TODOS TIENEN RAZON

By

3.6
(3093)

Language: Español | Number of Pages: | Format: Others | In other languages: (other languages) Italian , French , English

Isbn-10: 8433975714 | Isbn-13: 9788433975713 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Humor

Do you like TODOS TIENEN RAZON ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Ingredienti: un divo di serie B dal passato luminoso e dal presente ombroso, le conseguenze di amori facili e difficili vissute sulla propria pelle, un posto che deve essere rifugio e trampolino trova ...continue

    Ingredienti: un divo di serie B dal passato luminoso e dal presente ombroso, le conseguenze di amori facili e difficili vissute sulla propria pelle, un posto che deve essere rifugio e trampolino trovato tra Napoli, Brasile e Roma, la grande bellezza inseguita attraverso soldi, donne, droga e scarafaggi.
    Consigliato: a chi osserva la quotidiana tragicommedia umana con curiosità, ironia ed inquietudine, a chi cerca spunti di tanti futuri film in un unico romanzo.

    said on 

  • 4

    per chi ama i film di Sorrentino

    e soprattutto i personaggi interpretati da Toni Servillo, questo romanzo è imperdibile. La prima parte è puro piacere, nel ritrovare gli elementi dei film: romanticismo decadente, permeante visione ci ...continue

    e soprattutto i personaggi interpretati da Toni Servillo, questo romanzo è imperdibile. La prima parte è puro piacere, nel ritrovare gli elementi dei film: romanticismo decadente, permeante visione cinica, pensiero dicotomico. Poi, ahinoi, nel finale diventa tutto un po' troppo grottesco.

    said on 

  • 4

    Sorrentino scrittore fa (buon) cinema nel suo romanzo

    Sorrentino mi piace molto, e anche le sceneggiature che ho commentato brevemente altrove di alcuni dei suoi prodotti cinematografici (nonché gli stessi film realizzati) manifestano in modo persuasivo ...continue

    Sorrentino mi piace molto, e anche le sceneggiature che ho commentato brevemente altrove di alcuni dei suoi prodotti cinematografici (nonché gli stessi film realizzati) manifestano in modo persuasivo le doti letterarie di questo eclettico autore.
    Hanno tutti ragione è un libro che dichiara e nasconde: la storia di Tony Pagoda affiora e scompare in un gioco di rimandi, di salti cronologici, di nascondimenti e svelamenti, ed è storia di formazione e di confessione, di denuncia , di invettiva e di ripiegamento.
    La storia si riannoda su stessa, negando il proprio sviluppo; riprende da un punto zero, quando si è ormai convinti di avere fatto il giro di boa..
    C'è rabbia e sincerità, c'è l'orrore del "politicamente corretto", c'è quella volontà andare fino in fondo, senza preoccupazione di andare a fondo…
    Lo stile è forse in parte da affinare, forse certe metafore sono troppo violente o sopra le righe.
    Ma nel complesso è un romanzo originale, forte, e, nel complesso, assai ben bilanciato.

    said on 

  • 4

    L'arguzia e l'ironia di Sorrentino hanno punte irresistibili in questo testo. Molti aneddoti esilaranti si innestano su una storia che alterna l'entusiasmo alla malinconia, l'orgoglio alla rassegnazio ...continue

    L'arguzia e l'ironia di Sorrentino hanno punte irresistibili in questo testo. Molti aneddoti esilaranti si innestano su una storia che alterna l'entusiasmo alla malinconia, l'orgoglio alla rassegnazione. Tante iperboli ma anche molta vita vissuta, in un romanzo che trasuda napoletanità. Linguaggio diretto, che nella lettura di Servillo nell'audiolibro è amplificato nella sua efficacia.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Letto in 4 giorni, è stato una sorpresa. Tony è un personaggio ricorrente nella filmografia di Sorrentino così come i temi esistenziali, politici e societari. Il mondo fa schifo, la vita peggio e solo ...continue

    Letto in 4 giorni, è stato una sorpresa. Tony è un personaggio ricorrente nella filmografia di Sorrentino così come i temi esistenziali, politici e societari. Il mondo fa schifo, la vita peggio e solo qualche attimo di gioventù ha dato valore a 66 anni di tribolazioni del povero Tony, che pure ha fatto la bella vita prima di ritirarsi vent'anni in brasile e tornare da anziano a Roma sempre con gli stessi interrogativi ma con una maturità maggiore. Non mi ha entusiasmato la morta di Beatrice, un po' buttata la, e la fine un po' frettolosa. Leggendo qualche commento ho visto giudicare Tony come un personaggio politicamente scorretto quando in realtà Sorrentino descrive un mondo eticamente scorretto dove il protagonista è, nella sua realtà, il più bravo a cavalcarne l'onda.

    said on 

  • 4

    Romanzo intrigante e nichilista. In questo libro troviamo l’interezza del personaggio di Tony Pagoda, un cantante di musica melodica, già apparso sul grande schermo col nome di Tony Pisapia nel film “ ...continue

    Romanzo intrigante e nichilista. In questo libro troviamo l’interezza del personaggio di Tony Pagoda, un cantante di musica melodica, già apparso sul grande schermo col nome di Tony Pisapia nel film “L’uomo in più”, interpretato da Tony Servillo. Nel libro, Pagoda, è un uomo dalla spiccata vitalità e dalla profonda e sfaccettata umanità. È un vinto che guarda il mondo con gli occhi di chi non si arrende. Pagoda è cinico e brutale, ma è permeato da quel romanticismo decadente che solo Sorrentino sa rappresentare tanto bene nelle sue pellicole e nei suoi libri. Bello.

    said on 

  • 3

    musica,cocaina e tanti (troppi) monologhi mentali !!

    Credo che se togliessimo gran parte delle pagine dove il protagonista si perde in sconclusionati e dispersivi monologhi mentali (che dopo un po non riesci più a seguire il filo del discorso) ne uscire ...continue

    Credo che se togliessimo gran parte delle pagine dove il protagonista si perde in sconclusionati e dispersivi monologhi mentali (che dopo un po non riesci più a seguire il filo del discorso) ne uscirebbe un gran bel libro. Ma appunto tali divagamenti lo rendono ,a volte, molto molto pesante.
    Il protagonista della storia è un personaggio che si fa odiare con facilità fin da subito. Non ci si affeziona mai ma alla fine te lo fai un po amico.
    Cantante da club , tra cocaina e seduzioni , Tony Pagoda ti porta nel suo mondo. Un italia e un Brasile di altri tempi.
    Non il massimo ma "andabile".

    said on 

  • 3

    Ma...

    Romanzo strano, fino a poche pagine dalla fine è stato un divertimento leggerlo.
    Tony Pagoda è un gran bel personaggio, scorretto, al limite dell'odioso, ma che strappa simpatia, risate, ti coivolge c ...continue

    Romanzo strano, fino a poche pagine dalla fine è stato un divertimento leggerlo.
    Tony Pagoda è un gran bel personaggio, scorretto, al limite dell'odioso, ma che strappa simpatia, risate, ti coivolge con il suo essere spaccone ed eccessivo.
    Le situazioni si susseguono con ironia e scorrettezze assortite, qualche calo di ritmo, ma..., OK ci stà, Tony e compagnia qualche bella menata filosofica la possono anche piazzare.
    Ma alla fine, che peso, mi è sembrato di leggere un altro libro, mi sono perso nei ragionamenti esistenziali di Tony, oramai risucchiato in un mondo allusivo e pieno di allegorie.
    Peccato, è stato come se qualcuno avesse tirato il freno a mano in vista del traguardo.

    said on 

Sorting by