Storia della letteratura italiana

Di

Editore: Newton & Compton

4.0
(150)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 608 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8879830767 | Isbn-13: 9788879830768 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback , Copertina morbida e spillati , Tascabile economico

Genere: Storia , Da consultazione , Manuale

Ti piace Storia della letteratura italiana?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Difficile per me commentare il De Sanctis

    Questo libro(ne) non va solo letto ( ergo non si addice ai lettori pre nanna), va studiato, compreso e ricordato perché se no è meglio lasciar perdere. La maestria di De Sanctis, a mio parere, sta ne ...continua

    Questo libro(ne) non va solo letto ( ergo non si addice ai lettori pre nanna), va studiato, compreso e ricordato perché se no è meglio lasciar perdere. La maestria di De Sanctis, a mio parere, sta nel farti dimenticare che è stato scritto a fine 800. Mi ha colpito molto (ma non so se in positivo) la forza con cui a volte muove critiche alle scelte poetiche dei grandi come Dante , andando anche controcorrente . Ma se si guarda bene somigliano ai rimbrotti che farebbe un padre al figlio, sempre con una delicatezza che ne fa percepire l amore assoluto che nutre per lui

    ha scritto il 

  • 0

    quando alla coop (ipercoop) passo davanti
    al reparto tv galattiche e le guardo e penso

    come dev'essere un salotto con una tv galattica così
    non lo so, ma Horvath mi pare che sia morto colpito

    da un al ...continua

    quando alla coop (ipercoop) passo davanti
    al reparto tv galattiche e le guardo e penso

    come dev'essere un salotto con una tv galattica così
    non lo so, ma Horvath mi pare che sia morto colpito

    da un albero durante un temporale mentre passeggiava
    per Parigi

    Andrei a Parigi, io, piuttosto, volevo dire questo
    piuttosto

    E Horvath mi piace molto
    l'avevo comprato in tedesco anni fa per mia sorella

    ma poi non gliel'ho dato
    come quella volta che avevo preso i racconti di Thomas

    (Dylan) per la mia ragazza il tempo di leggermeli in
    treno mentre raggiungevo la sua città sparata nel cosmo

    e beh avevo preso la decisione di tenermeli
    me lo rinfaccia ancora

    mia sorella almeno non ha mai saputo di Horvath
    mia sorella e la mia ragazza mi pare che vadano

    d'accordo
    beate loro

    ha scritto il 

  • 3

    Non è cattiveria verso De Sanctis, quanto il fatto che è il concetto stesso di critica letteraria ad indispormi. Alla fine è una storia della letteratura italiana sitentica ed efficace anche se presen ...continua

    Non è cattiveria verso De Sanctis, quanto il fatto che è il concetto stesso di critica letteraria ad indispormi. Alla fine è una storia della letteratura italiana sitentica ed efficace anche se presentata da un punto di vista molto personale.

    ha scritto il