Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Tempi duri, Saint Glinglin!

Preceduto da una nuova versione di Gueule de pierre e di Les Temps mêlès

Di

Editore: Newton Compton (Grandi tascabili economici, 550)

3.8
(12)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 239 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8854135062 | Isbn-13: 9788854135062 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Curatore: Francesco Bergamasco ; Prefazione: Renato Minore

Ti piace Tempi duri, Saint Glinglin!?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Geniale e noioso

    Nonostante la postfazione di Francesco Bergamasco, che con rigore filologico, si addentra nell'analisi del libro e permette ad un "lettore capra" come me di capire diversi elementi della storia che avevo trovato inspiegabili durante la lettura, giochi di parole che avevo intuito ma al contempo av ...continua

    Nonostante la postfazione di Francesco Bergamasco, che con rigore filologico, si addentra nell'analisi del libro e permette ad un "lettore capra" come me di capire diversi elementi della storia che avevo trovato inspiegabili durante la lettura, giochi di parole che avevo intuito ma al contempo avevo trovato incomprensibili, nonostante ciò non sono riuscito a rivalutarlo completamente.

    ha scritto il 

  • 2

    Sulla quarta di copertina è definito un capolavoro, ma il giudizio è azzardato, allora come definire I fiori Blu.
    Troppe e inutili pagine sulle " passioni " dei personaggi; una trama sconclusionata.
    Una per tutte...quando mi è capitato di perdere il segnalibro , a stento sono riuscita ...continua

    Sulla quarta di copertina è definito un capolavoro, ma il giudizio è azzardato, allora come definire I fiori Blu.
    Troppe e inutili pagine sulle " passioni " dei personaggi; una trama sconclusionata.
    Una per tutte...quando mi è capitato di perdere il segnalibro , a stento sono riuscita a capire dov'ero rimasta; proprio non lo ricordavo! Se non è un indicatore questo!

    ha scritto il 

  • 5

    Come prendere "Totem e tabù", "La Fenomenologia dello Spirito" e il "Saggio sul dono" e trasformarli in un romanzo gradevole anche se non si hanno presenti i tre saggi di partenza.
    A patto di amare lo stile di Queneau fatto di linguaggio alto e basso, giochi di parole, logica surreale, neol ...continua

    Come prendere "Totem e tabù", "La Fenomenologia dello Spirito" e il "Saggio sul dono" e trasformarli in un romanzo gradevole anche se non si hanno presenti i tre saggi di partenza.
    A patto di amare lo stile di Queneau fatto di linguaggio alto e basso, giochi di parole, logica surreale, neologismi e umorismo mai plateale ma sempre tagliente.
    Magnifica traduzione di Francesco Bergamasco.

    ha scritto il 

  • 0

    Dai discorsi sull'acquesistenza sembra che le cose si possano rivedere per la prima volta, finchè se ne cambi il senso.
    Sembra che si tenda a distruggere quel che si è fatto, per poi rifarlo. Ma allora ci spostiamo nel tempo o no? Il tempo passa, c'è?
    Se anche il cielo fa sempre sole ...continua

    Dai discorsi sull'acquesistenza sembra che le cose si possano rivedere per la prima volta, finchè se ne cambi il senso.
    Sembra che si tenda a distruggere quel che si è fatto, per poi rifarlo. Ma allora ci spostiamo nel tempo o no? Il tempo passa, c'è?
    Se anche il cielo fa sempre sole o sempre pioggia?

    ha scritto il