Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Stranger in a Strange Land

By Robert A. Heinlein

(137)

| Mass Market Paperback | 9780441790340

Like Stranger in a Strange Land ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Stranger in a Strange Land, winner of the 1962 Hugo Award, is the story of Valentine Michael Smith, born during, and the only survivor of, the first manned mission to Mars. Michael is raised by Martians, and he arrives on Earth as a true inno Continue

Stranger in a Strange Land, winner of the 1962 Hugo Award, is the story of Valentine Michael Smith, born during, and the only survivor of, the first manned mission to Mars. Michael is raised by Martians, and he arrives on Earth as a true innocent: he has never seen a woman and has no knowledge of Earth's cultures or religions. But he brings turmoil with him, as he is the legal heir to an enormous financial empire, not to mention de facto owner of the planet Mars. With the irascible popular author Jubal Harshaw to protect him, Michael explores human morality and the meanings of love. He founds his own church, preaching free love and disseminating the psychic talents taught him by the Martians. Ultimately, he confronts the fate reserved for all messiahs.

The impact of Stranger in a Strange Land was considerable, leading many children of the 60's to set up households based on Michael's water-brother nests. Heinlein loved to pontificate through the mouths of his characters, so modern readers must be willing to overlook the occasional sour note ("Nine times out of ten, if a girl gets raped, it's partly her fault."). That aside, Stranger in a Strange Land is one of the master's best entertainments, provocative as he always loved to be. Can you grok it? --Brooks Peck

179 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    La trama esiste solo per dare all'autore la possibilità di sputare sentenze su politica, sesso e religione. Alla fine grokkiamo che l'utopia è qualcosa di molto simile ad un club per scambisti.

    Is this helpful?

    'NgappaMusk said on Aug 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro da Grokkare

    Partendo da uno spunto semplice Heinlein smonta la nostra società con meticolosa grazia. Un libro che muta durante la lettura, all'inizio non capirete nulla di ciò che pensa "lo straniero" ma piano piano comincerete a vedere il mondo come lui.
    Nonost ...(continue)

    Partendo da uno spunto semplice Heinlein smonta la nostra società con meticolosa grazia. Un libro che muta durante la lettura, all'inizio non capirete nulla di ciò che pensa "lo straniero" ma piano piano comincerete a vedere il mondo come lui.
    Nonostante le 700 pagine il libro scorre con fluidità.

    Is this helpful?

    Leland said on Jan 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Per farla breve, è un romanzo che risente del peso degli anni e dell'eccessiva lunghezza. Indubbiamente una lettura più che piacevole nelle prime due parti delle cinque di cui si compone, va purtroppo piano piano calando, girando un po' a vuoto. Infa ...(continue)

    Per farla breve, è un romanzo che risente del peso degli anni e dell'eccessiva lunghezza. Indubbiamente una lettura più che piacevole nelle prime due parti delle cinque di cui si compone, va purtroppo piano piano calando, girando un po' a vuoto. Infarcito di una ideologia un po' hippy e un po' anarchica e libertaria, è un romanzo nel complesso salvato dallo stile sarcastico e scorrevole di Heinlein, capace senza sforzo apparente di mettere alla berlina la morale puritana degli anni '60 del secolo scorso. Purtroppo cinquanta anni sul groppone sono tanti, la società è profondamente cambiata nel frattempo, spogliando il romanzo di gran parte della sua carica eversiva: ciò vuol dire che comunque ci troviamo davanti ad un romanzo visionario ed anticipatore.
    Alla fine resta una lettura interessante, dai tanti risvolti socio-etico-filosofici, capace di dialogare col lettore per mostrargli un altro punto di vista sulla realtà, che magari diamo troppo spesso per scontata.

    Is this helpful?

    ziabice said on Dec 30, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ancora di più che su Starship Troopers, con la scusa di trattare accattivanti trame a sfondo fantascientifico, Heinlein finisce per parlare di una miriade di questioni, e lo fa mirabilmente. Non importa che esse siano di natura etica, bellica, sessua ...(continue)

    Ancora di più che su Starship Troopers, con la scusa di trattare accattivanti trame a sfondo fantascientifico, Heinlein finisce per parlare di una miriade di questioni, e lo fa mirabilmente. Non importa che esse siano di natura etica, bellica, sessuale, religiosa, sociale...ognuna viene argomentata quanto basta per far scattare qualcosa dentro il lettore, spingendolo a ragionarci poi sopra. E quando questo succede, l'autore ha sempre fatto centro.

    La storia in sé poi è altrettanto pregevole, raramente ho avuto cali di interesse: da metà c'è un lieve rallentamento, ma si riprende subito, accelerando ulteriormente nelle ultime 150 pagine. Il finale, per quanto scontato, è l'unica conclusione possibile. Un ultimo appunto: oserei quasi dire che il protagonista vero del libro è Jubal (il "padre di tutti"), e non l'Uomo di Marte. È lui che per gran parte del libro tiene banco coi suoi ragionamenti, è lui che mette Mike in una condizione di sicurezza, è lui l'uomo che grokka senza aver mai imparato a grokkare.

    Is this helpful?

    Nico said on Dec 14, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un grande classico

    Un romanzo molto complesso un grandissimo classico lo letto e riletto più volte, ha avuto non solo in ambito fantascientifico anzi direi principalmente al di fuori di esso un forte impatto sociale, i temi trattati e gli spunti sono a tutt'ogg ...(continue)

    Un romanzo molto complesso un grandissimo classico lo letto e riletto più volte, ha avuto non solo in ambito fantascientifico anzi direi principalmente al di fuori di esso un forte impatto sociale, i temi trattati e gli spunti sono a tutt'oggi dopo 70 anni ancora attuali oserei dire purtroppo .

    Is this helpful?

    fioit said on Oct 27, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book