Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Stolthet och fördom

By Jane Austen

(1)

| Paperback | 9789176432617

Like Stolthet och fördom ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

2341 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 4 people find this helpful

    Penso di poter affermare quasi con assoluta certezza che “Orgoglio e pregiudizio” sia uno dei libri classici più acclamati e letti delle letteratura dell’Ottocento.
    La prima volta che lessi questo libro avevo quindici o sedici anni e non ne ero per n ...(continue)

    Penso di poter affermare quasi con assoluta certezza che “Orgoglio e pregiudizio” sia uno dei libri classici più acclamati e letti delle letteratura dell’Ottocento.
    La prima volta che lessi questo libro avevo quindici o sedici anni e non ne ero per niente entusiasta.
    Sentivo elogiare questo libro ovunque e da chiunque, ne sentivo parlare nei film, a scuola, nelle librerie, dai lettori e alla fine, benché a quell’epoca non amassi affatto i classici, decisi che lo avrei letto.
    Il mio rifiuto verso i classici, e quindi anche verso “Orgoglio e pregiudizio”, era dovuto principalmente alla mia convinzione che “classico” fosse sinonimo di antico, noioso, sorpassato, ma la verità è che un libro classico non è altro che un libro amato a dismisura e letto pagina dopo pagina dai lettori di diverse epoche ed età. Alla fine mi resi conto che “libro classico”, in realtà, era sinonimo di qualità, affidabilità, grandezza e sogni.
    “Orgoglio e pregiudizio” era ed è tutt’ora uno dei più grandi classici che io abbia letto, se non anche il primo in assoluto.
    Così lessi il libro tanto acclamato di Jane Austen, lo amai, lo acclamai e poi lo nascosi in libreria assieme a tutti gli altri libri.
    Nonostante ami infinitamente leggere, non sono mai stata una di quei lettori in grado di rileggere più volte lo stesso libro. Il fatto di conoscere già la storia e il finale del libro mi spingeva a riporlo nella libreria, preferendogli libri che ancora non avevo letto, ma con “Orgoglio e pregiudizio” era diverso. È stato uno dei primi libri che io effettivamente abbia amato e per me era quasi impossibile non rileggerlo almeno una seconda volta.
    In questo libro non è raccontata solo una storia ma decine di storie diverse racchiuse e nascoste dietro ad una stessa storia d’amore.
    Molti lettori in questo libro vedono una storia d’amore che va al di là dei problemi, dei pregiudizi, del carattere stesso degli innamorati, altri invece, in sottofondo, leggono la parabola sulla rivoluzione francese e altri ancora vedono tra le righe e gli occhi di Elizabeth Bennet, la grande e ineguagliata Jane Austen.
    Il motivo che ha spinto tanti lettori a leggere questo libro penso sia proprio questo: la capacità della scrittrice di trasmetterti ciò di cui hai più bisogno in quel momento, e lo fa con una tale sagacia ed intuitiva che è impossibile non stupirsene.
    Jane Austen impiegò 17 anni per completare questo libro e penso che sia stato uno sforzo ed un lavoro fruttuoso in quanto ancora oggi il suo libro è ammirato ed acclamato a gran voce dalla grande maggioranza dei lettori.
    Leggendo “Orgoglio e pregiudizio” non leggi solo di una storia d’amore ma anche dell’amore e dell’affetto che la scrittrice nutre per i suoi personaggi.
    La necessità di leggere questo libro si cela dietro alle emozioni che esso provoca, dalla rabbia quando incontriamo Mr. Darcy per la prima volta, all’affetto verso Elizabeth e Jane, all’esasperazione che la Signora Bennet provoca, al nervosismo causato dalla prima dichiarazione di Mr. Darcy e all’amore puro che sentiamo crescere nel cuore di Elizabeth e nel nostro quando ci rendiamo conto che Mr. Darcy è l’uomo che noi tutte vorremmo che ci amasse.
    Quante volte abbiamo sognato di essere Elizabeth Bennet e di trovare anche noi il nostro Mr. Darcy? Quante volte abbiamo invidiato il loro amore, il loro sapersi accettare e migliorare a vicenda?
    “Orgoglio e pregiudizio” non è solo un classico ma è diventato la storia d’amore che tutti noi vorremmo avere, è diventato la nostra consolazione nei giorni più bui, è diventato la storia che più amiamo.
    Questo libro, ormai da tempo, ha cessato di essere solo un romanzo ed è divenuto il sogno in grado di farci sorridere di nuovo.
    Vale la pena leggere “Orgoglio e pregiudizio”? Sì, anche solo per innamorarsi di un sogno, anche solo per imparare ad amarsi, anche solo per ridere delle battute del Signor Bennet, sì, vale la pena di leggerlo, anche solo per tornare a sorridere.

    Is this helpful?

    Toglietemi tutto, ma non i miei libri said on Sep 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro che avrebbe decisamente meritato le cinque stelline, se la scrittrice non mi avesse raccontato cosa succede poi per tutti i personaggi di contorno ...

    Is this helpful?

    Pippicalzelunghe said on Sep 22, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Eccezionale

    Non ho molto da dire a riguardo di questo libro, più che altro per il fatto che credo che tutti gli elogi possibili e immaginabili siano stati già fatti, così come tutte le osservazioni più oculate... a me non resta che dire e ribadire quanto mi sia ...(continue)

    Non ho molto da dire a riguardo di questo libro, più che altro per il fatto che credo che tutti gli elogi possibili e immaginabili siano stati già fatti, così come tutte le osservazioni più oculate... a me non resta che dire e ribadire quanto mi sia piaciuto ( l'ho letto in due giorni, non fa fede la data di inizio qui su Anobii), quanto sia stata conquistata dalle ambientazioni, dai dialoghi, da Elizabeth e Darcy... Ne consiglio a tutti vivamente la lettura !!!

    Is this helpful?

    LaMiaSolaRivoltaPossibile said on Sep 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quando ti nascondi e il tuo orgoglio ti sconvolge; quando non vorresti, anche se l'hai scritto in faccia: sappi che l'amore cambia l'espressione agli occhi e all'anima.

    In una scala da 1 a 5, darei a questo romanzo un 4+!
    Orgoglio e pregiudizio, infatti, m'ha piacevolmente sorpresa.

    Oltre che una storia d'amore ho avuto il piacere di leggere un romanzo ben scritto e piacevolmente ironico, che spesso sorride ...(continue)

    In una scala da 1 a 5, darei a questo romanzo un 4+!
    Orgoglio e pregiudizio, infatti, m'ha piacevolmente sorpresa.

    Oltre che una storia d'amore ho avuto il piacere di leggere un romanzo ben scritto e piacevolmente ironico, che spesso sorride sardonicamente davanti all'affettato modo di fare della borghesia e della nobiltà che popola l'Inghilterra del 1800.
    D'intrattenimento in vari modi, quindi.

    Non dò punteggio massimo solamente perché, nel raccontare le vicissitudini dei due innamorati principali, e cioè Elizabeth e Darcy, spesso l'autrice pareva dimenticarsi di aggiungere l'ironia che si era prefissata di spargere un po' su tutte le vicende, facendo risultare alcuni dialoghi un po' troppo verbosi, anche per lo standard generale.
    E anche qualche descrizione fisica in più, per quanto riguarda tutti i personaggi in generale, non mi sarebbe dispiaciuta. Anche se riscontro spesso questa caratteristica in vari libri dell'epoca; probabilmente gli scrittori volevano dare pieno sfogo alla fantasia di chi leggeva, lasciando che Darcy (o chiunque altro) potesse assumere le fattezze dell'uomo dei sogni di ciascuna.

    I personaggi, in generale, sono ben delineati e facilmente distinguibili l'uno dall'altro.

    La storia si fa leggere e la scia di eventi induce il lettore a voler scoprire sempre più particolari sui giudizi che Darcy ed Eliza hanno di sé e dell'altro/a, seguendo una metamorfosi che vedrà l'orgoglio e l'alterigia di Darcy sgretolarsi e i pregiudizi di Elizabeth dissolversi. Avverrà una crescita in entrambi, un'evoluzione a tratti un po' forzata, a tratti ben studiata e naturale.

    Sono felicemente sorpresa che questo classico romanzo rosa mi sia piaciuto, anche se penso che l'elemento chiave che me lo abbia fatto apprezzare così tanto penso sia proprio l'ironia, di cui è impregnata già la prima frase dell'incipit.

    « È verità universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie »

    Titolo Recensione: "Ti vada o no", by Paola e Chiara

    Is this helpful?

    Cocca93 said on Sep 20, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    NE UCCIDE PIU’ LA LINGUA CHE… LA SPADA!

    I personaggi principali, di quest’opera, sono già apertamente dichiarati nel titolo: “orgoglio e pregiudizio”.
    Infatti, tutte le vicende principali, contenute in questo scritto, ruotano proprio attorno a questi due aspetti dell’agire umano. A tal pr ...(continue)

    I personaggi principali, di quest’opera, sono già apertamente dichiarati nel titolo: “orgoglio e pregiudizio”.
    Infatti, tutte le vicende principali, contenute in questo scritto, ruotano proprio attorno a questi due aspetti dell’agire umano. A tal proposito la Austen, da grande narratrice e fine psicologa, ci mostra come l’orgoglio può essere indubbiamente un cattivo amico, se lo lasciamo dominare i nostri comportamenti, soprattutto nelle questioni d’amore, ed, al tempo stesso, ci fa capire come il pettegolezzo può creare, nella persona che ci ascolta, un pregiudizio e, come esso, vada a ledere, più o meno profondamente, la reputazione delle persone che ne sono l’oggetto.
    Il romanzo, a mio avviso, ha una trama molto ben articolata ed, in esso, ho trovato personaggi, molto ben delineati: dall’intelligente e sagace Elizabeth Bennet, alla spocchiosa e supponente Lady Catherine, dalla dolcissima Jane Bennet, all’insopportabile ed ipocrita Mr. Collins.
    Per quello che mi riguarda, questa è un’opera letteraria di elevata fattura e la Austen è una piacevolissima scoperta!

    Is this helpful?

    Cyber Alexandros said on Sep 18, 2014 | Add your feedback

Improve_data of this book