Storia di un corpo

Voto medio di 2142
| 438 contributi totali di cui 353 recensioni , 82 citazioni , 0 immagini , 3 note , 0 video
3 agosto 2010. Tornata a casa dopo il funerale del padre, Lison si vede consegnare un pacco, un regalo post mortem del defunto genitore: è un curioso diario del corpo che lui ha tenuto dall’età di dodici anni fino agli ultimi giorni della sua vita. A ...Continua
silvia
Ha scritto il 03/11/18

Bellissimo. Divertente, commovente, canzonatorio, fa riflettere in diversi passaggi. Godibile e scorrevole, scritto molto bene. Da leggere!

Francesco Notorio
Ha scritto il 07/09/18
Il libro offre una storia circolare, che comincia quando il libro finisce. Infatti è dopo questo momento che il manoscritto viene consegnato a Lison, la quale da quel momento comincia a leggerlo. Ha la forma di un diario, nel quale il protagonista, d...Continua
TheBluE
Ha scritto il 22/07/18
Sai quando ti dicono che un libro parla della vita di un uomo il finale dovrebbe essere scontato. E qui ovviamnete non devia dal prevedibile ma ti lascia con tanta tristezza e con motivi di riflessione. Se ci si aspetta, poi, di trovarsi davanti a un...Continua
OrsoCurioso
Ha scritto il 21/07/18
Un racconto semplicemente vero, tristemente vero.
Un romanzo che solo un uomo, non più giovane, poteva scrivere. Pennac è stato magistrale nel raccontare, attraverso l'evoluzione del corpo di un bambino, di un adolescente, di un ragazzo, di un giovane nel pieno di una maturità viene velocemente vis...Continua
Alessia Zanini
Ha scritto il 14/06/18

Mi ha emozionata tantissimo, e mi ha fatto riflettere ancora di più. L'ho ascoltato in audiolibro narrato da Claudio Bisio che ha fatto un lavoro eccezionale.


Tabitta80
Ha scritto il May 11, 2018, 19:41
Per tutta la vita si è ricordato di questa perdita della speranza come dell'esperienza stessa della beatitudine. Alla fine l'hanno salvato i rami di un albero. La paura è tornata insieme alla speranza che qualcuno venisse a tirarlo fuori da lì.
Pag. 134
Tabitta80
Ha scritto il May 11, 2018, 19:38
Ancora incace di ammazzare il maiale. Ma non di mangiarlo. Quel poveretto veniva a prendere le carezze mentre studiavo. La fiducia ottusa delle bestie nella specie umana...
Pag. 83
Torù
Ha scritto il Jul 14, 2016, 18:20
All’inizio l’uomo non sa niente. Niente di niente. E’ stupido come una bestia. Le uniche cose che non ha bisogno di imparare sono respirare, vedere, sentire, mangiare, pisciare, cagare, addormentarsi e svegliarsi. Ma neanche. Sentiamo, ma dobbiamo...Continua
francesca c.
Ha scritto il Jul 12, 2016, 16:55
Molto spesso è il bambino in me a lanciarsi. Sopravvalutando le mie forze. Siamo tutti soggetti a questi attacchi di infanzia. Anche i più anziani di noi. Fino alla fine il bambino rivendica il suo corpo. Non molla
Pag. 225
francesca c.
Ha scritto il Jul 12, 2016, 16:44
Possiamo grattarci fino al godimento, ma fatti il solletico quanto ti pare e non yi farai mai ridere
Pag. 221

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Lore Lei
Ha scritto il Nov 08, 2017, 23:25
Biblioteche...
Ha scritto il Apr 29, 2016, 14:58
843.92 PEN 16998 Letteratura Francese
Biblioteca...
Ha scritto il Apr 13, 2016, 09:19
843.92 PEN 16998

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi