Storia dell'economia

Voto medio di 99
| 27 contributi totali di cui 18 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Armando Manchisi
Ha scritto il 01/03/14
La notevole e apprezzabilissima chiarezza espositiva del testo viene purtroppo mitigata da una certa (e abbastanza esplicita) preferenza dell'Autore per il contesto statunitense. Ciò, tuttavia, va a discapito di due elementi fondamentali: la storia e...Continua
Piecam
Ha scritto il 09/10/13

personalmente non mi è piaciuto come il grande crollo. un po' troppo lento e non molto scorrevole.

Italo Romano
Ha scritto il 11/09/12
Essenziale

Semplice e diretto per chi si avvicina alla materia economica per la prima volta.

Trinki
Ha scritto il 12/05/12

Un libro fondamentale. Tuttora attuale

Audrey
Ha scritto il 07/02/12
Da leggere per conoscere il presente

Illustrando le grandi teorie economiche da Adam Smith, passando per Ricardo e Marx, è un'ottima guida per chi vuole capire l'economia di oggi.


nullpointer
Ha scritto il Dec 09, 2012, 14:33
Un altro problema, ancora più grave, in tutti i paesi industriali era la nuova forma di inflazione. Si trattava di aumenti dei prezzi e dei salari conseguenti all'interazione di grandi organizzazioni nell'economia moderna. Con la concentrazione indust...Continua
Pag. 296
  • 1 commento
nullpointer
Ha scritto il Dec 09, 2012, 14:05
Far sì che i risparmi siano uguali all'investimento e assicurare quindi che vengano spesi integralmente può richiedere una diminuzione dei redditi e una condizione di deprivazione. Né deriva che la situazione di equilibrio in economia può non trovars...Continua
Pag. 260
  • 1 commento
nullpointer
Ha scritto il Dec 09, 2012, 13:59
Marx non mise affatto in discussione le conquiste produttive del sistema [...] Tra i punti vulnerabili del sistema capitalistico e della sua interpretazione, quali egli li conobbe, spiccava in primo luogo la distribuzione del potere (che gli economis...Continua
Pag. 151
  • 1 commento
nullpointer
Ha scritto il Dec 09, 2012, 13:52
Tutti, ma specialmente Mises e Hayek, avevano la convinzione dogmatica che ogni allontanamento dall'ortodossia classica fosse un passo irreversibile verso il socialismo. Il socialismo, se si considera la varietà di bisogni umani e la complessità d...Continua
Pag. 213
  • 1 commento
nullpointer
Ha scritto il Dec 09, 2012, 13:43
Secondo la concezione spenceriana, i poveri e le vittime erano i deboli; e la loro eutanasia era il modo scelto dalla natura per migliorare la specie. <<Mi limito semplicemente ad applicare le teorie di Darwin alla razza umana. Solo coloro che...Continua
Pag. 139
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi