Storia d'amore in tempo di guerra

Voto medio di 26
| 21 contributi totali di cui 12 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il dottor Capecchi, bibliotecario e storico a tempo perso, in cerca di una passione che gli accenda la vita, si sta dedicando alla stesura della biografia di Antonio Manca, uno dei più importanti politici italiani della seconda metà del Novecento, un ...Continua
Layura
Ha scritto il 24/01/17
“Sono convinta che la Storia è come un riassunto ben fatto: mette in risalto quanto c’è di più importante, seleziona ciò che ha contato da ciò che è stato insignificante per la maggior parte delle persone; nella sostanza non mente. La vita invece è i...Continua
Anto_s1977
Ha scritto il 28/05/16
La voce narrante di questo libro è un bibliotecario; egli sta intervistando un politico che, con il suo partito, ha guidato e influenzato l’Italia del dopoguerra; il suo scopo è quello di scrivere un libro che ripercorra in modo fedele la storia e la...Continua
Controvento
Ha scritto il 15/12/14
Difficile raccontare questo romanzo. Un bibliotecario che ha velleità di storico, un politico molto anziano che ricorda la sua carriera, una anziana signora che è fuggita dall'Italia ma vi ha lasciato il cuore. E a far da sfondo le vicende dell'Itali...Continua
Parole di Panna
Ha scritto il 09/08/14
Roma, la resistenza nazifascista, le deportazioni e i rastrellamenti, l'amore tra due giovani che vorrebbero vivere la loro storia d'amore senza dover pensare alla Storia che si sta facendo attorno a loro. Questi sono gli elementi del bel romanzo di...Continua
Lorenzo Polvani
Ha scritto il 27/07/14

Un bel libro. La fine forse è un po' forzata e alcuni passaggi sono un po' avventati, ma è un libro da leggere!


Layura
Ha scritto il Jan 22, 2017, 17:06
Lei li ha studiati, quegli anni, io li ho vissuti, e davvero non è la medesima cosa.
Pag. 115
Layura
Ha scritto il Jan 22, 2017, 16:44
La Storia, quella con la esse maiuscola, è una cosa troppo grande per me. Io non ho che piccoli ricordi. Di grande ho avuto solo il dolore.
Pag. 87
Layura
Ha scritto il Jan 22, 2017, 16:39
All'inizio ho fatto una fatica tremenda, ma poi ho cominciato a sentire che quella recita, che facevo in primo luogo per me stessa, stava diventando un modo di vivere.
Pag. 78
Layura
Ha scritto il Jan 22, 2017, 14:57
Un tempo ero convinto che in ogni individuo ci fosse del buono e che spettava a me, come a tutti, cercarlo. Ora mi vado convincendo che non è così, e che, se mi è ancora possibile sentire un afflato verso l'umanità nel suo complesso, quando incontro...Continua
Pag. 40
Layura
Ha scritto il Jan 22, 2017, 13:54
Chi non ha vissuto prima della rivoluzione non può sapere cosa sia la leggerezza del vivere.
Pag. 30

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi