Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Supereroi - Le grandi saghe vol. 07

I potenti Vendicatori

Di ,,

Editore: RCS

3.2
(74)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 208 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000196678 | Data di pubblicazione: 

Illustratore o Matitista: Marc Silvestri

Genere: Comics & Graphic Novels , Computer & Technology , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Supereroi - Le grandi saghe vol. 07?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    I RIDICOLI VENDICATORI (o quasi)

    Ho trovato Bendis bravissimo con i testi: dialoghi e didascalie geniali... ma la storia dov'è? Più che una grande saga epica sembra un'esercizio di stile che dimostri con quanta ironia si possano ...continua

    Ho trovato Bendis bravissimo con i testi: dialoghi e didascalie geniali... ma la storia dov'è? Più che una grande saga epica sembra un'esercizio di stile che dimostri con quanta ironia si possano trattare i supereroi. Una lettura divertente e davvero piacevole, ma fine a se stessa. Difficilmente la rileggerò.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    "Ti ha trasformato in una ragazza" Tony controlla preoccupato sotto le coperte "C'è ancora, è tutto a posto"

    Qui sono quasi caduta dalla sedia xD

    ha scritto il 

  • 2

    Pancia in dentro, petto in fuori!

    Ideale per gli uomini, per rifarsi gli occhi con corpi femminili statuari, fasciati in tutine super sexy che lasciano ben poco all'immaginazione.

    Sconsigliato alle donne con problemi di autostima, le ...continua

    Ideale per gli uomini, per rifarsi gli occhi con corpi femminili statuari, fasciati in tutine super sexy che lasciano ben poco all'immaginazione.

    Sconsigliato alle donne con problemi di autostima, le eroine sono esageratamente gnocche. Il morale potrebbe registrare il nuovo record planetario di caduta libera in o.1 secondi.
    E lasciate pure ogni speranza o voi che iniziate a leggerlo, pensando che l'autore dopo tanta matita consumata per disegnare curve sinuose, proponga per par condicio eroi simili a dei greci. Non si è proprio posto il problema.

    Detto questo mi pare manchi qualcosa nel mio commento...ah sì, dovrei parlare della trama!
    N.P. -> non pervenuta
    Certo, se si esclude quel minimo di storia che serve alle eroine per mettersi in posizione da kamasutr...ehm, volevo dire combattimento...

    Finora, il più brutto dei volumi de "Le grandi saghe".

    ha scritto il 

  • 2

    I disegni non mi convincono pienamente, è uno stile che mi piace poco.
    La storia, invece, l'ho trovata veramente pessima, scarsamente originale, banale, prevedibile, ingenua.
    Terribilmente fastidiosi ...continua

    I disegni non mi convincono pienamente, è uno stile che mi piace poco.
    La storia, invece, l'ho trovata veramente pessima, scarsamente originale, banale, prevedibile, ingenua.
    Terribilmente fastidiosi e totalmente fuori luogo i pensieri dei protagonisti che accompagnano i loro dialoghi.

    ha scritto il 

  • 3

    Tavole stupende...

    ... storia molto meno! E poi Stark... basta non se ne può più di questo megalomane pazzoide! Fa tutto lui, decide lui, parla lui... Speriamo che qualcuno prima o poi gliele dia di santa ragione. ...continua

    ... storia molto meno! E poi Stark... basta non se ne può più di questo megalomane pazzoide! Fa tutto lui, decide lui, parla lui... Speriamo che qualcuno prima o poi gliele dia di santa ragione.

    ha scritto il 

  • 2

    mah. premesso che sopporto assai poco tony stark e i suoi deliri d'onnipotenza, qui mi pare che niente funzioni come si deve. a partire dal fastidioso contrappunto dei pensieri dei protegonisti, ...continua

    mah. premesso che sopporto assai poco tony stark e i suoi deliri d'onnipotenza, qui mi pare che niente funzioni come si deve. a partire dal fastidioso contrappunto dei pensieri dei protegonisti, quasi sempre banali e tralasciabili.

    a voler essere buoni, direi che ho letto cose migliori.

    ha scritto il