Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tale e quale

Di

Editore: Mondadori

3.4
(248)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 136 | Formato: Altri

Isbn-10: 8804505494 | Isbn-13: 9788804505495 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Humor , Philosophy

Ti piace Tale e quale?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A Roma, nella casa dove vive, Luciano De Crescenzo scopre, nascosta dietro unalibreria, una piccola stanza segreta. Qui prende l'abitudine di ritirarsi ariflettere, rimuginare, leggere. Una sera si accorge di uno strano fenomeno:in quella stanza il tempo non passa. Strano, certo, ma non è altrettantostrano che il tempo passi? Varcata così la soglia di un mondo fantastico,Luciano non si stupisce di incontrare il suo doppio, di nome Taleequale, concui inizia una lunga conversazione, toccando i temi più vari.
Ordina per
  • 4

    Nella casa di Roma Luciano scopre dietro una libreria l'ingresso ad una camera segreta, dove il tempo non scorre.
    Qui può riflettere, consultare e litigare col suo "Taleequale" (lo specchio nella PARLESIA napoletana), che arriva anche a presentargli altri 3 sosia: l'Io Latente, l'Io Inconsc ...continua

    Nella casa di Roma Luciano scopre dietro una libreria l'ingresso ad una camera segreta, dove il tempo non scorre.
    Qui può riflettere, consultare e litigare col suo "Taleequale" (lo specchio nella PARLESIA napoletana), che arriva anche a presentargli altri 3 sosia: l'Io Latente, l'Io Inconscio e l'Io Rimosso. Perchè, per poter discutere di tutto è indispensabile avere idee diverse.

    E' un modo estroso di scrivere un'autobiografia

    ha scritto il 

  • 2

    De crescenzo incontra il suo taleequale, il suo "io" nel mondo parallelo. Affronta, con questa sorta di alter ego, varie problematiche, tra cui amore e scorrere del tempo; il tutto condito da aneddoti personali. Questa volta il libro non mi ha convinta molto: troppo frammentato e con poche idee.< ...continua

    De crescenzo incontra il suo taleequale, il suo "io" nel mondo parallelo. Affronta, con questa sorta di alter ego, varie problematiche, tra cui amore e scorrere del tempo; il tutto condito da aneddoti personali. Questa volta il libro non mi ha convinta molto: troppo frammentato e con poche idee.

    ha scritto il 

  • 4

    Era da tantissimo che non leggevo De Crescenzo! C’è stato un periodo, quello del Liceo, credo, in cui ne ho letti diversi, mi piaceva davvero molto, poi, di punto in bianco, mi sono fermata. E ora mi accorgo che mi è mancato molto, e vorrei leggere altri suoi libri!!!
    Che poi per la verità ...continua

    Era da tantissimo che non leggevo De Crescenzo! C’è stato un periodo, quello del Liceo, credo, in cui ne ho letti diversi, mi piaceva davvero molto, poi, di punto in bianco, mi sono fermata. E ora mi accorgo che mi è mancato molto, e vorrei leggere altri suoi libri!!!
    Che poi per la verità questo libro non m’è piaciuto proprio tantissimo, ne ha scritti di migliori, e si è anche un po’ ripetuto, cioè ho trovato concetti ed episodi che ricordavo per aver letto in altri suoi libri. Però ha sempre un modo di scrivere molto piacevole, e molto divertente! Mi chiedo però quanto ci sia di vero in questa sorta di autobiografia… non dico tanto per quel che riguarda le sue relazioni, ma per esempio i vari aneddoti con personaggi reali, come Enrico De Nicola, Totò o Bud Spencer.

    http://www.naufragio.it/iltempodileggere/3239

    ha scritto il 

  • 3

    Lo dice pure il titolo: questo libro è tale e quale agli altri scritti in precedenza. De Crescenzo è come un cantante che propone sempre lo stesso motivo, cambiano un po' le parole ma gli argomenti sono sempre gli stessi.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    Leggero

    Una carrellata leggera sulla filosofia, raccontata con l'artificio del dialogo con il proprio doppio. Scorrevole da leggere, il solo difetto del libro e' di finire senza una fine vera e propria. L'autore si sveglia da un sogno che forse sogno non e' stato. Dunque?

    ha scritto il