Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Tecnica del colpo di Stato

By Curzio Malaparte

(59)

| Others | 9788804510864

Like Tecnica del colpo di Stato ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Pubblicata per la prima volta in Francia nel 1931 "Tecnica del colpo di Stato"ha fin dal suo apparire suscitato aspre polemiche, osteggiata sia da destrache da sinistra. Scritto in stile limpido, dagli echi machiavellici, questolibro si pro Continue

Pubblicata per la prima volta in Francia nel 1931 "Tecnica del colpo di Stato"ha fin dal suo apparire suscitato aspre polemiche, osteggiata sia da destrache da sinistra. Scritto in stile limpido, dagli echi machiavellici, questolibro si propone ancora oggi come un'opera di grande attualità, per ilcontenuto fulminante e per la capacità di Malaparte di restituirci vicende epersonaggi di un passato recente e ancora scottante.

20 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 3 people find this helpful

    la geometria del potere

    anche se la pubblicazione di questo libro gli ha rovinato un poco la vita, ha conosciuto il carcere solo per averlo pubblicato, grazie alle parole scritte nella sua ‘tecnica’ è diventato uno scrittore soprattutto famoso all’estero.
    la censura è il pi ...(continue)

    anche se la pubblicazione di questo libro gli ha rovinato un poco la vita, ha conosciuto il carcere solo per averlo pubblicato, grazie alle parole scritte nella sua ‘tecnica’ è diventato uno scrittore soprattutto famoso all’estero.
    la censura è il più grande agente pubblicitario mai conosciuto prima.
    malaparte è un uomo libero, nel suo sguardo si addensano tutte le forme dittatoriali che hanno accompagnato il secolo scorso, come un triangolo ai cui vertici stalin, hitler e mussolini provano a spartirsi l’area della propria indecente voglia di potere.
    le analisi della russia dell’epoca hanno una incredibile forza narrativa e documenta quasi meglio di come si fa oggi tutte le trame del potere dallo zar a lenin, stessa cifra stilistica quando si occupa del nostro paese e della sua diretta alleata germania di hitler.
    ognuno di questi paesi in una situazione di fragilità democratica impressionante, presi al cappio della certezza politica delle chiacchiere dei governati che promettono di mantenere sano il loro percorso politico.
    professionisti del colpo di stato virano sempre verso rivoluzioni che minacciano la libertà proprio perché si appropriano delle parole modificandone il significato.
    in ogni colpo di stato c’è sempre un baluginare di difesa dei più deboli un’idea di rivoluzione che abbatte la povertà con l’illusione dell’uguaglianza.
    malaparte è in antitesi perché la sua libertà pubblica coincide perfettamente con la sua libertà privata, e questo libro non priva nessuno della sua storia che agli occhi miei e soltanto un paragrafo della storia dell’orrore.

    Is this helpful?

    giovanni milone said on Jul 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    libro davvero tecnico con la solita scrittura brillante di Malaparte

    Is this helpful?

    Cris said on Jan 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Poco saggio e molti ricordi. Ottima descrizione della deriva di destra del tempo. Se vi aspettate un saggio cercate qualcosa d'altro.

    Is this helpful?

    Giorgio Alessandro Motta said on Nov 18, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    passavo a piedi per una piccola piazzetta che fa da
    piccolo parcheggio di auto e dentro un'auto c'era

    una ragazza bionda direi che al telefono urlava a un'altra
    sua amica "si vede con un'altra hai capito????" e urlava

    palesemente infuriata anzi ...(continue)

    passavo a piedi per una piccola piazzetta che fa da
    piccolo parcheggio di auto e dentro un'auto c'era

    una ragazza bionda direi che al telefono urlava a un'altra
    sua amica "si vede con un'altra hai capito????" e urlava

    palesemente infuriata anzi invasata "si vede con un'
    altra!!!!"

    io ho tirato avanti, ho sorriso e ho detto
    auguri, con non troppa convinzione

    e chissà a chi lo dicevo, auguri

    Is this helpful?

    [radek] said on Oct 16, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Malaparte e il complesso della banderuola

    Malaparte è sostanzialmente un leccaculo. Un grandissimo scrittore, un ottimo giornalista, talvolta anche un lucido interprete della realtà che lo circonda. Ma pur sempre un leccaculo, che nel 1921 aderisce al PNF vedendo l'opportunità di fare carrie ...(continue)

    Malaparte è sostanzialmente un leccaculo. Un grandissimo scrittore, un ottimo giornalista, talvolta anche un lucido interprete della realtà che lo circonda. Ma pur sempre un leccaculo, che nel 1921 aderisce al PNF vedendo l'opportunità di fare carriera, salvo poi voltare le spalle a Mussolini nel giro di dieci anni, quando capisce che la situazione si fa compromettente, e che subito dopo la fine della seconda guerra mondiale insiste per ottenere l'iscrizione al PCI e salire sul carro dei vincitori.
    Queste vicende sono alla base della prefazione del '48, intitolata "Che a far del bene ci si rimette sempre", in cui Malaparte cerca disperatamente, come del resto farà negli ultimi vent'anni della sua vita, di scrollarsi di dosso il marchio di fascista della prim'ora, elencando i soprusi esercitati nei suoi confronti dal regime. Fa un po' la vittima, si risente del fatto che persino Trotskij, l'unico ad uscire vincitore dalla sua interpretazione della storia, non apprezzi il suo libro.
    Non credo che queste note biografiche che contengono il mio personale giudizio nei confronti di Malaparte siano essenziali per la lettura del libro, ma certo aiutano a non prendere per oro colato le interpretazioni storiche che vi sono contenute. In parte si tratta di interpretazioni argute cui approderanno più tardi anche gli storici, in parte di elementi fantasiosi che fungono da riempitivo laddove scarseggia un'effettiva conoscenza dei fatti.
    Chiaramente si tratta di un libro la cui lettura deve avere alle spalle una già consolidata conoscenza dei fatti storici, pena il non capirne una mazza, e se ne traggono reali benefici qualora lo si veda come un documento storico, utile tra l'altro a sfatare il mito che vuole i contemporanei dei fascismi incapaci di comprendere a fondo quanto stava succedendo attorno a loro.

    Is this helpful?

    La grandguignolesque said on Apr 4, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    decisamente interessante: in un'epoca segnata da colpi di stato riusciti, falliti o in procinto di avvenire, malaparte decide di raccontarne la tecnica, come monito per le democrazie affinchè imparino come avvengono e come possono venire fermati (o c ...(continue)

    decisamente interessante: in un'epoca segnata da colpi di stato riusciti, falliti o in procinto di avvenire, malaparte decide di raccontarne la tecnica, come monito per le democrazie affinchè imparino come avvengono e come possono venire fermati (o come guida per chi è intenzionato a provocarne uno: in fondo malaparte era un grandissimo provocatore, e immagino che questa ambiguità di fondo sia stata voluta a tutti i costi).
    tutto questo potrebbe essere materia per studiosi o semplici appassionati di storia del '900 (e comunque sarebbe nell'ambito di trattati storici un libro decisamente inedito, almeno per l'epoca) se non fosse che malaparte riesce ad impastare saggistica, descrizioni storiche e aneddotica personale per creare un libro che si divora quasi come un romanzo.

    unico problema, si fa per dire, è che nei primi capitoli mi son dovuto fermare a cercare su google nomi e vicende e questo ha rallentato un po' la lettura: ma è stata pure l'ottima scusa per ripassare un po' di storia della prima metà del secolo scorso, che non fa mai male...

    Is this helpful?

    intortetor said on Mar 10, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection

Margin notes of this book