Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Sulle orme del Che

Un viaggio in moto alla ricerca del giovane Guevara

Di ,

Editore: Einaudi

3.9
(33)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806164155 | Isbn-13: 9788806164157 | Data di pubblicazione: 

Genere: Travel

Ti piace Sulle orme del Che?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Nel 1997, mentre Cuba si prepara a celebrare il trentesimo anniversario dellamorte di Ernesto "Che" Guevara, Symmes, giornalista statunitense, intraprendeun lungo viaggio su due ruote per il "continente desaparecido", attraversoArgentina, Cile, Perù e Bolivia. Liberal di ampie vedute ma pur semprecittadino di un Paese in cui il "Che" è considerato poco più che unterrorista, l'autore ripercorre la celebre spedizione in motociclettaintrapresa da Guevara nel 1952.
Ordina per
  • 4

    Cosa può saperne uno yanqui

    Ecco la postfazione di Wu Ming 1 (traduttore e curatore dell'edizione italiana) a Sulle orme del Che.
    "[...] una testimonianza preziosa. Discutibile, anzi discutenda, e nondimeno (o forse proprio per questo) preziosa.
    Uno dei presunti punti deboli del libro ne è in realtà il punto d ...continua

    Ecco la postfazione di Wu Ming 1 (traduttore e curatore dell'edizione italiana) a Sulle orme del Che. "[...] una testimonianza preziosa. Discutibile, anzi discutenda, e nondimeno (o forse proprio per questo) preziosa. Uno dei presunti punti deboli del libro ne è in realtà il punto di forza: la Belle Epoque del neoliberismo vi è descritta all'apice della sua retorica, ma dal punto di vista di chi già allora doveva accontentarsi di briciole (spesso letteralmente). Già nel 1997 la distinzione tra globalizzazione soft e hard sfumava fino a scomparire se vista dal Sud del mondo. Symmes, cittadino "di serie A" dell'impero, non viaggia né scrive col paraocchi, non ha paura di mostrarsi stupefatto: si cala nella miseria e nell'oppressione con autentico disagio da liberal, e mentre le fiamme risalgono la coda di paglia come fosse una miccia, capisce per quale motivo il mito del Che sopravviva ai quattro angoli del "cortile di casa" [...] http://www.wumingfoundation.com/italiano/outtakes/postfazione_symmes.html

    ha scritto il 

  • 5

    E' un bellissimo libro di viaggio. Purtroppo è poco conosciuto. Ripercorrendo le tappe del "Che" da un resoconto puntuale e sentito dell'America Latina. Da parte di un americano del nord questo non è poco. Ed è anche divertente

    ha scritto il