Supercooperatori

Altruismo ed evoluzione: perché abbiamo bisogno l'uno dell'altro

Di ,

Editore: Codice

3.8
(4)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 358 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8875782776 | Isbn-13: 9788875782771 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Libero Sosio

Genere: Animali , Scienza & Natura , Scienze Sociali

Ti piace Supercooperatori?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Un saggio che dalla biologia e dallo studio dell’evoluzione allarga la propria riflessione al funzionamento stesso della società e della cultura umana.

L’evoluzione è stata spesso presentata come un meccanismo prevalentemente competitivo. Questa prospettiva ha avuto notevoli effetti sul modo in cui studiamo le scienze della vita e la stessa cultura. Eppure la storia della biologia non si riduce alla sola competizione, ci dice Martin Nowak: in questa visione manca qualcosa di molto più profondo. A qualsiasi livello il mondo animale ha sempre trovato e trova tuttora nella cooperazione un motore evolutivo altrettanto potente: dai filamenti di batteri, in cui alcune cellule “si sacrificano” per nutrire le cellule vicine, fino al comportamento di alcune specie animali come le api e le formiche, l’altruismo e la collaborazione sono meccanismi che insieme alla selezione agiscono nel processo evolutivo. Fino ad arrivare alla specie più cooperativa, ai “supercooperatori”: gli uomini.

Gli esseri umani sono scimmie egoiste. Noi siamo quelli che non riconoscono i bisogni degli altri: siamo egocentrici, mercenari, narcisisti. Pensiamo prima di tutto a noi stessi, e siamo motivati solo dal nostro interesse personale, che abbraccia fino all’ultimo ossicino del nostro corpo. Si dice che persino i nostri geni siano egoisti. Eppure la storia della biologia non si riduce alla sola competizione: in questa visione manca qualcosa di più profondo.

Martin Nowak e Roger Highfield
Le riflessioni di Martin Nowak sui concetti di cooperazione e altruismo rappresentano il contributo più originale alla biologia contemporanea.

Edward O. Wilson

Ordina per
  • 2

    Tanti temi interessanti in un libro non bellissimo

    Peccato per questo libro che si disperde in mille rivoli tutti interessanti:la cooperazione in biologia, l'evoluzione, le dinamiche sociali, il dilemma del prigioniero, le formiche, le api, le reti, e ...continua

    Peccato per questo libro che si disperde in mille rivoli tutti interessanti:la cooperazione in biologia, l'evoluzione, le dinamiche sociali, il dilemma del prigioniero, le formiche, le api, le reti, e gli infiniti racconti della vita accademica e di quanto è affascinante. Peccato perché il filo del ragionamento si perde continuamente e alla fine è difficile poter dire "di aver imparato qualcosa" da questo libro. La sensazione che me ne resta è, come spesso per i tentativi di divulgazione scientifica, quella di essere esclusa da un mondo.

    ha scritto il 

  • 0

    l'ho letto e riletto con grande interesse.
    la sintesi finale dei 5 meccanismi che consentono l'emergere stabile ed il rinforzo dei comportamenti cooperativi (reciprocità diretta, reputazione, topologi ...continua

    l'ho letto e riletto con grande interesse.
    la sintesi finale dei 5 meccanismi che consentono l'emergere stabile ed il rinforzo dei comportamenti cooperativi (reciprocità diretta, reputazione, topologia delle interazioni, selezione multilivello e selezione parentale) è rigorosa e di grande bellezza estetica.
    in più, lo stato d'animo dell'autore, lucido fino in fondo nella dissezione dei meccanismi, ma nel contempo emotivamente sensibile alla serenità e gioia delle "interazioni cooperative" che ne risultano, suscita grande simpatia.
    infine, da buon austriaco, il nostro è imbevuto da cima a fondo di Gustav Mahler, il che non dispiace affatto

    ha scritto il