Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tabloid

Di

Editore: Comix

3.7
(159)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 200 | Formato: Altri

Isbn-10: 8881930404 | Isbn-13: 9788881930401 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Humor , Non-fiction , Political

Ti piace Tabloid?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    "Questa edizione del telegiornale andrà in onda in forma ridotta per venire incontro alle vostre capacità mentali". Il sottotitolo del libro dà già l'idea dei contenuti e serve soprattutto per ...continua

    "Questa edizione del telegiornale andrà in onda in forma ridotta per venire incontro alle vostre capacità mentali". Il sottotitolo del libro dà già l'idea dei contenuti e serve soprattutto per ricondurre questi testi al loro luogo di provenienza: il programma televisivo "Mai dire Goal", dove Daniele Luttazzi li recitava fingendosi un giornalista di un TG. Dette da lui, le notizie e i commenti di Tabloid erano irresistibili. Ma anche letti su carta reggono benissimo, perché Luttazzi è un umorista di razza. A volte pecca per troppo surrealismo, ma è prolifico e mordente, sagace e sarcastico. Un esempio preso assolutamente a caso: "Durante la breve apparizione TV di venerdì a Bim Bum Bam, Eltsin ha annunciato che rimetterà a posto le cose al Cremlino, dato che durante la sua assenza per un'operazione cardiaca i problemi del paese si erano risolti". In appendice, alcuni testi più lunghi (tra cui una esilarante intervista a un letterato che sostiene che la Divina Commedia non esiste). Molto divertente.

    ha scritto il 

  • 3

    Meno male che quando e' uscito il libro ancora non conoscevo la Gialappas senno' avrei cambiato opinione su di loro. Mi devo ripetere ma a me Luttazzi e le sue battute non fanno ...continua

    Meno male che quando e' uscito il libro ancora non conoscevo la Gialappas senno' avrei cambiato opinione su di loro. Mi devo ripetere ma a me Luttazzi e le sue battute non fanno ridere!!!!! TRAMA Dicono che questa sia stata una delle migliori annate di MAI DIRE GOL, e grazie a Tabloid, Daniele Luttazzi, nei panni di PANFILO MARIA LIPPI, ideale pseudo figlio di Claudio Lippi, conduttore della trasmissione di quella stagione, fu consacrato tra i più divertenti comici della tv.

    Il libro di cui vi parlo si intitola proprio TABLOID, è del 1997, ma leggerlo è veramente un piacere, anche se è basato su notizie, fatti e personaggi di quel periodo. Vi ricordo brevemente in cosa consisteva il TG: Il conduttore Panfilo Maria Lippi (Daniele Luttazzi), insieme ad un amico immaginario chiamato “Dingo”, (eheheh questo non ve lo ricordavate proprio!) commentava con grande ilarità e con molta satira, notizie prese da giornali. Ovviamente ogni notizia portava in se un grande commento satirico fatto da Luttazzi, ed il libro è proprio impostato su questo schema. Infatti, apparte un primo capitolo fatto da un intervista di Enzo Biagi a Panfilo Maria Lippi, nel quale le risposte del comico sono divertenti e pungenti, poi la parte principale del libro è proprio fatto da brevissime notizie, con tanto di commento di Luttazzi. Vi assicuro che fa troppo ridere; gli argomenti trattati spaziano dalla cronaca allo sport, dal servizio militare a sanremo, dalla sanità al Papa, da Tangentopoli ( su questa è davvero scatenato!!) al Medio Oriente, dall’Inghilterra, con famiglia reale su tutti, all’America, da Clinton a Saddam Hussain, dalla giustizia al cinema, per non parlare poi della politica italiana, e di Berlusconi. Si, il bello è che ciò che c’è scritto, nonostante il libro sia vecchio, è attualissimo, infatti risale al periodo in cui Berlusconi era al Governo, e quindi ciò che Luttazzi dice, è perfettamente applicabile alla realtà odierna. Altra cosa da sottolineare, è il commento che luttazzi fa, sempre tramite battutine pungenti, su tutti i personaggi, sia politici che del mondo dello spettacolo. Altra cosa che gli amanti di Mai dire gol gradiranno è la presenza di alcuni interventi proprio della Gialappa’s band all’interno dei commenti, intesi come domande o risposte a ciò che dice Luttazzi, e anche gli interventi dell’amico immaginario DINGO, il quale porta notizie (ahahahah) dal futuro!

    Non vi dico altro , ma ve lo consiglio perché è veramente molto divertente, specie per quelli che rimpiangono le belle edizioni di Mai dire Gol! ( recensione tratta da Ciao.it )

    ha scritto il