In occasione dei 40 anni dalla fondazione di questa casa editrice ci piace riproporre alcuni titoli che, a nostro giudizio, hanno rappresentato dei punti cruciali della nostra storia editoriale.«La prima volta che vidi Carlos Wieder fu nel 1971 o for ...Continua
KillDevilHill
Ha scritto il 05/06/18
Una cavalcata in una storia senza storia, dove è la descrizione delle persone che la vivono a fare la differenza (nonostate le cose accadano e una punta d'inquietudine colori ogni pagina fin dall'inizio). Nonostante la struttura completamente canonic...Continua
Gianni Bestagno
Ha scritto il 02/03/18
Bolano è l'arte del raccontare . vedo le persone che descrive come fossero me. lo sento magico coinvolgente puro vero. immerso nella vita vera con il sangue colto del letterato Leggerlo è passeggiare sull'orlo del precipizio . devi entrarci dentro se...Continua
...
Ha scritto il 12/01/18

"Tutto quanto finora raccontato forse accadde così. [...] Ma forse tutto accadde altrimenti. Le allucinazioni, nel 1974, non erano infrequenti." (pp. 98, 99)

sul Bonito di...
Ha scritto il 29/11/17
Notte Cilena
Case spoglie e in penombra, strade ruvide dalle luci fioche avvolte dal mantello umido della dittatura di Pinochet. Adagio, senza scampo, come i led di un monitor scassato, tutti i fermenti di una società vitale e turbolenta si spengono, dopo aver es...Continua
Ubiqua...
Ha scritto il 13/07/17
Roberto Bolaño
Roberto Bolaño riprende il capitolo conclusivo di La letteratura nazista in America, un racconto di una decina di pagine, e lo espande nel romanzo breve Stella distante. Entrambi i libri vengono pubblicati nel 1996. Il racconto, nella sua sintesi, f...Continua

Gab (the girl...
Ha scritto il Dec 26, 2013, 01:57
Ma non stento a credere che negli anni Sessanta, in Cile, ci fossero persone che amavano disperatamente altre persone. Mi sembra strano. Mi sembra come un film perduto su uno scaffale dimenticato di una grande cineteca. Ma lo do per certo.
Kobayashi
Ha scritto il Aug 22, 2013, 17:10
Il fatto è che era la donna più attraente che avessi visto. Per dirla giusta: un bel pezzo di femmina. Una donna davanti alla quale bisognava togliersi il cappello, mi creda. Gli domandai com'era. Bionda, alta, con uno sguardo che ti riportava all'in...Continua
Pag. 174
Kobayashi
Ha scritto il Aug 22, 2013, 17:10
Capivo in quel momento, mentre le onde ci allontanavano, che Wieder e io avevamo viaggiato sulla stessa nave, solo che lui aveva contribuito a farla affondare mentre io avevo fatto poco o nulla per evitarlo.
Pag. 169
Kobayashi
Ha scritto il Aug 22, 2013, 17:10
appassionato frequentatore dell'ippodromo Viña del Mar dove finisce sempre per incontrarsi, secondo Romero, la gente di malavita o quelli che hanno la felicità nera, come scrisse Victor Hugo
Pag. 158
Kobayashi
Ha scritto il Aug 22, 2013, 17:09
Il frammento in merito alle letture del “promettente poeta Carlos Wieder” si interrompe bruscamente, come se Ibacache si fosse reso conto all'improvviso di camminare nel vuoto.
Pag. 148

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi