Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Supereroi - Le grandi saghe vol. 45

Dottor Strange: Principio e fine

Di ,,,,,,,

Editore: RCS

3.4
(31)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 190 | Formato: Paperback

Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Supereroi - Le grandi saghe vol. 45?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    I moralismi del mago

    Straczynski e la Barnes riscrivono le origini del Mago Supremo, modernizzandole e infarcendole di citazioni. Il risultato è una storia avvincente, un po' manichea ma di grande impatto, sia narrativo che grafico. Le due avventure che chiudono il volume, invece, sono irrimediabilmente datate.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Il Dottor Strange entra nel nuovo millennio

    Rinarrare le origini di un personaggio sembra diventato ormai un passaggio obbligatorio per rilanciare testate in crisi o, come nel caso del Dottor Strange, dalla vita editoriale travagliata.
    Un nuovo inizio per il Mago Supremo, che entra con stile nel nuovo millennio grazie a Straczynski, ...continua

    Rinarrare le origini di un personaggio sembra diventato ormai un passaggio obbligatorio per rilanciare testate in crisi o, come nel caso del Dottor Strange, dalla vita editoriale travagliata.
    Un nuovo inizio per il Mago Supremo, che entra con stile nel nuovo millennio grazie a Straczynski, uno degli sceneggiatori di punta della Casa delle Idee, prendendo come spunto il film Matrix (solo il primo) e rimanendo abbastanza fedele alla genesi originale del Dottore.
    Chiaramente il giudizio dei lettori non sarà unanime a proposito di questa scelta ma, personalmente, l'ho trovata piuttosto azzeccata e ben sfruttata, adattata abilmente all'universo del Mago (compresi tutti i personaggi principali e qualche new entry) tra magia e misticismo, mondi paralleli e demoni. Non manca infine un tocco di restyling (per Dormammu ci voleva proprio!) In chiusura di volume, due vecchie storie dei maestri Thomas, Colan e Buscema.

    ha scritto il 

  • 4

    Bella rivisitazione

    Strange è un personaggio Marvel che negli ultimi periodi ha sempre operato dietro le quinte della continuity, spesso presentandosi come deus ex machina agli altri personaggi nelle loro testate.
    In questa opera, Straczynski rilegge in chiave moderna le origini del Signore delle Arti mistiche ...continua

    Strange è un personaggio Marvel che negli ultimi periodi ha sempre operato dietro le quinte della continuity, spesso presentandosi come deus ex machina agli altri personaggi nelle loro testate.
    In questa opera, Straczynski rilegge in chiave moderna le origini del Signore delle Arti mistiche narrando l'ascesa, la caduta e la rinascita di Stephen Strange, da medico chirurgo di successo a semi-dio marvelliano con un ottimo risultato finale che conferma, anche se non c'era bisogno, le qualità di grande narratore e reinventore di personaggi di cui Straczynski è dotato
    In questa edizione, come sempre, chiudono due storie vecchie sul Dott. Strange, nella sua versione quadricromica e mascherata... Trascurabili.
    Anche in questo caso

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    Maghi e dimensioni parallele... bof!

    Praticamente viene raccontata la genesi del personaggio: un chirurgo ricco e famoso che, in seguito ad un incidente e all'incontro con l'Antico, prende coscienza di qual è il suo vero ruolo (praticamente diventa una nuova persona al prezzo della cancellazione della sua vita precedente); un eletto ...continua

    Praticamente viene raccontata la genesi del personaggio: un chirurgo ricco e famoso che, in seguito ad un incidente e all'incontro con l'Antico, prende coscienza di qual è il suo vero ruolo (praticamente diventa una nuova persona al prezzo della cancellazione della sua vita precedente); un eletto, un baluardo contro le schiere di demoni provenienti da una dimensione parallela.
    Come spiegato nell'introduzione, sono molte (e volute) le analogie con la serie di Matrix.

    La seconda stella è solo grazie a buoni disegni della prima storia; la storia in appendice ha molti anni (è del 1969) e si sentono tutti.

    ha scritto il 

  • 4

    Le tavole sono stupende. Ma, narrativamente, la rivisitazione delle origini del Dottor Strange non ha il fascino dell'originale. Qualche riferimento a Matrix di troppo (compreso il look del dottore). Punti deboli che, putroppo, inficiano il valore complessivo dell'opera. Potevano essere cinque st ...continua

    Le tavole sono stupende. Ma, narrativamente, la rivisitazione delle origini del Dottor Strange non ha il fascino dell'originale. Qualche riferimento a Matrix di troppo (compreso il look del dottore). Punti deboli che, putroppo, inficiano il valore complessivo dell'opera. Potevano essere cinque stelle.

    ha scritto il