimasti) non è la frase di un collezionista?

    Is this helpful?

    ghetta said on Sep 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Uno di quei libri che non riesci a lasciare in sospeso, e ti dispiace arrivare alla fine.

    Is this helpful?

    Monicaturco11 said on Sep 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    In un tetro manicomio criminale, Stella, la moglie del vicedirettore, una donna fragile e terribilmente infelice, cede al fascino del paziente più ambiguo e misterioso dell'istituto, Edgar, un artista detenuto per aver massacrato la moglie in preda a ...(continue)

    In un tetro manicomio criminale, Stella, la moglie del vicedirettore, una donna fragile e terribilmente infelice, cede al fascino del paziente più ambiguo e misterioso dell'istituto, Edgar, un artista detenuto per aver massacrato la moglie in preda ad un delirio di gelosia. Travolta da una passione sconosciuta, estrema e totalizzante, Stella non riuscirà a far altro se non cedervi impotente, anche se solo per poco tempo, anche a costo di perdere tutto. E da quel momento, il passo verso la follia sarà breve.
    La linea che separa la lucidità dalla pazzia è sottilissima: camminiamo sul filo di un equilibrio così fragile e precario che nessuno può sentirsi davvero al sicuro da se stesso. Neanche uno psichiatra dalla pluriennale esperienza come il dottor Peter Cleave, cui McGrath affida la narrazione di questo singolare caso clinico.
    Un libro che coinvolge e sconvolge. Una storia intensa, di amore, di paura, di disperazione. Di follia.

    Is this helpful?

    coccinellaviola said on Aug 27, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Torbido

    Una qualsiasi giornata di sole, con qualche nuvoletta qua e là. Quand'ecco che la nuvoletta più insignificante, stufa di essere la più insignificante del cielo, si allea con le vicine per un lento e progressivo oscuramento del sole. Quindi la giornat ...(continue)

    Una qualsiasi giornata di sole, con qualche nuvoletta qua e là. Quand'ecco che la nuvoletta più insignificante, stufa di essere la più insignificante del cielo, si allea con le vicine per un lento e progressivo oscuramento del sole. Quindi la giornata che avresti detto serena, non solo diventa scura ma si trasforma in quella più piovosa e devastante della stagione.
    lasciando perdere questi paragoni, va detto che FOLLIA è costruito sull'impianto che probabilmente potrebbe apparire il più prevedibile di tutti. In realtà, qui non è la STORIA a catturare, ma il MODO in cui essa viene raccontata: la tensione che nasce da un fatterello, in realtà mette in modo una serie di meccanismi concatenati sempre più drammatici e sempre più inquietanti.
    La componente psicanalitica poi non è irrilevante anche perché chi scrive deve 'essersi ben lavato le mani' in libri che trattano dell'argomento.
    La copertina (ma questo è un dettaglio di contorno) è molto inquietante ed in linea con la trama.
    Caro lettore che, dopo questa recensione, prenderai in mano il volume, non dare per scontato nulla perché tutto (ma proprio TUTTO) ti sorprenderà.

    Is this helpful?

    Ciccioenri said on Aug 22, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book