Taboo Tunes

La musica fuorilegge

Di

Editore: Arcana

3.4
(11)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 349 | Formato: Altri

Isbn-10: 8879663887 | Isbn-13: 9788879663885 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: G. Masini , G. Oneto

Genere: Musica

Ti piace Taboo Tunes?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Il libro ripercorre la storia della musica pop, intrecciando all'evoluzione dei generi musicali il succedersi delle presidenze Usa e delle varie commissioni e provvedimenti di censura, senza mai perdere di vista tuttavia le misure repressive spesso radicali a cui di volta in volta sono ricorsi i governi di tutto il mondo. Con passione e un pizzico di ironia Peter Blecha passa in rassegna tutta la "musica del Diavolo": motivi a sfondo sessuale, ballate su feroci assassini, canzoni sataniche, veri e presunti peana agli stupefacenti, oltraggiosi inni politici, mostrando fin dove può arrivare quel potente organo di controllo che è la censura.
Ordina per
  • 0

    L'immagine di copertina richiama i favolosi anni di «Rock around the Clock».
    L'etichetta è lampante: «Parental advisory explicit content». Chiaro. Perché
    «Taboo Tunes - La musica fuorilegge», di Peter ...continua

    L'immagine di copertina richiama i favolosi anni di «Rock around the Clock».
    L'etichetta è lampante: «Parental advisory explicit content». Chiaro. Perché
    «Taboo Tunes - La musica fuorilegge», di Peter Blecha, racconta tutta la musica «fuorilegge». Entra nelle viscere
    di quel rock che va combattuto con ogni mezzo, a partire dalla censura.
    Ma la storia di questo eterno conflitto generazionale, sociale, politico,
    è più lunga di quanto si possa credere. E Peter Blecha affonda i propri
    artigli nella cultura musicale rifiutata dalle camicie brune naziste che
    bandirono tanto il jazz quanto le composizioni di artisti del calibro di
    Stravinskij e Hindemith, nelle indagini dell'Fbi e nelle proteste del PMRC
    (Parents Music Resource Center). Svela con piglio severo e meticoloso i
    motivi che portarono al totale bando di alcuni artisti o generi musicali,
    il tentativo di cancellare dall'etere certi suoni e certe parole. L'elenco
    degli appestati è lungo e passa da Elvis Presley a Jerry Lee Lewis, dai
    canti di mafia italiani a Bob Dylan, fino ai più recenti «scandali» di
    Eminem e Marilyn Manson. E' una guerra contro la musica del diavolo. Come
    se l'inferno fosse un'immensa sala da concerto.

    ha scritto il