Storia della guerra del Vietnam

Di

Editore: Mondadori (I Classici della Storia, 35)

4.0
(124)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 542 | Formato: Cofanetto

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Pietro Bairati

Disponibile anche come: Altri

Genere: Storia

Ti piace Storia della guerra del Vietnam?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Collana "I classici della storia", vol. 35 Titolo originale: Vietnam: A History (1983) Su licenza RCS (2006)
Ordina per
  • 3

    Esaustivo, però asettico

    Saggio che esplora il conflitto vietnamita dalle origini, ossia dalla lotta contro il regime colonialista francese, passando per l'occupazione giapponese durante la seconda guerra mondiale, alla prima ...continua

    Saggio che esplora il conflitto vietnamita dalle origini, ossia dalla lotta contro il regime colonialista francese, passando per l'occupazione giapponese durante la seconda guerra mondiale, alla prima guerra d'Indocina, culminata con la vittoria del Viet Minh a Dien Bien Phu nel 1954, fino al tragico epilogo della seconda guerra d'Indocina (o guerra del Vietnam propriamente detta) terminata con la caduta di Hanoi nel 1975.
    Opera veramente dettagliata ed esaustiva pur non essendo particolarmente recente.
    Mi ha stancato talvolta il taglio che le ha dato il suo autore, in quanto il racconto è stato incentrato sui politici (americani soprattutto ma anche vietnamiti) protagonisti di quei tragici eventi, per cui il lettore ha un quadro chiarissimo delle motivazioni di ordine politico alla base di determinate scelte, quello che manca a mio giudizio in questo libro è il racconto della guerra vista attraverso gli occhi dei soldati di entrambi gli schieramenti, dei civili, dei reduci guerra, degli studenti americani protagonisti della grande contestazione, che contribuì ad azzerare il consenso della popolazione all'operato dei presidenti Johnson prima e Nixon poi, ponendo di fatto fine all'intervento diretto degli americani in Vietnam.
    Per cui alla fine posso parlare di un saggio molto completo sulla Guerra del Vietnam, ma, per me, forse troppo freddo ed asettico.

    ha scritto il 

  • 4

    E' stata dura ma...

    Ho impiegato del tempo a finire questo libro. Perché non sempre la sera tiri duro fino allo scontro seguente. Perché a volte si crolla. Perché a volte non si è concentrati. Perché non so se è il tipo ...continua

    Ho impiegato del tempo a finire questo libro. Perché non sempre la sera tiri duro fino allo scontro seguente. Perché a volte si crolla. Perché a volte non si è concentrati. Perché non so se è il tipo di lettura che consiglierei per conciliare il sonno ma è un libro completo, ben fatto, che analizza il conflitto sin dalle origini e da vari punti di vista: dei decisori e dell' opinione pubblica, dall' interno e dall' esterno. Prima di arrivare al cuore del conflitto scorrono molte pagine ma questo è utile per avere un quadro della situazione partendo dall' analisi delle cause. L' autore è un inviato rimasto nel sud est asiatico fino alla fine del conflitto e questo sicuramente aggiunge accuratezza e capacità di analisi. Assolutamente apprezzabili per megli stralci d' interviste. Insomma consigliato.

    ha scritto il 

  • 4

    Libro completo su una guerra anomala

    Se uno si aspetta un resoconto storico classico, rimane deluso. Non perché il libro sia scritto male, ma perché la guerriglia si descrive male, si descrive male il lavorìo diplomatico, e le fonti comu ...continua

    Se uno si aspetta un resoconto storico classico, rimane deluso. Non perché il libro sia scritto male, ma perché la guerriglia si descrive male, si descrive male il lavorìo diplomatico, e le fonti comuniste del Vietnam all'epoca rifiutarono di farsi intervistare (anche alcuni protagonisti statunitensi a dire la verità ma molti meno). Ne deriva un librone che racconta in quasi 500 pagine la storia del Vietnam dagli anni '50 fino a inizio anni '80 (è un testo vecchiotto ma sempre valido) molto spesso più dall'ottica americana che da quella vitnamita ma non per mancanza di obiettività quanto di parità di fonti, come detto. E' corredato da foto in bianco e nero, da una fittissima bibliografia, una ottima cronologia e un ottimo indice delle persone. Per chi vuole saperne di più sulla guerra del Vietnam, è una vera e propria bibbia. Due difetti: è un po' verboso e la bibliografia su ogni capitolo che è inserita a fine libro. Un controsenso, dopo 500 pagine non ricordi di cosa trattava il quinto rigo del primo capitolo, sarebbe stato meglio impaginarla a fine del capitolo stesso.

    ha scritto il 

  • 5

    Una preziosa testimonianza della guerra del Vietnam

    Mi è sempre interessato l'argomento Vietnam e ho cercato di approfondirlo guardando film e documentari storici, consultando su libri e internet, però non riuscivo a trovare il filo rosso che lega tutt ...continua

