Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Teresa Batista stanca di guerra

By Jorge Amado

(846)

| Paperback | 9788806174521

Like Teresa Batista stanca di guerra ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

217 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Un libro meraviglioso, di una bellezza struggente.

    Is this helpful?

    Valentina said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Atmosfera caraibica

    La storia è un po' lunga; è l'epopea di Teresa Batista che si dipana su 540 pagine, soffermandosi su una 2-3 episodi principali della sua vita. Tuttavia mi è piaciuta molto l'ambientazione nel Brasile della gente comune che lascia un senso di magico ...(continue)

    La storia è un po' lunga; è l'epopea di Teresa Batista che si dipana su 540 pagine, soffermandosi su una 2-3 episodi principali della sua vita. Tuttavia mi è piaciuta molto l'ambientazione nel Brasile della gente comune che lascia un senso di magico e caraibico che ricorda un po' Gabriel Garcia Marquez.

    Non ho citato volontariamente il tema "principale" del libro: la forza d'animo della donna protagonista. Ci sono migliori esempi nelle librerie...

    Is this helpful?

    Valerio said on Jun 9, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ho atteso per anni di leggere questo libro, acquisto rimandato per letture più urgenti, e quindi le aspettative sono cresciute di giorno in giorno.
    Penso che il 90% del demerito di "Teresa Batista stanca di guerra" sia da imputare alla traduzione... ...(continue)

    Ho atteso per anni di leggere questo libro, acquisto rimandato per letture più urgenti, e quindi le aspettative sono cresciute di giorno in giorno.
    Penso che il 90% del demerito di "Teresa Batista stanca di guerra" sia da imputare alla traduzione... Virgole messe là sconclusionate (sono dove non dovrebbero stare, mancano dove ci vorrebbero) e discorsi che si perdono per mancanza di una struttura decente. E' un vero peccato perché la storia ne risente alquanto. Non è fluido come una danza caraibica, anzi, si inceppa spesso come una breakdance di fine anni '80.
    Il mondo che qua e là si riesce a intravedere, però, odora di peccato e santità, di fiori freschi e marciti dal sole, odora di uomini bruti e rivalsa. Ma...per tutta la lettura si rimane sempre con un "ma..." in sospeso.

    Is this helpful?

    Lilithium said on Feb 19, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La vita avventurosa, imprevedibile e bislacca di Teresa Batista, bambina violata, omicida, infermiera, mantenuta d'alto livello, sobillatrice di prostitute e chi più ne ha più ne metta.
    Questa sorta di super-eroina in salsa brasileira non si fa dimen ...(continue)

    La vita avventurosa, imprevedibile e bislacca di Teresa Batista, bambina violata, omicida, infermiera, mantenuta d'alto livello, sobillatrice di prostitute e chi più ne ha più ne metta.
    Questa sorta di super-eroina in salsa brasileira non si fa dimenticare, ma c'è sempre qualcosa in Amado che non mi piace e non mi convince. Qui, il caleidoscopio di personaggi e situazioni è piacevole, ma forse si protrae eccessivamente (del resto, per un'epopea non sono necessarie 534 pagine?). E anche la scelta dei tempi del racconto, volutamente sfalsata, a volte confonde un po' troppo. Senza contare che, in un racconto apparentemente libertino (che irride le beghine e addita l'ipocrisia dilagante) fa un po' specie trovare scarso rispetto per l'omosessualità, oltre che pochissimi esempi di mentalità progressista (nessuno che si discosti dal modello "moglie per procreare - amante per fornicare").

    Is this helpful?

    Crash said on Dec 27, 2013 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ultima parte un pò tirata per le lunghe, ma nel complesso una bella lettura. Non avevo mai letto niente di Amado ed è stata una scoperta interessante.. Con il suo stile ti coinvolge in pieno: le emozioni e le sensazioni dei personaggi diventano le tu ...(continue)

    Ultima parte un pò tirata per le lunghe, ma nel complesso una bella lettura. Non avevo mai letto niente di Amado ed è stata una scoperta interessante.. Con il suo stile ti coinvolge in pieno: le emozioni e le sensazioni dei personaggi diventano le tue. E alcune volte fa un pò male...

    Is this helpful?

    Alice said on Dec 11, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Sociale..

    Teresa Battista stanca di guerra.
    Confrontandomi con gli amici appassionati di questo gruppo ho capito che non c’è una via di mezzo per definire Amado.
    Lo ami o lo odi. Io lo amo alla follia.
    In questo lunghissimo romanzo Amado ci racconta, attr ...(continue)

    Teresa Battista stanca di guerra.
    Confrontandomi con gli amici appassionati di questo gruppo ho capito che non c’è una via di mezzo per definire Amado.
    Lo ami o lo odi. Io lo amo alla follia.
    In questo lunghissimo romanzo Amado ci racconta, attraverso le voci di cantastorie la vita dell’incredibile Teresa Batista.
    La storia di Teresa è comune a tantissime storie dello stato di Bahia, ecco perché lo definisco un romanzo sociale, nel quale c’è tutto.
    Teresa resta orfana all’età di tredici anni e viene venduta dalla zia al capitano Justiniano che la rende schiava.
    Si fa giustizia da sola e viene salvata dal carcere dal dottor Emiliano Guedes . Diventa sua concubina, il dottore le dà ricchezza, istruzione e la cura come si cura una bellissima rosa. Ma nel momento in cui le dichiara il suo amore, muore e Teresa si ritroverà ancora una volta sola, con i suoi ricordi e i suoi morti sulle spalle.
    Piuttosto che diventare ancora una volta concubina, diventa prostituta.
    Da qui in poi Amado ci apre le porte della sua meravigliosa terra. Ci parla di Yemanjà, Oxossi e del candomblè.
    Ci apre le porte dei postriboli del Pelourinho e il cuore delle “puttane di Bahia”. Nella sua nota “prolissità” ci fa ascoltare il rumore dell’oceano, ci fa sentire gli odori di Salvador de Bahia, ci racconta della polizia corrotta e ci ubriaca della miglior cachaça.
    Ci porta in un paese nel quale le disparità sociali, le ingiustizie e le contraddizioni si “curano” con l’amore, la gioia di vivere e la voglia di andare avanti.
    Teresa è l’emblema di questa straordinaria terra.
    Testarda, povera, bellissima, piena di contraddizioni e soprattutto colma d’amore verso il prossimo.
    Amo il Brasile anche grazie ad Amado e le sue eroine.

    Is this helpful?

    Gianpaolo said on Nov 11, 2013 | 3 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book