"Un contagio visionario" percorre il Greenwich Village dei primissimi anni Sessanta la terra di nessuno fra la Beat Generation e i figli dei fiori. E proprio nel cuore del Village, mentre "un bizzarro delirio aleggia nell'aria", una coppia di student ...Continua
RAFROB
Ha scritto il 13/06/18

Un amore pazzo, malato, viscerale. Un’ossessione dalla quale non si riesce a guarire e dalla quale non si riesce a uscire, anche di fronte alla distruzione estrema.Un libro breve, ma intenso,decisamente intenso

LittleBee
Ha scritto il 13/05/18

Un diario che non tiene fede all'intimità di un diario, né alla letterarietà della scrittura.
Peccato, avrebbe potuto essere una storia bellissima: i personaggi c'erano tutti. E anche New York e i libertari anni Sessanta.

LelaCosini
Ha scritto il 20/03/18
sylvia o la stracciapalle
Cercavo una storia di follia, invece mi sono ritrovata il solito romanzo di ragazzi annoiati dalla vita, che non fanno niente dalla mattina alla sera e fingono di avere problemi. Sarà tratto da un fatto vero, ma onestamente non mi pare proprio una st...Continua
SpaceMonkey
Ha scritto il 19/03/18
Cominciò senza un inizio.

https://valeriademattei.wordpress.com/2018/03/20/comincio-senza-un-inizio-sylvia-leonard-michaels/

Silvia...
Ha scritto il 18/02/18
Recensione completa: https://feliceconunlibro.blogspot.it/2018/02/sylvia-leonard-michaels-recensione-no.html . Sylvia è un romanzo narrato in prima persona sotto forma di memoir, ispirato alla storia vera del suicidio della prima moglie dell'auto...Continua

Clairienne
Ha scritto il Dec 22, 2016, 16:16
Avevo voluto troppo. Mi aveva dato troppo. Anni dopo, le dovevo ancora qualcosa. Non poteva essere valutato e neanche pienamente espresso. Un debito infinito di sentimento.
Pag. 23
Isabella Senza
Ha scritto il Nov 08, 2016, 09:35
Ero infelicemente normale, ero normalmente infelice. Qualunque cosa la gente pensasse di me, io potevo pensarla di loro. Potevo ostentare la mia vergogna sotto forma di disprezzo verso gli altri. Non c'è travestimento migliore per la vergogna del dis...Continua
Pag. 55
Isabella Senza
Ha scritto il Nov 02, 2016, 10:45
[...] ma la forza dei miei sentimenti era pari solo alla loro incertezza.
Pag. 25
Angela Failla
Ha scritto il Oct 20, 2016, 09:50
"Cominciò senza un inizio. Facemmo l'amore finché il pomeriggio divenne crepuscolo e il crepuscolo divenne notte fonda".
Roberto Novaresio
Ha scritto il Sep 21, 2016, 17:18
Portavamo con noi visioni di disperazione e tedio, ma anche l'eccitante intuizione di quel momento, di un mondo moderno in cui il vuoto poteva essere sublime, addirittura uno stile di vita...
Pag. 75

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Luigi Antonucci
Ha scritto il May 21, 2017, 07:56
Non mi ha convinto! Ho fatto fatica a terminarlo! La sola parte interessante sono state le descrizioni di come si viveva in quell'epoca!
Chiara
Ha scritto il Mar 14, 2017, 12:33
Nell'aria gelida i rumori della strada risuonavano con impeccabile nitidezza, come se il traffico fosse un campo di battaglia e i bambini che correvano nel Seward Park si stessero ammazzando a vicenda. Il ruggito di un aeroplano squarciò il cielo. Og...Continua
Pag. 128
Chiara
Ha scritto il Mar 14, 2017, 12:33
Ciò che distingue certe persone è la conoscenza che hanno del proprio teatro interiore.
Pag. 51
Chiara
Ha scritto il Mar 14, 2017, 12:32
Nel 1960, dopo due anni di corsi postuniversitari a Berkeley, tornai a New York senza un Ph.D. e senza alcuna idea di cosa fare, a parte il desiderio di scrivere. Fra il 1953 e il 1956 avevo anche seguito i corsi per laureati dell'Università del Mich...Continua
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi