Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Storia di V

Biografia del sesso femminile

By Catherine Blackledge

(26)

| Paperback | 9788856500684

Like Storia di V ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Sede della creazione della vita e del piacere femminile, archetipo della fecondità della terra e luogo misterioso della sessualità, la vagina è rimasta a lungo l'organo del corpo umano meno studiato e conosciuto. Stanca dei tabù e dell'ignoranza diff Continue

Sede della creazione della vita e del piacere femminile, archetipo della fecondità della terra e luogo misterioso della sessualità, la vagina è rimasta a lungo l'organo del corpo umano meno studiato e conosciuto. Stanca dei tabù e dell'ignoranza diffusa riguardo ai genitali femminili, l'autrice ha deciso di esplorarne le sorti alterne nel corso dei secoli. Con una ricerca d'ampio respiro che abbraccia arte preistorica, storia antica, linguistica, mitologia, teoria evolutiva e, naturalmente, biologia e medicina, Catherine Blackledge svela suggestioni scientifiche e culturali su questo tema.

8 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    W V!

    Informativo è informativo, serio è serio, utile è utile, e è un correttivo contro la brutta ignoranza figlia della cattiva coscienza di un maschilismo rosicone per lo più cristiano e occidentale, ma, in linea di massima, gli africani non scherzano, e ...(continue)

    Informativo è informativo, serio è serio, utile è utile, e è un correttivo contro la brutta ignoranza figlia della cattiva coscienza di un maschilismo rosicone per lo più cristiano e occidentale, ma, in linea di massima, gli africani non scherzano, e gli orientali, sia, ne hanno un grande culto e rispetto, ma i nomignoli che si inventano sono quasi più mortificanti dei vituperi di noialtri ponentini.

    Per chi non è strettamente appassionato di anatomia vaginale o per chi è già - come me - favorevole alle pari opportunità per il sesso delle donne, più che un campionario di curiosità e di precisazioni in questo saggio ricco e dispersivo non ci troverà.

    Imputo alla mia immaturità da maschio non emancipato e non del tutto solidale con la causa politico-culturale delle donne il mio sbottare in ridarella da liceale ottuso alla lettura di certi passaggi come i seguenti:

    Tra gli acari e le zecche il “maschio produce un ammasso compatto di sperma, chiamato 'spermatofora', e deve persuadere la femmina a permettergli di introdurlo nella sua apertura vaginale.”

    “Il muco rappresenta il principale elemento vaginale.”

    “Il bisogno di una vagina acida.”

    “La signora Simpson, si diceva 'aveva la capacità di far sentire un fiammifero grosso come un sigaro avana'.”

    “L'etica dell'espulsione del seme.”

    “Ho due odori preferiti: il saporito aroma del pasticcio di carne e patate che faceva mia madre e il profumo inebriante e ricco della mia vagina fertile.”

    “L'odore di pesce non è l'odore di una vagina sana e pulita, ma piuttosto il segno di uno squilibrio batterico, così come l'odore di formaggio rancido segnala uno squilibrio batterico del pene.”

    Pare che nella secrezione vaginale della femmina di criceto “la molecola più allettante sia il dimetil disulfide, un elemento chimico il cui odore somiglia un po' a quello dei broccoli(...)”

    “Il vibratore fu il quinto elettrodomestico a beneficiare dell'elettricità, dopo la macchina da cucire, il ventilatore, il bollitore e il tostapane.”

    “Il pene come strumento di corteggiamento interno.”

    L'aroma del pasticcio di carne e patate di sua madre resterà impresso in me per sempre.

    Is this helpful?

    Coda said on Nov 11, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    V per Vagina

    Chiunque abbia visto V per Vendetta non potrà non notare che Storia di V non è un semplice saggio di divulgazione di storia e scienza e cultura attorno alla "vagina" ma una vera e propria vendetta.
    E come in ogni vendetta, la giustizia che si cerca d ...(continue)

    Chiunque abbia visto V per Vendetta non potrà non notare che Storia di V non è un semplice saggio di divulgazione di storia e scienza e cultura attorno alla "vagina" ma una vera e propria vendetta.
    E come in ogni vendetta, la giustizia che si cerca di rendere è a tratti poco "giusta".
    In molte parti, infatti, il libro pecca di una "faziosità" che dà un po' fastidio.
    Se infatti da un lato vuole porsi come un saggio assolutamente scientifico ed esatto, ogni volta che l'autrice ci descrive la vagina o una sua funzione o un organo in genere dell'apparato sessuale femminile sembra quasi che stiamo leggendo una pubblicità.
    Allo stesso tempo alcuni ragionamenti sono "superficiali" e semplistici. Per fare solo un esempio l'autrice si lamenta molto del significato di "vagina" latino che deriva da fodera e lo paragona cn molti termini orientali dove ovviamente tutto è molto poetico credendo che ciò rispecchi una diversa cultura e concezione della vagina e della femminilità.
    Peccato però che lingue come il giapponese o il cinese, che usano ideogrammi, non abbiano la stessa struttura nostra (che mira più a specificare i concetti che non ad ampliarli o renderli vaghi) e usino un significato "poetico" anche per dire merda. Oltre tutto, forse l'autrice non sa che società come quelle giappponesi o indiane sono società in cui la donna ha una situazione di netta inferiorità (rispetta a noi). Ci si chiede duqnue dove stia veramente tutta la visione positiva per la femminilità dietro i tantra, le tecniche sessuali per la donna ed i nomi poetici per descrivere la sua vagina se poi è praticamente costretta a bruciare viva insieme al cadavere del marito perché ormai è inutile p se "donna" corrisponde agli ideogrammi di "scopa" e "casa"...
    L'autrice è una chimica, e si vede, e si legge.
    Il libro è una specie di grossa enciclopedia, una specie di grosso documentario discovery channel,interessante certo, ma dopo un po' molto noioso per il lettore comune (che potrebbe addirittura abbandonarlo visto la dimensione del libro).
    Esiste io credo un femminismo intelligente, che è per le donne, e un femminismo dannoso, che è contro gli uomini. L'autrice qualche volta pecca del secondo ed è un vero peccato.
    Tuttavia è indubbiamente vero che questa vendetta andava e va ancora fatta, che le donne non sono in una situazione di parità e che già nel sapere scientifico si nota facilmente la discriminazione che si è perpetuata per secoli. Ecco perché anzicchè dare 3 stelline a questo "lavoro di ricerca impressionante" ho deciso di darne 4 riconoscendo la sincerità, la passione nel lavoro, e l'intenzione lodevole indubbiamente.
    Ve lo raccomando dunque, anche se credo che la maggior parte dei lettori non lo troveranno facile o divertente, e che sia ancora una volta un libro per le donne destinato molto alle donne e molto poco agli uomini e specialmente a quelli che tendono ancora a discriminarle. Questo è indubbiamente un vero peccato.

    Is this helpful?

    Gianmarco Giuliana said on Feb 7, 2012 | 2 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Avrei preferito che dedicasse maggiore spazio alle questioni storiche e sociologiche e meno al moscerino della frutta e alla femmina del bue muschiato. In alcuni passaggi la traduzione mi sembra approssimativa, ma vale senz'altro una lettura per la r ...(continue)

    Avrei preferito che dedicasse maggiore spazio alle questioni storiche e sociologiche e meno al moscerino della frutta e alla femmina del bue muschiato. In alcuni passaggi la traduzione mi sembra approssimativa, ma vale senz'altro una lettura per la ricchezza di informazioni.

    Is this helpful?

    Mitilene said on Aug 23, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Leggetelo

    Checché ne dicano gli uomini, essere donna è meglio

    Is this helpful?

    Tabatha said on Jan 29, 2009 | 3 feedbacks

Book Details

  • Rating:
    (26)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • Paperback 416 Pages
  • ISBN-10: 885650068X
  • ISBN-13: 9788856500684
  • Publisher: il Saggiatore
  • Publish date: 2008-xx-xx
  • Also available as: Others
Improve_data of this book