Storia del pianto

di | Editore: Fazi
Voto medio di 39
| 7 contributi totali di cui 4 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
A tredici anni, l'eroe di "Storia del pianto" ha portato a termine un'ineccepibile formazione progressista. È sensibile, avvertito; ha frequentato la scuola del dolore e dell'emozione; ha divorato tutta la letteratura militante che negli anni Settant ...Continua
subliminalpop
Ha scritto il 10/12/17
Prima parte della "trilogia della perdita". Come per le due seguenti, prima di tutto è la lingua di Alan Pauls a imporsi, successivamente arrivano la storia (e la Storia), i ricordi, le emozioni. Cit. https://twitter.com/subliminalpop/status/9408854...Continua
millericcioli
Ha scritto il 26/06/15
Regaliamo a Pauls una scatola di punti, o al limite di punti e virgola.
Lettura faticosa, aggravata dalla predominanza di periodi lunghissimi, che fanno mancare il fiato. (Povero traduttore). Il protagonista è un ragazzino che Si avverte tutto il dolore che prova il nostro giovane protagonista, un bambino che ha imparat...Continua
Roberto
Ha scritto il 18/03/15
Ruminamento senza scopo apparente
“Storia del pianto” è un romanzo di Alan Pauls, scrittore argentino; il titolo è un po' fuorviante, perché il libro non parla di pianto in termini storici, ma è bensì un monologo in terza persona che racconta la vita di un bambino di tredici anni che...Continua
Splendini
Ha scritto il 17/02/15
Appropriarsi del dolore significa diventare indistruttibili
Il primo della trilogia di Alan Pauls, il meno riuscito. Però comunque bello, intelligente, e con un altro finale a sorpresa. Il pianto, altra forma di perdita, altra "assenza di". Il pianto come decisione drastica di smettere, di non farsi mai più s...Continua

Kobayashi
Ha scritto il Jun 01, 2012, 08:29
Lui, invece, la finzione la usa nel senso opposto, per tenere il reale a distanza, per interporre qualcosa fra sé e la realtà, qualcosa che appartenga a un altro ordine, qualcosa che, se possibile, sia già di per sé un altro ordine. Di qui deriva tut...Continua
Pag. 64
Kobayashi
Ha scritto il Jun 01, 2012, 08:29
Abbassa gli occhi al livello del manubrio e vede i militari avvicinarsi insieme, con sincronismo così perfetto che la loro camminata pare frutto di lunghe prove. Eseguono. Sono sempre in missione. C'è qualcosa dello zombi nella pulizia meccanica dei...Continua
Pag. 63
Kobayashi
Ha scritto il May 30, 2012, 06:58
In tutto questo c'è sempre la volontà, quasi l'ossessione, da lui messa in atto con una lucidità e un accanimento sbalorditivi, di trovare conferma al sospetto che ogni felicità si costruisca intorno a un nucleo di dolore intollerabile, una piaga che...Continua
Pag. 16

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi