Tantra

L'iniziazione di un occidentale all'amore assoluto

Voto medio di 48
| 24 contributi totali di cui 5 recensioni , 19 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Abbandonare l'Europa per l'Asia, addentrarsi nell'Himalaya alla ricerca degli ultimi maestri del tantrismo shivaita, dei segreti dell'erotismo sacro: quando intraprese questo periplo, all'erà di trent'anni, Daniel Odier non poteva sapere che laggiù l ...Continua
Ha scritto il 14/10/17
buono per idee
Bel romanzo (perchè mi sembra che per forza debba trattarsi di un racconto di fantasia, dati gli avvenimenti e i dettagli riportati), mi ha dato molti spunti per approfondire mancandomi le basi del tantra, senza il quale è difficile capire tutto.
...Continua
Ha scritto il 28/06/11
Autobiografia di un periodo di vita dell'autore, giovane viaggiatore inizialmente interessato alla fotografia d'arte in India, che poi a causa di un incidente di percorso approfondisce la meditazione con vari maestri per poi approdare all'iniziazione ...Continua
  • 3 commenti
Ha scritto il 30/12/10
"Non vi è nulla da trovare al di fuori, tutto il divino che noi cerchiamo al di fuori è in noi. Rendersi conto di questo è trovare la libertà."
Ha scritto il 30/06/10
per avvicinarsi alla disciplina tantrica
interessante
Ha scritto il 07/02/09
Grande libro, pura illuminazione. Lo lessi tutto d'un fiato, dopo uno stage di tantra ed è stato uno dei giorni più belli della mia vita

Ha scritto il Jan 27, 2012, 16:07
Chakra vuoi dire ruota. È come il tornio da vasaio. Se tu pigi sul pedale il tornio si muove, se tu non pigi sui pedale, il tornio resta immobile. Detto in maniera diversa, noi non abbiamo chakra fino a che non li facciamo girare.
Pag. 100
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 27, 2012, 16:05
Lo spirito desidera sempre aggrapparsi ai concetti. Dall’infanzia è trascinato a divorare concetti. Non ne è mai sazio, ne richiede sempre di più, come un orco. In generale, si passa una parte della propria vita a cercare, l’altra a morire spiritualm ...Continua
Pag. 99
Ha scritto il Jan 27, 2012, 16:05
La meditazione è l’esperienza spontanea della non-dualità. Nel nostro sistema non ci sono né concentrazione delle immagini, né rituali per indurre lo stato di meditazione. Noi lavoriamo con la Coscienza bruta, senza sforzarla in alcun modo. Se ci ser ...Continua
Pag. 97
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 27, 2012, 15:52
«All’inizio, quando si comincia a meditare, non è più facile avere un oggetto su cui concentrarsi?»
«Ci si può concentrare sopra un piccolo ciottolo o su qualsiasi altro oggetto, ma bisogna stare attenti a non osservano troppo a lungo, altrimenti
...Continua
Pag. 101
  • 1 commento
Ha scritto il Jan 27, 2012, 15:46
Praticare in questo senso, è praticare senza interruzione, ma avendo una cura estrema della punteggiatura. Praticare a intermittenze, darsi all’ashram dopo il lavoro, è un modo dii rifiutare la continuità dell’esperienza mistica e non accordar ...Continua
Pag. 134

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi