Sul tradurre

Esperienze e divagazioni militanti

Voto medio di 62
| 20 contributi totali di cui 13 recensioni , 7 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il suo è un inglese severo e, a lavorarlo troppo, si rischia di scaldarlo, di perdere la spigolosità luminosa con cui ci incanta. Di fronte a quel breve giro di frase so che sta per arrivare una di quelle difficoltà scomode, neppure oggettive ...Continua
Ha scritto il 02/12/14
Un gioiellino..
..che tengo preziosamente riservato nella mia libreria. Ringrazio la traduttrice/autrice Susanna Basso per averci concesso l'ingresso ai retroscena del suo meraviglioso lavoro. E anche per i tanti spunti di letture!
Ha scritto il 27/10/14
Uno sguardo "dietro le quinte"
Interessante per chi si occupa di traduzioni. Uno sguardo "dietro le quinte" del lavoro di una traduttrice affermata come lo è Susanna Basso che ha tradotto moltissimi libri di autori di lingua inglese, tra l'altro il premio Nobel per la ...Continua
Ha scritto il 24/07/14
Bello. In certi punti quasi commovente. Soprattutto per chi in vita sua ha praticato poco o molto questo delicato ingratissimo mestiere. Peccato per le citazioni dal francese, così sciatte e "a memoria". Quella da Proust grida vendetta al cospetto ...Continua
Ha scritto il 13/11/12
“Sul tradurre” di Susanna Basso è certamente un testo per addetti ai lavori, ma sicuramente bello anche per chi non lo è. Splendide le metafore sul lavoro di traduzione, che svelano un rapporto quasi fisico col testo: “occuparsi di una ...Continua
Ha scritto il 10/03/12
Amare, tradire, tradurre. Un libro meraviglioso.

Ha scritto il May 14, 2011, 17:55
C'è una cosa che il funambulo, come il traduttore, sa e che non può mai permettersi di dimenticare: il primo passo sulla corda va ponderato tanto quanto quello a metà percorso e, soprattutto, quanto l'ultimo. Se, per lo spettatore a naso in su, ...Continua
Pag. 142
Ha scritto il May 14, 2011, 15:54
[...]Ma là dove l'inglese parla di <>, mi sono concessa il lusso di una segreta ammissione e, anziché tradurre <>, ho scelto di proporre <>. Eccomi, sono lì, in quella ...Continua
Pag. 89
Ha scritto il May 14, 2011, 14:01
Nel corso di un intervento sul tema della traduzione, Massimo Cacciari utilizzò il concetto di "avvicinanza", nel senso di una progressiva e interminabile approssimazione del testo d'arrivo al testo fronte. Infatti. Mentire è il testardo, lucido ...Continua
Pag. 33
Ha scritto il May 14, 2011, 13:04
E' mia convinzione che quando tradussi, anzi, qui è il caso di dirlo, quando tradii The Palace of the Peacock, non ero nemmeno all'altezza di invidiarne la meraviglia. Se lo fossi stata, anche solo parzialmente, anche solo per qualche pagina o ...Continua
Pag. 24
Ha scritto il May 14, 2011, 13:01
Ogni traduzione, anche la più attenta, anche la più ispirata, non può che offrirsi al testo come desiderio del testo, inarrivabile traguardo e punto di partenza del mestiere.
Pag. 21

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi