Storia di un amore straordinario

Voto medio di 388
| 93 contributi totali di cui 79 recensioni , 14 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Königsberg, 1813. In una gelida notte di bufera due bambini vengono al mondoin un bordello: Henrietta e Hercule. La piccola è bella e sana, mentre ilmaschio, che sopravvive a dispetto di ogni previsione, è gravemente menomatonel fisico ma possiede ... Continua
Ha scritto il 13/03/17
La storia è appassionante: una favola ottocentesca scritta con pacatezza e fluidità. È un libro sulla diversità, anzi no, sulla vita stessa che si impone contro ogni logica scientifica e contro un grottesco scherzo di madre natura. È una ...Continua
Ha scritto il 23/11/15
Molto bello!
Il racconto è molto bello! Mi ha fatto capire che nella vita non bisogna arrendersi MAI, (in amore, lavoro etc..) Anche con le imperfezioni, niente è impossibile. Il libro parla poco della storia d'amore, ci sono delle scene di giallo.
Ha scritto il 22/03/13
Banale...
Un banale feuilleton, con un condimento in salsa fantasy... La storia del nano/essere deforme, che è legato per la vita alla bellissima ed innamorata amica di infanzia, è già una storia banale di per sè... se poi ci si aggiungono i doni ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 13/11/12
Il titolo inganna, poiché non riguarda una storia d amore nel senso comune, ma nel suo senso romantico letterario, di una crudezza e dolcezza percorre il periodo storico volteggiando per città, quasi con un tappeto volante, sfiorandole.Bello e ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 11/10/12
Due stelline e mezzo, non mi sento di dare di più a questo romanzo gradevole, interessante fino a poco più di metà e che si perde nella parte precedente il finale e aggiusta il tutto con un finale che è un lieto fine parziale.Peccato perchè ...Continua

Ha scritto il Aug 10, 2013, 14:32
Si teneva aggrappato alla vita come un naufrago alla sua zattera, senza bussola, senza carte nautiche, solo con un unico proposito: sopportare le tempeste e sopravvivere a qualunque costo.
Pag. 50
Ha scritto il Oct 16, 2010, 05:22
Dalle fotografie che si conservano di lui, che n'è una che tiro fuori sovente e che osservo attraverso la distanza illusoria degli attimi che chiamiamo tempo. E' stata scattata un mattino d'agosto del 1908 a Martha's Vineyard. Il mio bisnonno, ...Continua
Pag. 388
Ha scritto il Oct 16, 2010, 05:21
Uno crede di vivere una vita, ma è la vita a vivere noi, e quando siamo troppo consumati essa va avanti senza di noi.
Pag. 361
Ha scritto il Oct 16, 2010, 05:20
Senza più un soldo, fece ritorno a Berlino. Era in uno stato pietoso. Quelli che lo vedevano lo prendevano per un fantasma. Lui non si aspettava più nient'altro dalla vita se non che finisse presto. La morte era un debito che si pagava solo una ...Continua
Pag. 220
Ha scritto il Apr 15, 2008, 17:06
L'odio non aveva cronologia. Si stendeva per un'eternità in tutte le direzioni. Era sempre esistito e sempre sarebbe esistito, perchè l'odio non lo si poteva immaginare in una prospettiva diversa da quella eterna. Esso cancellava qualsiasi senso ...Continua
Pag. 349
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi