Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Stigma

Di

Editore: Dynit

4.2
(55)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 176 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco

Isbn-10: 8882130207 | Isbn-13: 9788882130206 | Data di pubblicazione: 

Genere: Comics & Graphic Novels

Ti piace Stigma?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Grazie a Kazuya Minekura, pungente e sensibile autrice di Saiyuki, giunge finalmente in Italia un'opera che, nello straordinario universo giapponese del manga, possiede la rara e prestigiosa caratteristica d'essere stata concepita e realizzata interamente a colori.
Protagonista di STIGMA è un uomo senza nome, con il corpo coperto da cicatrici e i palmi delle mani trafitti da stigmate.
Quando si risveglia, in una discarica e sotto un cielo ormai per sempre grigio - a causa di una non precisata guerra - non ha alcun ricordo del proprio passato, ma ha con sé una borsa piena di inutile denaro, che non gli serve a comprare la speranza né per sé, né per... Tit.
Tit è il piccolo orfano che lo seguirà in un viaggio senza una meta, alla ricerca del cielo azzurro e degli uccelli, ormai estinti.
Sarà il bambino a dare all'uomo un nome, Stork, e uno scopo: proteggerlo.
Dal passato di Stork si riaffaccia però un individuo con una farfalla tatuata sul collo, l'incarnazione del male. E la situazione precipita in un nuovo dramma...
Icone di un cattolicesimo discutibile si mischiano a voli di piume insanguinate, su plumbei fondi acquerello che proiettano atmosfere oppressive e senza scampo, cinte da filo spinato.
Un viaggio nelle profondità più oscure del cuore e della mente, per un manga impossibile da dimenticare.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Addirittura più triste di Saiyuki T_T

    Mi mancavano Sanzo, Hakkai, Gojyo e Goku ed è stato bello rivederli qui... Stork ha le sembianze di Hakkai con il carattere di Sanzo... Tit è Goku nel corpo di Sanzo, o meglio in quello di Koryu... Go ...continua

    Mi mancavano Sanzo, Hakkai, Gojyo e Goku ed è stato bello rivederli qui... Stork ha le sembianze di Hakkai con il carattere di Sanzo... Tit è Goku nel corpo di Sanzo, o meglio in quello di Koryu... Gojyo è il cattivo ed ha una farfalla nera tatuata sul collo!

    Finito questo manga, mi è venuto spontaneo chiedermi "conosci l'espressione non avere nulla?"... perchè sì, per me anche in Stigma, come in Saiyuki, gira tutto intorno a questa domanda... e ognuno risponde a modo suo... Stork ha risposto come Sanzo... ha trovato pure lui il suo Goku...

    SPOILER: Però gli occhi suadenti di Koryu/Tit non possono diventare ciechi! E' veramente troppo... T_T

    ha scritto il 

  • 1

    Stigma

    Bah.Semplicemente deprimente, non ha una trama ne tanto meno un senso logico. Meno male che me l'hanno prestato,non vale neppure la metà del costo. Anche se tutti i suoi manga non sono molto belli,ecc ...continua

    Bah.Semplicemente deprimente, non ha una trama ne tanto meno un senso logico. Meno male che me l'hanno prestato,non vale neppure la metà del costo. Anche se tutti i suoi manga non sono molto belli,eccetto Will Adapter.

    ha scritto il 

  • 2

    A parte lo stile della Minekura, che adoro, questo manga proprio non mi ha detto nulla... E anche il fatto che i protagonisti, un uomo che viaggia solo e un bambino che gli si affianca, siano tanto si ...continua

    A parte lo stile della Minekura, che adoro, questo manga proprio non mi ha detto nulla... E anche il fatto che i protagonisti, un uomo che viaggia solo e un bambino che gli si affianca, siano tanto simili a Genjo Sanzo e Son Goku mi ha fatto pensare che mi sarei aspettata più fantasia dall'autrice di Saiyuki.

    ha scritto il 

Ordina per