Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Terre al crepuscolo

By J. M. Coetzee

(170)

| Mass Market Paperback | 9788806155179

Like Terre al crepuscolo ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

In una prima traduzione italiana vengono presentati i racconti che hanno rivelato l'autore sudafricano. Due novelle: una racconta della propaganda americana nel corso della guerra in Vietnam e ha per protagonista un ricercatore che studia, e narra in Continue

In una prima traduzione italiana vengono presentati i racconti che hanno rivelato l'autore sudafricano. Due novelle: una racconta della propaganda americana nel corso della guerra in Vietnam e ha per protagonista un ricercatore che studia, e narra in prima persona, gli effettivi risultati del condizionamento ideologico; l'altra ricrea, invece, l'ambiente boero ottocentesco, ripercorrendo la vicenda biografica di un uomo di frontiera che giura vendetta ai nativi Ottentotti, rei di non avergli portato il rispetto dovuto a un bianco.

11 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    No me gustó nada.
    Coetzee es bastante denso a veces, pero siempre había sacado destellos y notas interesantes de sus anteriores trabajos.
    Con éste, su primer libro, no me ha pasado.
    Su lectura se me hizo pesada, brumosa y pegajosa.
    Un fango enyodado ...(continue)

    No me gustó nada.
    Coetzee es bastante denso a veces, pero siempre había sacado destellos y notas interesantes de sus anteriores trabajos.
    Con éste, su primer libro, no me ha pasado.
    Su lectura se me hizo pesada, brumosa y pegajosa.
    Un fango enyodado que te aprisiona, que te acota y que te atrapa.
    Espesez mental.

    Is this helpful?

    mancusso73 said on Aug 20, 2013 | Add your feedback

  • 10 people find this helpful

    La penna di Coetzee scava corrosiva la vertigine di onnipotenza dell’animo umano

    Entrambi i racconti/novelle sono una critica spietata al potere colonialistico/espansionistico del mondo occidentale.

    Il secondo è il più efficace, intenso, coinvolgente. Scuote il lettore con violenza, raccapricciante orrore. Narra del viaggio di e ...(continue)

    Entrambi i racconti/novelle sono una critica spietata al potere colonialistico/espansionistico del mondo occidentale.

    Il secondo è il più efficace, intenso, coinvolgente. Scuote il lettore con violenza, raccapricciante orrore. Narra del viaggio di esplorazione del colono boero Jacobus Coetzee che nel 1760 parte alla volta delle terre selvagge a nord del Capo a caccia di elefanti.
    Al di là della pregnante ricostruzione dei luoghi e delle periodo storico, ammirevole e sorprendente è lo scavo psicologico dell’homo “colonialis” che Coetzee esercita con grande perizia e acume penetrandone a fondo le strutture interiori, rivelando così un sentire assolutamente superiore nei confronti del selvaggio,un sentire che rimane predominante anche nel momento di massima fragilità e umiliazione, (nella laida, purulenta nudità pallida febbricitante, defecante, derisa e svilita dalle bande di bambini ) in cui cioè malato e depredato si trova in balia degli ottentotti, stirpe d’indolenti primitivi privi di qualsivoglia cultura e religione.
    Inspiegabilmente sopravissuto, tornerà a vendicare se stesso e la sua stirpe in un lucido e sanguinario delirio di onnipotenza divina.

    “Grazie alla loro morte io, che dopo essere stato cacciato da loro avevo vagato nel deserto come un pallido simbolo, ho potuto ancora una volta asserire la mia realtà. Non mi piace uccidere, non più che a chiunque altro, ma mi sono preso la responsabilità di essere quello che preme il grilletto, di dare questo sacrificio per me e per il mio popolo, che esiste, e di commettere contro questa gente scura gli omicidi che tutti volevano commettere. Sono tutti colpevoli, senza eccezioni, compresi gli ottentotti . Chissà per quali inimmaginabili crimini dello spirito sono morti, attraverso di me. Il giudizio di Dio è giusto, irreprensibile e incomprensibile. La sua pietà non fa caso al merito. Sono uno strumento nelle mani della Storia."

    Is this helpful?

    Gloria Albonetti said on Apr 7, 2012 | 4 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Due storie. Storie di potere, storie del rapporto tra un uomo e gli altri. Uno studioso, topo di bibliotece che studia il Vietnam, la guerra, e i metodi applicati, perdendo il senso e le proporzioni. La seconda nell'africa degli Africans, la scoperta ...(continue)

    Due storie. Storie di potere, storie del rapporto tra un uomo e gli altri. Uno studioso, topo di bibliotece che studia il Vietnam, la guerra, e i metodi applicati, perdendo il senso e le proporzioni. La seconda nell'africa degli Africans, la scoperta di nuove terre, di nuovi popoli. Tutto è relativo, noi e gli altri, senza freni ci è concesso tutto.

    Is this helpful?

    Glapasi said on Jul 25, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Personas etiquetadas en esta foto:
    Agregar una descripción
    Vaya primera novela que se marcó J. M. Coetzee!! Impresionante es decir poco... "Tierras de poniente" es una novela muy árida donde el autor mediante dos historias nos muestra una reflexi ...(continue)

    Personas etiquetadas en esta foto:
    Agregar una descripción
    Vaya primera novela que se marcó J. M. Coetzee!! Impresionante es decir poco... "Tierras de poniente" es una novela muy árida donde el autor mediante dos historias nos muestra una reflexión de la culpa, el sufrimiento, la capacidad del hombre para infringir dolor a sus semejantes, el racismo, así como las consecuencias del poder sin límites y la corrupción que origina, son algunas de las constantes de la narrativa coetziana, que se empiezan a ver aquí... y que veremos en su magnífica obra literaria (Desgracia, La edad del hierro...). Es dura, pero qué no lo es?

    Is this helpful?

    Sigfrido said on Jun 24, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    ...mi piacerebbe moltissimo vedere una riduzione cinematografica di questo piccolo capolavoro. Sono due storie vissute in parallelo: due uomini di nazionalità ed epoche diverse entrambi vittime della violenza. Si tratta di una violenza vissuta in man ...(continue)

    ...mi piacerebbe moltissimo vedere una riduzione cinematografica di questo piccolo capolavoro. Sono due storie vissute in parallelo: due uomini di nazionalità ed epoche diverse entrambi vittime della violenza. Si tratta di una violenza vissuta in maniera tragica. Da una parte l'ottentotto, schiavo e vittima dell'uomo occidentale, dall'altra il vietnamita del secolo scorso...
    Scritto in maniera forte, con un linguaggio talvolta duro ma che consente al lettore di vivere a pieno momenti di riflessione e meditazione silenziosa. Non a caso J.M. Coetzee è riuscito a guadagnarsi la stima del mondo letterario e a vincere il nobel per la letteratura qualche anno fa! ve lo consiglio caldamente.. :)

    Is this helpful?

    Elvira said on Feb 8, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (170)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Mass Market Paperback 173 Pages
  • ISBN-10: 8806155172
  • ISBN-13: 9788806155179
  • Publisher: Einaudi (Tascabili letteratura, 1128)
  • Publish date: 2003-06-xx
  • In other languages: other languages English Books , Libros en Español
Improve_data of this book

Groups with this in collection