Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Stranieri come noi

Storie, drammi e avventure di ragazzi come noi nel mondo di oggi

Di

Editore: Einaudi Scuola (Nuove letture)

3.8
(225)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 233 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8828601833 | Isbn-13: 9788828601838 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , History , Travel

Ti piace Stranieri come noi?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Vittorio Zucconi, inviato speciale all'estero, immagina di spedire tante «cartoline» ai lettori, per avvicinarli a «gente molto diversa eppure molto simile». Egli invita a guardare senza pregiudizi alle altre culture, a considerare gli effetti dell'emarginazione e le cause della violenza giovanile: come quella di chi uccide per un giubbotto o di chi picchia per il colore della pelle. Ci racconta di bambini di strada senza futuro: qualcuno concepisce il sogno del proprio riscatto attraverso il pallone e, forse, il sogno potrà avverarsi; ci sono ragazzi di etnie e classi sociali diverse che si innamorano tra loro, ma il lieto fine non è sempre assicurato; a volte, l'amicizia ha la durata dell'emergenza che li ha fatti incontrare.
Ordina per
  • 4

    Siamo tutti stranieri

    Forse è un po' banale, ma è un libro didattico scritto per i ragazzi di scuola. volutamente semplice e didascalico, per tutti quelli che vogliono leggere qualcosa che faccia riflettere e non solo intrattenere. I racconti sono solo una scusa per affermare dei valori che dovrebbero essere ovvi ma, ...continua

    Forse è un po' banale, ma è un libro didattico scritto per i ragazzi di scuola. volutamente semplice e didascalico, per tutti quelli che vogliono leggere qualcosa che faccia riflettere e non solo intrattenere. I racconti sono solo una scusa per affermare dei valori che dovrebbero essere ovvi ma, proprio per questo, finiscono per essere scontati o inconsiderati. Straniero è colui che si trova in un mondo non suo e per questo è vittima di pregiudizi. Quindi, prima o poi, siamo tutti stranieri, anche a casa nostra. Lo stile di scrittura è scorrevole e un po' ripetitivo ma è una scelta voluta. Si legge molto facilmente e, chi vuole, ragazzo o adulto, avrà di sicuro da pensare.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro e un curioso episodio

    Questo libro mi aveva colpito perché narrava storie molto diverse tra di loro, ma che avevano il pregio di non cadere una scontata etica del vogliamoci bene tutti: trattava la diversità per quello che è difficile, affascinante, imprevista, incomprensibile, capace di cambiare il punto di vista,... ...continua

    Questo libro mi aveva colpito perché narrava storie molto diverse tra di loro, ma che avevano il pregio di non cadere una scontata etica del vogliamoci bene tutti: trattava la diversità per quello che è difficile, affascinante, imprevista, incomprensibile, capace di cambiare il punto di vista,...
    Un aneddoto curioso mi lega a questo libro: insegnavo a quei tempi in una scuola media di periferia. Era il 16 giugno e dovevo far lezione ad un gruppo che mi aveva dato i suoi bei grattacapi, ma negli ultimi tempi il clima era decisamente migliorato .
    Appena entrato fui accolto dalle solite esclamazioni da ultima lezione dell'anno:
    "Sore andiamo a mangiare il gelato"
    "Ci fa vedere un film ?"
    "Facciamo un gioco"
    ....

    Ma io impassibile:
    "No ragazzi visto che abbiamo lavorato poco quest'anno, lo facciamo fino all'ultimo minuto"
    Coro di disapprovazione.
    Io estraggo il racconto "Joao il Testone " e lo distribuisco , aggiungendo:
    "Oggi vi leggerò questa storia"
    Il malcontento si placa un poco:
    "Beh se legge lei va bene": come dire non siamo contenti ma almeno non ci rompe le scatole.

    Così tra facce poco convinte parte la lezione: dovete credermi, dopo pochi secondi nell'aula vi era un silenzio irreale tutti seguivano le gesta del piccolo calciatore con trepidazione.
    Tanto che a metà lezione entra un ragazzo della classe con molti problemi (In terza media sapeva a malapena leggere e scrivere) che rientrava forse da un'ora di sostegno forse da una sua solita scappatella.
    Vedendo la situazione esclama:
    "Uei è morto il gatto !!!"
    Viene fulminato da 23 sguardi assassini, tanto che si siede, alza la mano (non l'aveva mai fatto tutto l'anno) e chiede:
    "Scusi dove siamo arrivati ?"
    Cerrti miracoli succedono solo grazie alla letteratura.
    Grazie signor Zucconi !

    ha scritto il 

  • 3

    Alcuni racconti mi sono piaciuti davvero tanto (come quello sulla Colombia, o sulla rivoluzione russa) mentre altri li ho apprezzati molto di meno. Nel complesso è un libro carino.

    ha scritto il 

  • 4

    sono 11 storie diverse,11 paesi diversi,11diversità...storie vere...è questo ciò di cui parla il libro(compresa l'introduzione ..una delle più belle che abbia mai letto)la diversità...la diversità di un paese fra un altro ,la diversità del NOSTRO paese delle NOSTRE abitudini con gli altri,ma non ...continua

    sono 11 storie diverse,11 paesi diversi,11diversità...storie vere...è questo ciò di cui parla il libro(compresa l'introduzione ..una delle più belle che abbia mai letto)la diversità...la diversità di un paese fra un altro ,la diversità del NOSTRO paese delle NOSTRE abitudini con gli altri,ma non per questo migliori... in cina ci sono bambini che studiano fino all'una di notte per imparare un alfabeto molto più lungo e complicato del nostro,per diventare uno studente, un lavoratore modello...in messico hanno molto più valore degli scarponi sporchi di un orologio prezioso...in brasile il calcio può essere non solo un lavoro,un modo per far soldi;ma una passione che salva la vita...e potrei dirvene molte altre ma se vi dico tutto io poi il libro?!?!?!?

    ha scritto il 

  • 0

    Bel libro, leggero e piacevole nella scrittura ma profondo nel contenuto. Una serie di considerazioni e interpretazioni dell'autore sui costumi tra le diverse civiltà ma anche sulle molteplici analogie esistenti.

    ha scritto il