Tempo di seconda mano

La vita in Russia dopo il crollo del comunismo

Voto medio di 153
| 54 contributi totali di cui 39 recensioni , 0 citazioni , 0 immagini , 15 note , 0 video
"Per me non è tanto importante che tu scriva quello che ti ho raccontato, ma che andando via ti volti a guardare la mia casetta, e non una ma due volte". Così si è rivolta a Svetlana Aleksievič, congedandosi da lei sulla soglia della sua chata, ... Continua
Ha scritto il 24/07/17
Non è un libro di storia
È una descrizione poco obiettiva della situazione in Unione Sovietica negli anni 90. La Aleksievich ha riportato solo i fatti negativi e violenti. In realtà la popolazione, in generale, viveva normalmente. Sarebbe come descrivere l'Italia degli ..." Continua...
Ha scritto il 19/06/17
Raccolta di esperienze in prima persona attraverso l'Unione Sovietica, la Russia ed il tempo che ha segnato profondamente lo stato d'animo ed il modo di essere di un'intera nazione e di diversi popoli. Sofferenze, violenza e patimenti accanto alla ..." Continua...
Ha scritto il 26/02/17
stupendo reportage
un libro con tante storie, lasciate raccontare dai protagonisti e a volte anche ad altri testimoni. il realismo è incredibile. l'autrice è riuscita a mettere la voce sulla carta, sembra di sentire le testimonianze.si concentra sugli ultimi decenni ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 11/10/16
Nobel
Anche questa scrittrice è un premio Nobel. Il libro mi è piaciuto per le molte interviste alle persone dell'ex Unione Sovietica che ci raccontano un "prima" e un "dopo". I più, potendo, tornerebbero volentieri indietro.
Ha scritto il 10/10/16
Tutto questo dolore!
Non si può.

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Mar 08, 2015, 07:22
Papà apparteneva all'ideologia, non all'umanità.
Pag. 519
Ha scritto il Mar 06, 2015, 00:04
I banditi giravano per strada senza neppure nascondere le pistole. [...] Nella nostra scala erano andati di notte da un commerciante con una granata...
Pag. 458
Ha scritto il Mar 06, 2015, 00:00
Un'amica della nonna, zia Fenja, che era stAta infermiera al fronte, era stata seppellita dalla figlia...avvolta nei giornali...in vecchi giornali...Le sue medaglie le avevano infilate così nella fossa...La figlia era invalida rovistare tra la ... Continua...
Pag. 455
Ha scritto il Mar 05, 2015, 23:55
Al posto dei comunisti ora avremo i trafficanti. [...] Abbiamo baratto il comunismo con le banane, con il chewinggum
Pag. 451
Ha scritto il Mar 03, 2015, 22:56
Ho dato da leggere a mio figlio Solzenicyn e non faceva che ridere! Lo sentivo ridacchiare...Per lui accusare un uomo di essere stato un agente di tre servizi segreti, è grottesco... [...] Lui non potrà mai capire me è mia madre perché non ha ... Continua...
Pag. 385

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi