Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Submundo

By Don DeLillo

(14)

| Others | 9788477651857

Like Submundo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

375 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    un romanzo eccessivo, spaventa al solo vederlo. ma il mio consiglio è: infliggetevelo. seguendo le tracce di una pallina da baseball, una capacità di scrittura formidabile presenta una galleria incredibile di personaggi, situazioni, problemi.

    Is this helpful?

    Chrome 24 said on Sep 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'America in una pallina da baseball...

    ...e detto così, sembra un libro idiota: in realtà, la pallina aiuta a dipanare circa 50 anni di storia americana vista da diverse prospettive, tutte verosimili. Un autentico capolavoro, questo di DeLillo.

    Is this helpful?

    Paolopoi said on Aug 25, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    Americana

    Storia americana universale e individuale, con una miriade di personaggi, fittizi e reali, tra bellissimi (Bronzini è il mio preferito) e osceni (per esempio l'orrendo J. Edgard Hoover), un'enciclopedia dell'umanità e della storia statunitense di buo ...(continue)

    Storia americana universale e individuale, con una miriade di personaggi, fittizi e reali, tra bellissimi (Bronzini è il mio preferito) e osceni (per esempio l'orrendo J. Edgard Hoover), un'enciclopedia dell'umanità e della storia statunitense di buona parte del secolo scorso, con punte altissime nel raccontare amore e malattia.

    Storia di un paese che sembra fatta di armi e spazzatura. I riferimenti ai rifiuti si ripetono ossessivamente in tutto il libro - dalla società kazaka che acquista immondizia per farla esplodere in esperimenti nucleari al piccolo delinquente che racimola denaro tenendosi e portando in giro in auto la spazzatura di un ristorante che altrimenti pagherebbe la multa per smaltirla in modo improprio - diventano metafora di ogni cosa. Armi e spazzatura, "gemelle mistiche", armi che producono scorie e rifiuti, rifiuti che producono armi.

    Un immenso romanzo che prende e strapazza, spaventa, schiaffeggia, commuove, sgomenta, fa orrore e intenerisce nel giro di poche pagine. È un treno che ti travolge e ti lascia esangue, un lungo viaggio al termine del quale la sensazione predominante è la spossatezza, del lettore e dell'autore, che chiude con una stanca, sfiduciata invocazione, un'accorata richiesta di quiete, pervasa da un forte senso di sfiducia.

    Is this helpful?

    Splendini said on Jun 18, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    (1997)

    Il 3 ottobre 1951 i Dodgers e i Gyants si affrontano nella partita finale che deciderà il vincitore del campionato di baseball, mentre altrove i russi fanno esplodere una bomba atomica in una località segreta. La pallina del fuoricampo di Thompson, c ...(continue)

    Il 3 ottobre 1951 i Dodgers e i Gyants si affrontano nella partita finale che deciderà il vincitore del campionato di baseball, mentre altrove i russi fanno esplodere una bomba atomica in una località segreta. La pallina del fuoricampo di Thompson, che assegna la vittoria in extremis ai Gyants, passerà tra le mani di vari personaggi, spesso collegati tra di loro, in un mosaico di storie che attraversano quaranta anni di vita americana, dagli anni cinquanta e l’inizio della guerra fredda, al Vietnam e alla contestazione studentesca, fino alla fine del secolo.

    Le parti del romanzo sono invertite cronologicamente (a parte il prologo e l'epilogo) e narrano la vicenda a ritroso: dal 1992 fino al 1951. Il Prologo, la descrizione della partita di baseball, è una sintesi dei temi principali del libro, un magnifico contrappunto di eventi reali (la cronaca della partita, Sinatra e Hoover tra il pubblico dei tifosi) e privati inventati (come lo smilzo ragazzino di colore che s'impadronirà per primo della palla e Nick Shay sorpreso dall'autore in cima al tetto di casa ad ascoltare la partita alla radio). Tecnicamente ricorda il grande capitolo dei congressi agricoli di Flaubert in Madame Bovary e alcune pagine dell'Ulisse, quando Joyce sincronizza 50 personaggi, compresi tutti quelli principali, e le loro attività entro gli stessi limiti temporali, intorno alle ore 15 del 16/6 a Dublino. Il Prologo di Underworld è un pezzo da antologia e vale da solo il prezzo dell'acquisto del libro.

    Uno dei temi più importanti del romanzo è la spazzatura. La spazzatura è un deposito culturale unico. Spazzatura personale e collettiva, identità privata e quella generata dalla Storia. Anche i sogni sono scarti. E la perdita, anche d'identità. E la memoria. Quella spazzatura nostalgica d'altri tempi. Come una pallina da baseball che ha un pedigree lungo così. Il nucleo radioattivo di una bomba atomica ha le stesse dimensioni di una palla da baseball. Ecco l'altro tema dominante del romanzo: la morte. La paura della morte pervade tutto il romanzo. Forse sarebbe meglio dire "Il trionfo della morte", come il dipinto di Pieter Bruegel che ossessiona J.E.Hoover. C'è il segreto della bomba e i segreti che la bomba ispira. Segreti e complotti, perchè la storia è la somma di tutto ciò che non ci viene detto.

    Underworld conferma il grande talento di Don DeLillo, già autore di almeno due classici della narrativa americana Rumore bianco (White Noise, 1985) e Libra (Libra ,1988). E' davvere un gran bel romanzo. E' forse l'ultimo, grande romanzo del '900.

    Is this helpful?

    VittorioC said on May 24, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book