Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

The 4

50 from Paddington

By

Publisher: Pocket Books

3.9
(1241)

Language:English | Number of Pages: | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Chi traditional , Italian , German , Czech , Catalan , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 0671706020 | Isbn-13: 9780671706029 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Audio CD , Hardcover , Audio Cassette , Others , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like The 4 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
THE ANTHONY AWARD-WINNING SLEUTH

Elspeth McGillicuddy is not given to hallucinations. Until she witnesses a murder at Paddington Station. But did she? No victim, no suspect, no other witnesses. In fact no one believes it really happened at all. Except her friend Miss Jane Marple, and she's returning to the scene of the crime to discover just exactly what Mrs. McGillicuddy saw.
Sorting by
  • 4

    Es la primera novela de Miss Marple que leo y debo decir que me ha encantado. Acostumbrada a la extravagancia y pomposidad de Hercules Poirot, el cotilleo y las enconsertadas normas sociales en las que Miss Marple investiga me han agradado mucho. En suma un caso misterioso y una forma de investig ...continue

    Es la primera novela de Miss Marple que leo y debo decir que me ha encantado. Acostumbrada a la extravagancia y pomposidad de Hercules Poirot, el cotilleo y las enconsertadas normas sociales en las que Miss Marple investiga me han agradado mucho. En suma un caso misterioso y una forma de investigación muy suave y sutil, hasta llegar a un desenlace genial. Agatha Christie era un genio de la novela policíaca y una buena conocedora del protocolo inglés, que plasma en esta obra. Una buenísima recomendación para todo el mundo.

    said on 

  • 4

    “We won't talk anymore about murder during tea. Such an unpleasant subject!”

    Ogni tanto il titolo italiano di un libro è meglio di quello originale, e questo “Istantanea di un delitto” ne è un buon esempio, molto meglio che non “4.50 from Paddington”. Ma anche il contenuto non è male.
    Seppur molto teatrale nell'ambientazione e nello svolgimento, come spesso capita con le ...continue

    Ogni tanto il titolo italiano di un libro è meglio di quello originale, e questo “Istantanea di un delitto” ne è un buon esempio, molto meglio che non “4.50 from Paddington”. Ma anche il contenuto non è male. Seppur molto teatrale nell'ambientazione e nello svolgimento, come spesso capita con le storie di Agatha Christie, il libro ha qualche elemento in più di dinamicità, dato che il delitto avviene su un treno in corsa, intravisto da un'unica testimone che si trova su un altro treno. Si dovrà quindi anzitutto appurare se sia effettivamente avvenuto (ma Miss Marple non ha dubbi: la testimone è una sua amica "donna di eccellenti principi e nessuna immaginazione") e cosa non meno importante, trovare il cadavere. Solo dopo potrà cominciare la ricerca del colpevole, che come sempre sarà insospettabile e inaspettato (anche per me, che fortunatamente non ricordavo il finale). Era tantissimo tempo che non leggevo un giallo con Miss Marple e ho ritrovato con piacere l'eterea vecchietta con i suoi gomitoli di lana, i suoi tè e le sue chiacchiere amabili e apparentemente innocue. A differenza di Hercule Poirot che può irritare non poco con le sue “celluline grigie” e le sue vantatissime capacità di osservazione e deduzione, la soave Miss Marple si esprime con delizioso understatment: “Really, I am not at all clever – just perhaps, a slight knowledge of human nature – living, you know, in a village”. Ed è proprio il villaggio il segreto della saggezza di Miss Marple, una riserva apparentemente inesauribile di tipi umani a cui attingere durante le indagini: “It is so helpful, I always feel, when people remind you of other people – because types are alike everywhere and that is such a valuable guide”. Miss Marple risolverà questo caso “per interposta persona” facendosi cioè aiutare da una sua giovane amica che verrà spedita tra i sospetti a raccogliere indizi (nella solita casa di campagna!). Resta quindi una presenza un po' defilata per tutto il libro, ma non si farà mancare la scena madre dell'annuncio del colpevole. Neanche a dirlo, durante l'ora del tè.

    said on 

  • 3

    Mentre leggevo questo libro pensavo "ma è stato scritto dalla stessa persona di "Assassinio sull'Orient Express" e "Dieci piccoli indiani"?". E' un bel libro se non viene paragonato agli altri della stessa scrittrice ma io invece l'ho fatto e non mi è piaciuto come gli altri due che ho letto: ina ...continue

    Mentre leggevo questo libro pensavo "ma è stato scritto dalla stessa persona di "Assassinio sull'Orient Express" e "Dieci piccoli indiani"?". E' un bel libro se non viene paragonato agli altri della stessa scrittrice ma io invece l'ho fatto e non mi è piaciuto come gli altri due che ho letto: inanzi tutto mi aspettavo che Miss Marple fosse più presente nel libro così come l'amica che ha assistito ad un omicidio attraverso il finestrino del treno, in realtà tutto è ambientato all'interno di questa Rutherford Hall in compagnia della "finta domestica" mandata proprio da Miss Marple per indagare e della famiglia composta dal padre tirchio e dai fratelli, questi a mio parere descritti malamente perchè nn riuscivo quasi a distinguerli. Se vi aspettate il finale a sorpresa tipico della Christie avete sbagliato libro.

    said on 

  • 4

    Il mio primo caso di Miss Marple. Ho notato e apprezzato le differenze del modo di fare con Ercule Poirot; la simpatica e sagace vecchina ha un fascino tutto particolare con le sue "aiutanti occasionali" come la genuina Lucy.

    said on 

  • 3

    Complice un film visto tanti anni fa “Murder, She Said” (Assassinio sul treno) con l'esuberante Margaret Rutherford, mi sono apprestata alla lettura del romanzo di Dame Agatha.
    La stessa scrittrice mandò una copia dell'opera “The Mirror Crack'd from Side to Side” (Assassinio ...continue

    Complice un film visto tanti anni fa “Murder, She Said” (Assassinio sul treno) con l'esuberante Margaret Rutherford, mi sono apprestata alla lettura del romanzo di Dame Agatha. La stessa scrittrice mandò una copia dell'opera “The Mirror Crack'd from Side to Side” (Assassinio allo specchio), all'attrice, in “segno di ammirazione”. La realtà era un tantino diversa: La Christie non apprezzava affatto queste trasposizioni per una versione troppo comica di Miss Marple e per la poca attinenza alla reale trama dei romanzi. Di questo giallo (un tantino deludente per via della difficoltà del lettore a capire l'intreccio della storia) ci rimane lo splendido primo capitolo. La tendina del finestrino di un treno che si alza all'improvviso e....Voilà l'homicide!. Davvero cinematografico.

    said on 

  • 5

    Bella l'idea del delitto consumato dietro il finestrino di un treno che lo inquadra come una fotografia! La zia Agatha non delude (quasi) mai.

    said on