Sulle strade del silenzio

Viaggio per monasteri d'Italia e spaesati dintorni

Voto medio di 51
| 31 contributi totali di cui 9 recensioni , 21 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 0 video
Giorgio Boatti ha percorso per diversi mesi migliaia di chilometri, facendo tappa in monasteri famosi e in dimenticate comunità spirituali. Da Montecassino a Bose, da Serra San Bruno nel cuore della Calabria a Subiaco, da Camaldoli a Viboldone, da ...Continua
Ha scritto il 05/04/16
Poco coinvolgente ma affascinante
Ho trovato questo libro poco coinvolgente dal punto di vista emotivo, soprattutto per il fatto che non sono riuscita bene a capire il motivo che ha spinto l'autore ad intraprendere questo tipo di viaggio per l'Italia. Detto cio` sono rimasta molto ...Continua
Ha scritto il 25/09/14
Poteva essere un gran libro, ma alla fine non è molto di più di uno dei racconti di Rumiz. Qualche dubbio deve essere venuto anche all'autore se all'inizio dell'unico capitolo che salverei del libro, quello di Frederic, dice: "A volte bisogna ...Continua
Ha scritto il 21/08/14
Non è facile congedarsi da un libro come questo.Per quanto lo si sia letto con enorme piacere, con coinvolgimento, dandosi tutto il tempo di assaporarlo, goderlo, immergendocisi in tutta lentezza, si arriva all'ultima pagina in preda a una dolce ...Continua
  • 8 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 18/10/13
Un viaggio lontano dalla velocità e dalla frenesia della vita di oggi, un salto indietro nel tempo, assaporando il silenzio e la pace che solo certi luoghi ci sanno regalare.
Ha scritto il 19/01/13
recensione su: http://www.gliamantideilibri.it/archives/15414
  • 1 mi piace

Ha scritto il Jun 04, 2012, 21:03
Nel Cassino War Cemetery parecchie lapidi non hanno nome. Da noi i caduti che non sono stati identificati sono chiamati, con la lingua di legno dei burocrati, "militi ignoti". Qui invece i caduti rimasti senza nome portano sulla loro lapide la ...Continua
Pag. 188
  • 1 commento
Ha scritto il Jun 04, 2012, 20:59
bisogna aver fiducia nello svolgersi delle cose, apprendere che anche quando si presentano come frammenti di un confuso universo poi, a tempo debito, davanti a un cuore quieto e a una mente limpida sapranno, a modo loro, ricomporsi in un unico ...Continua
Pag. 171
Ha scritto il Jun 04, 2012, 20:56
Vorrei afferrare i frammenti sparsi, i dettagli che senza volerlo a volte dicono più di tanti sistematici discorsi e consentono di porsi davanti ad ogni nuovo accadere con la spiazzante certezza che "tutto ciò che accade è adorabile"come diceva ...Continua
Pag. 136
Ha scritto il Jun 04, 2012, 20:52
Il senso del limite insegna a stare con naturalezza dentro la propria finitudine...Questo allenamento al governo di sé, delle proprie parole e dei propri gesti, dell'essere consapevoli dello spazio nel quale ci si colloca e dell'uso che si sta ...Continua
Pag. 42
Ha scritto il Jun 04, 2012, 20:48
La vera difficoltà dell'arte della fuga non consiste nello scappare ma nel capire la direzione giusta da prendere, il rifugio dove andare
Pag. 5

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Feb 23, 2015, 14:03
lett. 2313

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi