Tärningsspelaren

By

Förlag: Natur och Kultur

3.7
(421)

Language: Svenska | Number of Pages: 346 | Format: Hardcover | På andra språk: (andra språk) English , Italian , Spanish

Isbn-10: 9127108899 | Isbn-13: 9789127108899 | Publish date:  | Edition 2

Translator: Ingrid Söderberg-Reeves

Även tillgänglig som: Mass Market Paperback , Others

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Tärningsspelaren ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Bokbeskrivning
Ny utgåva

Tärningsspelaren gavs ut första gången i USA 1971, och även om den inledningsvis inte sålde mycket så spreds ryktet om boken med det subversiva innehållet. Allt fler fängslades av idén att lägga sitt liv i tärningens och slumpens händer. Den första svenska utgåvan kom 1973 och trettio år efteråt har Tärningsspelaren sällat sig till den märkvärdiga grupp kultböcker som ständigt når nya generationer läsare. För alla gamla ocn nya beundrare kommer här en unik samlarutgåva med ett efterord av Luke Rhinehart som skrivits speciellt för detta tillfälle.
Sorting by
  • 3

    L'uomo a Caso

    Forse il paragone con Malaussène è azzardato?... Vabbè, azzardo: un Malaussène esistenzialista umanistico, con un pizzico di Monty Python e un'ironia quasi woodyalleniana.
    Uno psichiatra psichedelico, ...fortsätt

    Forse il paragone con Malaussène è azzardato?... Vabbè, azzardo: un Malaussène esistenzialista umanistico, con un pizzico di Monty Python e un'ironia quasi woodyalleniana.
    Uno psichiatra psichedelico, ("Mentre [il paziente] parlava tirai fuori la pipa e incominciai a riempirla di marijuana."), si affida letteralmente al caso per attuare un sistematico, surreale processo di demolizione del suo io e, possibilmente, quello dell'umanità intera, nel perseguimento di un sommo ideale di "anarchia disciplinata e lassismo controllato."

    "Avevo scoperto un tonico interessante, più vario dell'alcol, meno pericoloso dell'LSD, più stimolante della Borsa e del sesso."

    Un racconto a tratti molto interessante e divertente con peripezie alla 'Qualcuno volò sul nido del cuculo; dissacrante, ma a tratti (troppo lunghi!), farneticante e monotono, però dall'idea originale.
    Lo stile sciolto e i contenuti surreali ne hanno fatto un cult anni settanta messo a punto da un altrettanto originale, sciolto e visionario Luke Rhinehart, (al secolo Mr. Cockcroft), alias l'uomo a sei facce che enuncia quanto segue:

    "Nelle società unificate, stabili e correnti. La personalità limitata aveva valore; gli uomini potevano accontentarsi di un solo io. Oggi non è più così. In una società multivalente, la personalità multipla è l'unica che può dare soddisfazione.
    Ciascuno di noi ha centinaia di io potenziali repressi che non ci permettono mai di dimenticare [se non sui social: ndr;] che per quanto energicamente camminiamo lungo lo stretto pensiero della nostra personalità, il nostro più profondo desiderio è di essere multipli; di recitare molte parti."

    Un libro da cui prendere solo il 'succo'.

    sagt den 

  • 5

    Meraviglioso esempio di lucida follia comportamentale. Un esempio per gli indecisi di tutto il mondo, beati di crogiolarsi nelle assurde decisioni del dio Dado. E incredibilmente libertino, pur essend ...fortsätt

    Meraviglioso esempio di lucida follia comportamentale. Un esempio per gli indecisi di tutto il mondo, beati di crogiolarsi nelle assurde decisioni del dio Dado. E incredibilmente libertino, pur essendo un libro scritto nel 1971!

    sagt den 

  • 0

    Libro divertente è molto originale. Il protagonista rompe gli schemi di una vita ordinaria con un lancio di dadi portando tutta la sua esistenza all'estremo. Viene da chiedersi se non farebbe bene a t ...fortsätt

    Libro divertente è molto originale. Il protagonista rompe gli schemi di una vita ordinaria con un lancio di dadi portando tutta la sua esistenza all'estremo. Viene da chiedersi se non farebbe bene a tutti ogni tanto lanciare un dado.

    sagt den 

  • 3

    Che peccato!

    Le prime 50 pagine sono state un'epifania. Folgoranti, geniali, ironiche, profonde... una delle cose più belle che mi sia capitato di leggere.
    Avrei dovuto fermarmi. Un'idea grandiosa, che avrebbe gen ...fortsätt

    Le prime 50 pagine sono state un'epifania. Folgoranti, geniali, ironiche, profonde... una delle cose più belle che mi sia capitato di leggere.
    Avrei dovuto fermarmi. Un'idea grandiosa, che avrebbe generato un romanzo straordinario se fosse stata sviluppata in 200 pagine, si sfilaccia lungo queste 500, diventando progressivamente più involuta, contorta, surreale, autoreferenziale. Peccato, una grande occasione sprecata.

    sagt den 

  • 2

    Un libro a due facce

    Brioso, accattivante, divertente, splendido all'inizio. Promette bene quindi, poi giunti a metà iniziano i passi falsi, le ripetizioni, i capitoli senza senso e ci si accorge presto che non ci sarà al ...fortsätt

    Brioso, accattivante, divertente, splendido all'inizio. Promette bene quindi, poi giunti a metà iniziano i passi falsi, le ripetizioni, i capitoli senza senso e ci si accorge presto che non ci sarà alcun colpo di scena nè alcun vero finale.
    A conti fatti un'opera incompiuta e allo stesso tempo lunghissima.

    sagt den 

  • 5

    Intrigante!

    Ho letto il libro dopo aver letto l'intervista su "Internazionale" di Carrere e mi ha affascinato. E' un po' lungo, è vero, ma intriga talmente il lettore che si legge facilmente. Almeno a me è succe ...fortsätt

    Ho letto il libro dopo aver letto l'intervista su "Internazionale" di Carrere e mi ha affascinato. E' un po' lungo, è vero, ma intriga talmente il lettore che si legge facilmente. Almeno a me è succe ...continue

    sagt den 

  • 4

    continuando le mie letture di romanzi che hanno per argomento più o meno la psicoanalisi , ho incontrato questo libro. Ho deciso di leggerlo dove aver visto che Carrere era andato ad intervistare l'a ...fortsätt

    continuando le mie letture di romanzi che hanno per argomento più o meno la psicoanalisi , ho incontrato questo libro. Ho deciso di leggerlo dove aver visto che Carrere era andato ad intervistare l'autore. L'intervista l'ho comunque letta dopo aver finito il libro che ho trovato geniale, surreale, ironico, eccessivo, saggio ecc. ecc.

    sagt den 

  • 4

    .. 4 : recensione vera

    Libro davvero piacevole; conosciuto grazie alla lettura di un'intervista all'autore da parte di Emmanuel Carrere nella quale confessava di esserne stato ossessionato in passato.
    La trama e' davvero or ...fortsätt

    Libro davvero piacevole; conosciuto grazie alla lettura di un'intervista all'autore da parte di Emmanuel Carrere nella quale confessava di esserne stato ossessionato in passato.
    La trama e' davvero originale e divertente : il progredire del protagonista nell'affidare scelte sempre piu' importanti (anche di vita) al Dado porta ad episodi, a volte inverosimili, davvero spassosi.
    Oltre alla comicita' pero' il libro offre alcuni interessanti spunti di riflessione sul conformismo impresso della societa' fin dalla tenera eta' e sulla pratica psicanalitica, che viene ritenuta meno efficace della Teoria del Dado.
    Fortemente consigliato

    sagt den 

Sorting by