Stella Rossa

Extramondo

Di

Editore: Editoriale Cosmo

3.3
(12)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 176 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8869112217 | Isbn-13: 9788869112218 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fumetti & Graphic Novels

Ti piace Stella Rossa?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Editoriale Cosmo è orgogliosa di presentare in formato economico l'intera saga di Stella Rossa, il romanzo grafico di fantascienza ideato nei primi anni Novanta da Onofrio Catacchio prima sulle pagine della rivista Fuego e poi proseguito su una divista storica come Nova Express. Cyberpunk, Philip Dick, contaminazioni giapponesi, fantascienza fanno di Stella Rossa uno dei libri essenziali mai prodotti in Italia. La vicenda è quella del Colonnello Gregory Vostok, eroe che vive le sue avventure nella stazione orbitante Kosmograd, l'avamposto terrestre per la colonizzazione di Marte…
Ordina per
  • 3

    L’editoriale cosmo ci propone questa il ciclo completo del personaggio ideato da Onofrio Catacchio sul finire degli anni 80 e pubblicato prima sulla rivista Fuego poi per la defunta Granata press
    La ...continua

    L’editoriale cosmo ci propone questa il ciclo completo del personaggio ideato da Onofrio Catacchio sul finire degli anni 80 e pubblicato prima sulla rivista Fuego poi per la defunta Granata press
    La curiosità su questo titolo era tanta. Il filone dell'impero Sovietico che non cade e si estende nello spazio ha varie espressioni,ricordiamo ad esempio l'omonimo Stella Rossa di Fabio Oceano o Engine of Light di Ken McLoad o la serie a fumetti Pianeta Rosso (Marco Rizzo ai testi, Roberto Di Salvo alle matite) pubblicata sulla rivista antologica Brand New nel 2006.
    Stella Rossa è il Soprannome del colonnello Grigory Vostok (spero che a qualcuno ricordi qualcosa questo cognome) comandante della stazione Kosmograd, avamposto nella colonizzazione Sovietica di Marte.
    Per questo volume che so compone di un prologo appositamente scritto più le tre storie:
    Stella Rossa,Frontiera,Interzona.
    Solo la prima (probabilmente la migliore delle tre) si mantiene fedele all’epopea della cosmonautica sovietica con dei flashback nella città delle stelle (il cosmodromo di Baikonur) e gli shuttle della classe Buran (che nella realtà è un programma abbandonato che annovera solo solo due prototipi realizzati) e il sogno e la realtà con il popolo alla conquista dello spazio. Qualcosa riemerge da un lontano passato, ma potrebbe essere fatale per il colonello , e forse per l’intera umanità.
    La seconda presenta invece il confronto tra il cosmonauta di ferro e le realtà pseudo - capitalistiche e decadenti che hanno affittato zone della stazione, con spie e complotti.
    Nella terza il colonello sarà gioco forza reclutato in uno scontro che non gli appartiene.
    Personaggio e storie godibili, per il periodo in cui è stato scritto fortemente è una storia fortemente innovativa e visionaria Da leggere ma tenendo conto di queste ultime premesse.

    ha scritto il