Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Storia della letteratura giapponese

Vol. 3 - Dall'Ottocento ai giorni nostri

Di

Editore: Marsilio

3.3
(23)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 365 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8831763512 | Isbn-13: 9788831763516 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Adriana Boscaro

Genere: History , Da consultazione , Textbook

Ti piace Storia della letteratura giapponese?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questo terzo e ultimo volume della Storia della letteratura giapponese di Kato Shuichi si apre con quella che l’Autore chiama la quarta «svolta», cioè il lungo e talvolta faticoso cammino che ha portato il Giappone dagli inizi dell’Ottocento alla modernità e al suo inserimento in un contesto mondiale. Come sua consuetudine Kato spazi a dalla situazione politica a quella sociale, analizza le varie correnti di pensiero, tratta di grandi scrittori ma segue con attenzione anche alcuni minori, non trascura la linfa sotterranea della produzione disimpegnata che ruota ancora attorno ai quartieri di piacere e al mondo del teatro, segue idealmente i pionieri che vennero in Europa e riportarono in Giappone un bagaglio di nozioni e di esperienze di enorme valore, proponendo di leggere la storia culturale del periodo attraverso una mappa delle «generazioni» che hanno contribuito a formare il Giappone moderno. Si conclude così un’opera di ampio respiro, la prima a proporre al lettore italiano uno sguardo approfondito sulla cultura di un paese che è ormai uno dei protagonisti della nostra storia. Nel primo volume, che va dalle origini al XVI secolo, sono presi in esame due momenti fondamentali: il processo di «nipponizzazione» della cultura continentale (leggasi cinese), a partire dal IX secolo, e la presa del potere, anche culturale, da parte dell’aristocrazia guerriera, dalla fine del XII secolo; nel secondo (dalla metà del XVI alla fine del XVIII) lo sviluppo di un nuovo tipo di cultura, di carattere «urbano»; in quest’ultimo, l’impatto culturale politico sociale, nonché di conflitto, con l’Occidente, e il modo in cui il Giappone l’ha affrontato e si è infine affacciato sulla scena mondiale. Un grande affresco che ci accompagna dagli albori delle origini agli anni novanta del nostro secolo.
Ordina per
  • 1

    Lette solamente pochissime parti, ma l'ho trovato decisamete poco interessante perché dà a tutti gli scrittori la stessa importanza: su oltre 300 pagine di libro ne dedica meno di due a ...continua

    Lette solamente pochissime parti, ma l'ho trovato decisamete poco interessante perché dà a tutti gli scrittori la stessa importanza: su oltre 300 pagine di libro ne dedica meno di due a Mishima(?!?), pchissime a Kawabata.

    ha scritto il 

  • 1

    Come per il Bienati. Confusionario, argomenti ordinati più o meno in ordine casuale, poverissimo di notizie (già solo per Mishima dedica si e no 1 pagina e mezzo). Decisamente sconsigliato.
    Per la ...continua

    Come per il Bienati. Confusionario, argomenti ordinati più o meno in ordine casuale, poverissimo di notizie (già solo per Mishima dedica si e no 1 pagina e mezzo). Decisamente sconsigliato.
    Per la letteratura giapponese moderna e contemporanea il Keene rimane il migliore per informazioni, ordine nell'esposizione e piacevolezza della scrittura.

    ha scritto il