Stolen

Figlia della luna

Di

Editore: Fazi (Lain)

3.8
(161)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 544 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8876251057 | Isbn-13: 9788876251054 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: M. Astolfi

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fantascienza & Fantasy

Ti piace Stolen?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Stonehaven, stato di New York. Sotto la superficie della realtà ordinaria si annida un misterioso universo magico popolato da creature soprannaturali: licantropi, streghe, vampiri. Questo è l’universo di Kelley Armstrong e delle sue irriducibili protagoniste, le Donne dell’altro mondo, “Women of The Otherwold”. Ed è qui che vive Elena Michaels, l’unica donna licantropo esistente. Elena è tornata da Clay, il suo compagno mannaro al cui amore si era finalmente arresa in Bitten.
Ora il suo compito è monitorare il "web" per assicurarsi che i "bastardi". licantropi che non appartengono al Branco, non attirino troppo l'attenzione su di sé rivelando al mondo l'esistenza della razza mannara. Tutto sembra filare liscio, finché sul sito believe.com, Elena non s'imbatte in un post solo all'apparenza bizzarro: "Licantropi. Vendonsi preziose informazioni".
Dietro la pubblicazione ci sono due potenti streghe, Page e Ruth Winterbourne, che tentano di avvertirla: Ty Winsloe, un magnate della rete, sta infatti mettendo insieme una collezione privata di specie dotate di poteri paranormali per tentare di distillarne le qualità magiche e venderle, poi, al miglior offerente. Anche Elena cadrà nella rete, ma la sua eccezionale tempra le darà la forza di liberarsi e accettare, finalmente, la sua natura di licantropo.
Ordina per
  • 4

    Anche il secondo capitolo della serie non delude, rispetto al primo c'è più azione e mistero; i protagonisti che ho amato in Bitten appaiono tutti e i loro caratteri vengono approfonditi, inoltre si a ...continua

    Anche il secondo capitolo della serie non delude, rispetto al primo c'è più azione e mistero; i protagonisti che ho amato in Bitten appaiono tutti e i loro caratteri vengono approfonditi, inoltre si aggiungono nuovi personaggi interessanti come la strega Pane e il demone Adam.
    Rimane la scrittura fluida e coinvolgente tipica della Armstrong che apprezzo in tutti i suoi libri.

    ha scritto il 

  • 5

    Stupendo

    Ho trovato un'autrice che mi piace tantissimo! Spero solo che la casa editrice continui la pubblicazione di questa serie, che merita parecchio. Questo libro è un'altra avventura di Elena, la licantrop ...continua

    Ho trovato un'autrice che mi piace tantissimo! Spero solo che la casa editrice continui la pubblicazione di questa serie, che merita parecchio. Questo libro è un'altra avventura di Elena, la licantropa, anzi l'unica licantropa femmina. Qui la troviamo alle prese con la magia e con i veri mostri: gli umani. Precisamente un gruppo di umani intenzionati a sfruttare i poteri dei soggetti paranormali. Mi è piaciuta questa storia soprattutto per questo, il fatto che indipendentemente dalla natura delle persone ci sono i mostri e le brave persone. Fa riflettere sul concetto di diverso. Poi i personaggi. Elena è sempre una dura dall'animo fragile, molto insicura ma anche combattente. Mi piace tanto perchè è molto ironica ma anche piena di difetti, non perfetta. Credo che sia tra i miei personaggi femminili la preferita. Anche gli altri, sia quelli che conoscevamo già, Clay (oh Clay) e Jeremy, anche quelli nuovi (ho adorato Adam e Xavier) non deludono. L'autrice ha un modo di scrivere che cattura e una caratterizzazione dei personaggi, con più difetti che pregi, che te li fa amare. Serie consigliatissima

    ha scritto il 

  • 3

    3 e 1/2

    Per più di metà libro è piuttosto lento e, diciamolo, noioso e prevedibile.
    Quando finalmente rientra in scena Clay c'è la svolta e si torna all'azione, in un turbine fino alla fine.
    Ho trovato più co ...continua

    Per più di metà libro è piuttosto lento e, diciamolo, noioso e prevedibile.
    Quando finalmente rientra in scena Clay c'è la svolta e si torna all'azione, in un turbine fino alla fine.
    Ho trovato più coerente e "rotondo" il primo; personalmetne non mi piacciono le contaminazioni tra i vari generi fantasy.

    Diversi refusi anche se meno rispetto al primo libro.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Kelley Armstrong devo dire che non mi delude mai ^_^
    Bitten non ha eguali però devo dire che il secondo libro non si è per niente smentito dal precedente ^_^. Una storia avvincente e ricca d'azione ed ...continua

    Kelley Armstrong devo dire che non mi delude mai ^_^
    Bitten non ha eguali però devo dire che il secondo libro non si è per niente smentito dal precedente ^_^. Una storia avvincente e ricca d'azione ed anche qualche piccola parte romantica tra Claye ed Elena che non guasta mai.
    Questi personaggi mi sono così entrati nel cuore che non vedo l'ora di poter leggere anche il seguito

    ha scritto il 

  • 5

    Sarà che a me questa scrittrice piace tantissimo, ma trovo ogni suo libro appassionante e coinvolgente, i personaggi sono bene delineati e le storie sono avvincenti...lo consiglio vivamente.

    ha scritto il 

  • 4

    trilogia??

    ovvio come no, un bel romanzo come Bitten doveva avere un seguito. e perchè non lasciare in sospeso il secondo per anni, mentre scriviamo altri 3 libri?
    bello come il primo, ma il finale troppo aperto ...continua

    ovvio come no, un bel romanzo come Bitten doveva avere un seguito. e perchè non lasciare in sospeso il secondo per anni, mentre scriviamo altri 3 libri?
    bello come il primo, ma il finale troppo aperto (e ancora inconcluso) lascia l'amaro in bocca ai lettori.

    ha scritto il 

  • 4

    Secondo capitolo della serie, direi movimentato, e la cosa mi piace... Geniale a parer mio l'idea della prigionia con tecnologia quasi impossibile annessa, personaggi unici, strepitosi e quasi reali ...continua

    Secondo capitolo della serie, direi movimentato, e la cosa mi piace... Geniale a parer mio l'idea della prigionia con tecnologia quasi impossibile annessa, personaggi unici, strepitosi e quasi reali

    ha scritto il 

  • 3

    Ho faticato un pò a finire questo secondo libro della Armstrong, a mio parere Bitten era molto più carino, direi molto più scorrevole. Questo invece, nella prima metà risulta noioso e lento da morire, ...continua

    Ho faticato un pò a finire questo secondo libro della Armstrong, a mio parere Bitten era molto più carino, direi molto più scorrevole. Questo invece, nella prima metà risulta noioso e lento da morire, poi menomale diventa più bello e più coinvolgente dalla metà. Alla fine è bellino, e la fine mi è piaciuta e non è liquidata in modo frettoloso come si vede in altri libri. Speriamo bene nel prossimo!

    ha scritto il 

Ordina per