    Mi è sempre interessato l'argomento Vietnam e ho cercato di approfondirlo guardando film e documentari storici, consultando su libri e internet, però non riuscivo a trovare il filo rosso che lega tutta la vicenda. C'erano aspetti di questa guerra che trovavo sconnessi e poco chiari. Questo libro riesce nel suo intento, parte infatti dai personaggi (Ho Chi Min in particolare, ma in tutta la vicenda ce ne sono tantissimi altri in tutte le fazioni) con le loro incoerenze e cambiamenti e arriva all'esposizione dei fatti, che occupa l'arco di molti decenni. Esposizione arricchita dalla sua personale e pluriennale esperienza di inviato sul campo. E' questa una parte che mi ha molto colpito: l'autore riporta interviste e conversazioni avute durante e dopo la guerra con i vari protagonisti. Dopo aver letto, anzi divorato, questo libro mi si è confermato il pensiero di una guerra tortuosa, molteplice, poco lineare che riflette moltissimo il numero di personalità che vi ha preso parte.

    ha scritto il 

  • 4

    Più di cinquecento pagine, fitte, scritte senza spazi, in piccolo; è un libro immenso. Probabilmente è durata più la stesura del libro che la guerra in vietnam.
    Per far comprendere le origini del conf ...continua

    Più di cinquecento pagine, fitte, scritte senza spazi, in piccolo; è un libro immenso. Probabilmente è durata più la stesura del libro che la guerra in vietnam.
    Per far comprendere le origini del conflitto in vietnam degli Stati Uniti, il libro tratta non solo della guerra ma della storia del paese nei decenni precedenti la guerra.

    ha scritto il 

  • 4

    K. affronta da lontano la storia dell'intervento americano in Vietnam. Quindi a partire dagli interventi francesi prima della guerra mondiale, l'invasione giapponese, le pressioni cinesi dopo la divi ...continua

    K. affronta da lontano la storia dell'intervento americano in Vietnam. Quindi a partire dagli interventi francesi prima della guerra mondiale, l'invasione giapponese, le pressioni cinesi dopo la divisione del paese in due e la presenza sempre più massiccia dei consiglieri americani,si arriva in pieno nel dramma americano conseguente al coinvolgimento diretto nella guerra contro vietcong e nord Vietnam, Il tono del racconto è assolutamente pacato ed anzi, si percepisce una certa simpatia verso i nord vietnamiti che in più di un'occasione hanno dimostrato effettiva volontà di dialogo.Un libro raccomandabile.

    ha scritto il 

  • 0

    La guerra del Vietnam non è stata il conflitto più sanguinoso

    La guerra del Vietnam non è stata il conflitto più sanguinoso e violento nella storia del novecento. Ma sicuramente ha rappresentato una pietra miliare per gli Stati Uniti e per la crescente contestaz ...continua

    La guerra del Vietnam non è stata il conflitto più sanguinoso e violento nella storia del novecento. Ma sicuramente ha rappresentato una pietra miliare per gli Stati Uniti e per la crescente contestazione politica di quegli anni.
    Poteva essere una guerra per interposte persone, come ne sono successe tante, ma qui gli americani si sono trovati dentro forse senza neppure accorgersi.
    Il libro è la guerra vista dall’interno degli Stati Uniti, con le tante accuse ai politici americani dell’epoca. Quella letta sembra una lotta riguardante solo loro. Gli altri paesi assomigliano a delle comparse necessarie per combattere delle battaglie; ma in realtà furono proprio loro a subire delle conseguenze umane micidiali.
    Ci manca quindi la visione degli altri, dei vietnamiti vincitori e vinti, dei paesi vicini vittime della guerra senza volerlo. Ci manca la visione dei russi e dei cinesi.
    E’ vero, forse, è uno dei pochi esempi di guerra vista da un vinto.
    Ma gli americani furono veramente sconfitti?
    Non sembrerebbe dal libro, anzi, sembra quasi una vittoria ma contro un altro nemico: contro due presidenti e la loro politica.
    Ecco che la sconfitta, o meglio la mancata vittoria, diventa un trionfo della retorica. Secondo loro la guerra è stata persa non sul campo ma per via dell’opposizione pacifista partita dai movimenti all’interno degli USA, sottovalutando l’opera militare, la dedizione umana ed il sentimento nazionalista dei vietnamiti.
    Ci furono tanti che si considerarono dei vincitori in America, senza essere mai andati al fronte.
    Il resto prosegue linearmente, partendo dalla lotta nazionalista vietnamita contro i francesi, alla suddivisione del Vietnam.
    Sentiamo solo le voci dei politici americani, i veri protagonisti, quelli decidono tutto, anche la loro sconfitta.
    Osserviamo il Vietnam attuale e la crescente presenza americano nel campo economico e potremmo rileggere il libro con un occhio diverso.

    ha scritto il