Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Super Sad True Love Story

By

Publisher: Random House Inc

3.6
(245)

Language:English | Number of Pages: 352 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , French

Isbn-10: 1400066409 | Isbn-13: 9781400066407 | Publish date: 

Also available as: Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like Super Sad True Love Story ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
"In a novel set in the near future, when a beautiful, yet cruel, woman that LennyAbramov met in Italy says she his coming to stay with him in New York, even ...
Sorting by
  • 5

    Romanzo ucronico. Apocalittico.Probabilmente profetico.
    New York, martedì prossimo.
    Il dollaro è precipitato ed è stato sostituito dallo yuan.
    Gli Stati Uniti sono usciti a pezzi da una guerra contro il Venezuela.
    La Cina minaccia d'invadere gli USA. Il Governo americano ...continue

    Romanzo ucronico. Apocalittico.Probabilmente profetico.
    New York, martedì prossimo.
    Il dollaro è precipitato ed è stato sostituito dallo yuan.
    Gli Stati Uniti sono usciti a pezzi da una guerra contro il Venezuela.
    La Cina minaccia d'invadere gli USA. Il Governo americano è in default.L'assistenza sanitaria, l'istruzione ed i trasporti sono stati completamente privatizzati con effetti disastrosi.Poveri e vecchi vengono deportati per far spazio ad Hub esclusivi Lifestyle abitabili solo da coloro che hanno un credito molto alto.
    L'intera società è in preda alla bancarotta morale.La tecno-lussuria è la malattia del secolo. La dipendenza da post su Global-teen è virale. I libri e i giornali, cartacei ed elettronici sono stati aboliti e chiunque ne possieda viene allontanato come un rifiuto della società. Tutti, fin dalla nascita, sono dotati di un Apparat (una sorta di iPhone multifunzione che mantiene le persone collegate tra di loro e scollegate dalla realtà). La privacy è stata abolita.Ad ogni angolo di strada, posizionati sui pali della luce, degli aggeggi elettronici scannerizzano le persone ad ogni loro passaggio e pubblicano, su schermi luminosi i dati fisici ( peso, altezza, livelli di colesterolo, malattie....) e finanziari di ogni individuo e le loro preferenze sessuali. Gli omosessuali vengono "cacciati" come le streghe nel medioevo.
    Protagonista è Lenny Abramov, 39enne figlio di immigrati ebrei russi che lavora (....ancora per poco, una volta compiuti 40 anni verrà licenziato perché troppo vecchio ed inabile al lavoro) per i Servizi post-umani di una Società che vende l'immortalità ed è perdutamente innamorato di una triste ed anoressica donna coreana di nome Eunice Park.
    Intriso di umorismo macabro, grottesco fino all'inverosimile e altamente provocatorio, questo splendido romanzo di Shteyngart ci lascia disarmati di fronte ad un pianeta in decomposizione.
    L'unico baluardo contro l'imperante e collettiva disperazione, rimane la nostra fedeltà a chi amiamo, perché l'amore è l'unica fonte di luce che resta ad illuminare un pianeta tetro ed oscuro.

    said on 

  • 1

    Se il libro fosse una persona sarebbe quello che tutti chiamano "lo sfigato". Vuole essere tante cose: divertente, ironico, dissacrante, originale ma non riesce appieno in nulla.


    La ragazza teenager baby lolita, tecnologica con problemi familiari e l'uomo di mezza età che vuole fermare il ...continue

    Se il libro fosse una persona sarebbe quello che tutti chiamano "lo sfigato". Vuole essere tante cose: divertente, ironico, dissacrante, originale ma non riesce appieno in nulla.

    La ragazza teenager baby lolita, tecnologica con problemi familiari e l'uomo di mezza età che vuole fermare il tempo ma lo brucia dietro all'opposto di sè. Lo scontro di due mondi e lo squallidume di entrambi. Il tutto condito di sesso e linguaggio giovanile spinto perchè se no non è un libro giovane e moderno. E il grottesco, che così la si butta in ridere.

    Ho mollato verso la 70esima pagina.

    said on 

  • 4

    Un sacco di problemi, oltre al fatto che si è ben consci tutto il tempo che i due diari non sono contraddistinti da una distanza generazionale, ma sono uniti da una penna sola; però ci si affeziona ai personaggi.

    said on 

  • 2

    Una delusione

    Come da titolo della recensione. Aveva tutte le potenzialità per finire tra i miei preferiti. Invece si è rivelata una gigantesca delusione, non solo per colpa delle aspettative troppo alte.


    Ambientato in un futuro poco più che presente e poco meno che distopico dove i social network e la ...continue

    Come da titolo della recensione. Aveva tutte le potenzialità per finire tra i miei preferiti. Invece si è rivelata una gigantesca delusione, non solo per colpa delle aspettative troppo alte.

    Ambientato in un futuro poco più che presente e poco meno che distopico dove i social network e la società dell'apparenza sono esasperati all'ennesima potenza. Purtroppo la trama è grottesca e caricaturale. Non è abbastanza divertente e, secondo me, spreca l'occasione di rendere efficaci i temi sociali. Anche la storia d'amore che racconta non è davvero supertriste.

    said on 

  • 4

    Con la lettura di questa recensione avete negato la sua esistenza e dato il vostro implicito consenso

    In realtà tre stelle e mezzo.
    Bravo l'autore a distinguere i due personaggi principali, attraverso il modo in cui comunicano. Lui è vecchio stile: scrive un diario (dev'essere l'ultimo sulla terra -siamo in un futuro abbastanza prossimo-). Lei invece è tutta presa dalla tecnologia: attraver ...continue

    In realtà tre stelle e mezzo.
    Bravo l'autore a distinguere i due personaggi principali, attraverso il modo in cui comunicano. Lui è vecchio stile: scrive un diario (dev'essere l'ultimo sulla terra -siamo in un futuro abbastanza prossimo-). Lei invece è tutta presa dalla tecnologia: attraverso un 'apparat' chatta e scrive con le persone più care.
    Se lui è dettagliato e si attarda nel descrivere le situazioni, lei invece è sbrigativa.
    I due s'incontrano (ma dai?). E dal momento in cui si incontrano lei cambia il suo modo di esprimersi: non migliora certo il suo vocabolario, ma è meno sbrigativa di prima nell'evadere le 'pratiche' della vita.
    Bravo l'autore, dicevo: ci prospetta un futuro catastroficamente non rispettoso di privacy (attualmente siamo molto prossimi a quanto viene descritto dall'autore) e totalmente in mano alla tecnologia, e dove il sentimento (quello vero) è cosa di pochi.
    L'unica pecca riguarda il fatto che lo stile di scrittura di Gary (mi è ostico scrivere il cognome dell'autore, chiedo scusa) non sempre risulta scorrevole, ed è un peccato perché le trovate ed il prodotto potrebbero considerarsi innovativi.
    Di che parla ABSURDISTAN?

    said on 

  • 2

    L'AMORE AI TEMPI DEGLI APPARATI

    Devo smetterla di fidarmi del parere altrui. Soprattutto quando questo parere arriva da fonti troppo autorevoli.


    Non che questo libro sia un brutto libro, ma non è di certo "il libro più divertente e terribile che abbia mai letto"... anche perché, lavorando per una casa editrice, dovrei sa ...continue

    Devo smetterla di fidarmi del parere altrui. Soprattutto quando questo parere arriva da fonti troppo autorevoli.

    Non che questo libro sia un brutto libro, ma non è di certo "il libro più divertente e terribile che abbia mai letto"... anche perché, lavorando per una casa editrice, dovrei saperlo che spesso chi recensisce per qualche grande testata o in vista di una presentazione, al 90% non ha proprio letto il testo.

    Niente da dire, è scorrevole. E ci sono degli ottimi igredienti: un futuro distopico, un crollo delle grandi potenze economiche, nuove generazioni tirate su dall'iper tecnologia e valori diversi dai nostri. E l'amore, che ancora regge in mezzo a tutto questo sfacelo.

    Ma le aspettative troppo alte rovinano sempre tutto.

    said on 

  • 3

    Il mio profilo ieri invisibile

    Un tempo gli uomini riflettevano sul mondo e poi ci scrivevano dei libri.
    Ma nel futuro nessuno ci crederà.
    Si potrebbe sintetizzare così, questa Storia d’amore vera e supertriste.

    Un romanzo che non è stupido né stucchevole come potrebbe sembrare dal titolo, peraltro fedelment ...continue

    Un tempo gli uomini riflettevano sul mondo e poi ci scrivevano dei libri.
    Ma nel futuro nessuno ci crederà.
    Si potrebbe sintetizzare così, questa Storia d’amore vera e supertriste.

    Un romanzo che non è stupido né stucchevole come potrebbe sembrare dal titolo, peraltro fedelmente tradotto dall’originale.
    Ambientato in un futuro prossimo, negli Stati (non troppo) Uniti d’America, un trentanovenne di nome Lenny é così sfigato che ancora si ostina a leggere libri di carta che sono ormai considerati inutili fermacarte che puzzano come calzini sporchi, mentre intorno a lui gli eternamente giovani colleghi non staccano gli occhi dall’ ultimo modello di “apparat”, una sorta di Iphone futuristico che registra e condivide con chiunque non solo l’umore e la posizione, ma anche il livello di debiti, la tua scopabilità, il tuo stato di salute e ogni altro dettaglio privato personale e di lavoro.
    Ma Lenny non si arrende e combatte l’analfabetismo globale, dove ognuno ormai è capace di scrivere solamente per sigle e frasi semplici, sgrammaticate e storpiate, redigendo un diario, un fottutissimo arcaico diario manoscritto, nel quale racconta le sue frustrazioni, i progetti e l’amore che prova per Eunice, una ragazza ventiquattrenne con un sacco di problemi che ha incontrato nel suo disgraziato anno sabbatico trascorso a Roma.
    Anche Eunice, come Lenny scrive tutto quel che le accade, o meglio, “chatta” tutto quel che le accade, e lo fa su Global-teen, un facebook ancor piu’ totalizzante dove non è umanamente pensabile tu non possa esserci.

    Un romanzo neanche troppo distopico che descrive con sarcasmo, ironia e disperazione il probabile nostro mondo di dopodomani, semplicemente accentuando il declino dell’occidente e esasperando la mercificazione imperante e la dittatura travestita da placida e cortese libertà di chi ci governa facendoci firmare false liberatorie e consensi nei quali bisogna praticamente negare ciò che ci stanno togliendo consentendo la privazione di cui stiamo negando l’esitenza!
    (L’autore nel romanzo descrive cartelli per le strade di New York nelle quali sono scritte disposizioni che recitano – E’ VIETATO AMMETTERE L’ESISTENZA DI QUESTO CHECK POINT. CON LA LETTURA DI QUESTO CARTELLO AVETE NEGATO L’ESISTENZA DELL’OGGETTO E DATO AUTOMATICAMENTE IL VOSTRO CONSENSO”.
    Acconsentire a quello che stanno facendo, negandolo. Non vi ricorda nulla del vostro presente?

    Ma non spaventatevi troppo. Alla fine si tratta pur sempre di una storia divertente e di una favola nella quale si crede ancora che l’amore possa salvare il mondo. Essere completamente d’accordo con il protagonista del romanzo e scrivere una recensione su un social per commentarlo e condividerlo sembra quasi un paradosso, o perlomeno un gesto di incoerenza.
    Dovrei starmene zitto e cancellarmi una volta per tutte, parlare da solo come faranno gli emarginati domani, piuttosto che abituarmi e imparare come tutti a venerare lo schermo del mio pc, del mio Iphone che non possiedo, del mio probabile “apparat”che sarò costretto ad avere, il suo mistico mosaico pulsante di colori, e al fatto che conoscerò ogni minimo fetido dettaglio del mondo, al contrario dei miei obsoleti libri che conoscevano soltanto la mente dei loro autori.

    said on 

  • 3

    le mie limitazioni con l'inglese mi hanno forse impedito di apprezzarlo appieno. non ho colto le sfumature, ho perso dei passaggi, non ho preso in simpatia i personaggi. ma soprattutto non sono riuscita a vedere il quadro globale, e lo scenario distopico mi è rimasto un po' troppo vago.

    said on