Storie di cronopios e di fama

Voto medio di 1275
| 195 contributi totali di cui 180 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
c1971 stampa 1995
Silvia...
Ha scritto il 22/07/18
Storie di cronopios e di famas è uno dei libri più strani che io abbia mai letto: non c'è una trama, non c'è un filo conduttore ben delineato, e per metà del tempo non si sa nemmeno di cosa si stia parlando. Quello che penso io è questo: leggere Cor...Continua
Tiziana
Ha scritto il 05/06/18
null
Assurdamente bello e di incomparabile fantasia. È come immergersi in un quadro di Dalì. È come affacciarsi ad una finestra e vedere un mondo nuovo, surreale. Non c'è logica in questo mondo, né un fine da perseguire e neppure ci devi per forza tro...Continua
Chiara
Ha scritto il 01/02/18
Un’accozzaglia di parole, una scelta ingegnosa di figure retoriche accostate per ricreare una sensazione o un’atmosfera. Parole che sembrano esser state scritte per essere meditate e comprese a diversi livelli di profondità, come se il non detto foss...Continua
Dannyy
Ha scritto il 10/11/17
La prima non è buona
Ho atteso per tanto tempo di leggere questo libro e adesso che l'ho fatto... poca partecipazione alle storie, al senso/non senso che di solito amo. Sono delusa che mi abbia deluso, un autore che ritenevo interessante. Ma non mi arrendo, leggerò Rayue...Continua
Simona
Ha scritto il 06/11/17
Storie di cronopios e di famas
Ci avevo provato con Rayuela.. ho ritentato con Storie di cronopios e di famas.. e niente, a me Cortazar non piace!!! Ho trovato molto interessante e stimolante la sua biografia ma non le sue opere!!! Troppo visionario per il mio punto di vista... ...Continua

Ailairia Di Meo
Ha scritto il Jul 19, 2015, 14:49
Che le tartarughe siano grandi ammiratrici della velocità è cosa del tutto naturale. Le speranze lo sanno, e se ne infischiano. I famas lo sanno, e ne ridono. I cronopios lo sanno e ogni volta che incontrano una tartaruga tirano fuori i gessetti colo...Continua
Ailairia Di Meo
Ha scritto il Jul 19, 2015, 14:49
Le speranze, sedentarie, si lasciano viaggiare dalle cose e dagli uomini, e sono come le statue che bisogna fare un viaggio per vederle perché loro non si disturbano.
Ailairia Di Meo
Ha scritto il Jul 19, 2015, 14:48
E i gesti dell’amore, questo dolce museo, questa galleria di figure di fumo. Si consoli la tua vanità: la mano di Antonio cercò quel che cerca la tua mano, e né la sua né la tua cercavano qualcosa che non sia già stato trovato fin dall’eternità. Ma l...Continua
Ailairia Di Meo
Ha scritto il Jul 19, 2015, 14:48
La mia segretaria piangeva leggendo la comunicazione del mio licenziamento. Per consolarmi decisi di astrarre le sue lacrime, e per un certo tempo mi deliziai con quelle minuscole fonti cristalline che nascevano nell’aria e si riversavano allagando e...Continua
Ailairia Di Meo
Ha scritto il Jul 19, 2015, 14:48
Non appena aprirò la porta e mi affaccerò alle scale, saprò che sotto inizia la strada; non lo stampo ormai accettato, non le case che sappiamo, non l’albergo di fronte: la strada, la viva foresta ove ogni istante può piovermi addosso come una magnol...Continua

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi