Suo marito

Voto medio di 174
| 18 contributi totali di cui 13 recensioni , 5 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ccriss
Ha scritto il 30/07/17
Noioso

...praticamente illeggibile. Il desiderio invidioso di colpire la Deledda si è rivoltato contro l'autore che tentò invano in vecchiaia di riscrivere il libro. Ha lasciato così una prova imperitura della pochezza e meschinità umana.

Roberto Rho
Ha scritto il 15/08/12
Molto drammatico, specialmente la fine,all'inizio fa sorridere con la caratterizzazione di molti personaggi, per lo più comici. Storia di una donna schiacciata dalle aspettative del marito, che si improvvisa agente letteraio e che si inebria di glori...Continua
Lorimeyers82
Ha scritto il 06/08/12

Carino ma non stupendo, mi aspettavo qualcosa di più. E' comunque un romanzo piacevole che si legge in una giornata.

Giulia Irene
Ha scritto il 16/06/12
Bel romanzo di Pirandello che si addentra - si dice, prendendo spunto dalla vita di Grazia Deledda - in una moderna riflessione sulla conciliabilità , per una donna, della vita professionale e familiare, e dell'inevitabile ribaltamento dei ruoli masc...Continua
Cheike
Ha scritto il 08/06/10

Letto per la scuola......SFORZATA


Lucia
Ha scritto il Aug 01, 2016, 14:20
Per una finzione spesso incosciente, suggerita dal tornaconto o imposta da quel bisogno spontaneo di volerci in un modo anziché in un altro, d'apparire a noi stessi diversi da quel che siamo, si assume una di quelle tante anime e secondo essa si acce...Continua
Pag. 166
Lucia
Ha scritto il Jul 20, 2016, 14:45
[...] ma non era forse Dio una suprema finzione creata da questo sentimento oscuro e profondo per tranquillarsi? Tutto, tutto quanto era un apparato di finzioni che non si doveva squarciare, a cui bisognava credere, non per ipocrisia, ma per necessit...Continua
Pag. 60
Lucia
Ha scritto il Jul 20, 2016, 14:40
Entrare in sé voleva dire per lei spogliar l'anima di tutte le finzioni abituali e veder la vita in una nudità arida, spaventevole. [...] Ed era poi quella la verità? [...] La verità: uno specchio che per sé non vede, e in cui ciascuno mira sé stesso...Continua
Pag. 58
Ely
Ha scritto il Mar 13, 2011, 12:10
Tutto, tutto quanto era un apparato di finzioni che non si doveva squarciare, a cui bisognava credere, non per ipocrisia, ma per necessità, se non si voleva morire o impazzire. Ma come credere, se si sapevano finzioni? Ahimé, senza un fine, che senso...Continua
Pag. 643
Ely
Ha scritto il Mar 13, 2011, 12:07
La verità: uno specchio che di per sé non vede, e in cui ciascuno mira sé stesso, com'egli però si crede, qual'egli s'immagina che sia.
Pag. 640

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi